castità

La castità è una virtù morale, uno stato mentale e un corpo di un individuo, in cui sceglie per se stesso la purezza corporea e spirituale. Attualmente, il significato di castità è in parte dimenticato e per molti è persino ridicolo e inutile. La situazione è tale che ogni anno il progresso tecnologico nello sviluppo della società offre sempre più opportunità alle giovani generazioni di evitare la censura di adulti, genitori e tutor educativi. Ma allo stesso tempo, poco viene dato delle basi e dei concetti di valori morali, come nobiltà, onore, castità, modestia. Essere così nella realtà di oggi, specialmente nelle megalopoli, è quasi un'incapacità di sopravvivere. Tuttavia, ognuno di noi ha la possibilità di scegliere cosa essere. Una scelta consapevole a favore delle virtù non può portare ricchezza e gloria, ma permetterà di rimanere se stessi.

Cos'è la castità

Proviamo a fare affidamento sulla parola stessa "castità". Se diviso in due parole, si scopre che la persona che mostra saggezza rimanendo intera e intera sarà casta. Io e il mio mondo siamo un tutt'uno equilibrato. Eraclito (Eraclito di Efeso, l'antico filosofo greco, 544-483 a.C.) ha una bellissima definizione di saggezza, e sembra così: “essere saggi è la più alta virtù e la saggezza è dire la verità e riconciliarsi con le sue azioni, mettendo in discussione la natura per conoscere la verità ".

I sinonimi di castità sono concetti come purezza, moralità, onore, purezza, sanità mentale, innocenza, verginità.

La castità si riferisce sempre all'innocenza e alla verginità? Fino al ventesimo secolo, la castità di una donna era di grande importanza, specialmente nella vita di una ragazza, e non era connessa tanto alla situazione nella società, ma quanto assicurasse l'atteggiamento di uomini e donne intorno a lei. Se una ragazza di qualsiasi classe, sia in Europa che in Russia, proteggeva la sua innocenza prima del matrimonio, nella società le veniva garantito il rispetto. Ad esempio, in Russia fin dai tempi pagani un rituale molto serio e responsabile era associato alla perdita della verginità. Quando, in conformità con i giorni e le festività sante, fu nominato un giorno di nozze, gli ospiti si radunarono e i giovani si sedettero tra i loro genitori e fratelli, iniziarono desideri, brindisi e canzoni rituali. Quando arrivò il momento per gli sposi, veniva preparato un letto, e furono scortati da amici, fratelli, genitori e tutti coloro che lo desideravano nella stanza per canzoni e detti. Questo è stato considerato il momento più cruciale, dal momento che erano i segni della verginità: macchie di sangue durante la privazione della castità sulla biancheria intima della sposa e determinato la sua onestà davanti alla sua futura famiglia e marito. Se la ragazza non fosse innocente, sarebbe potuta tornare vergognosamente dai suoi genitori e in futuro l'intera famiglia avrebbe avuto un futuro molto deludente.

La parabola del giglio. Un bellissimo giglio bianco cresceva sulle rive di un fiume. E così è stata bellissima, ha iniziato a sedurre la sua piscina. Sussurrò in quale distanza avrebbe preso il giglio, quali piaceri avrebbe dato. E il tenero giglio, stregato dalle promesse e in previsione del nuovo e dell'ignoto, era già pronto ad accordarsi e saltare in piscina. Ma poi intervenne l'usignolo, che aveva amato a lungo e appassionatamente il giglio. Litigarono a lungo, l'usignolo la supplicò di non farlo, perché c'è pericolo e oscurità e nient'altro. Ma il giglio non era d'accordo. E per dimostrare il suo amore e salvare un giglio tenero e fiducioso, l'usignolo si sollevò e cadde in un vortice con una pietra. E la piscina inghiottì il suo cuore nobile e ardente per sempre. Solo allora il bellissimo giglio capì da quale pericolo era stato salvato ...

Solo pochi decenni fa, la società occidentale ed europea ha allentato la propria rigidità nei confronti dell'innocenza dei coniugi prima del matrimonio. Bisogna dire che le scuole cristiane e ortodosse insegnano ancora ai loro allievi chiari concetti di castità, purezza e purezza.

Nelle scuole secondarie e nelle università di una delle province della Cina insegneranno la materia "dottrina della vita", che esaminerà le relazioni intersessuali, l'amore, i concetti di matrimonio e il concetto di castità. Gli alunni sono invitati a scrivere una lettera al figlio o alla figlia, in cui verrà loro comunicato quali difficoltà e tentazioni incontrano una persona all'inizio del viaggio e, soprattutto, perché dovrebbero iniziare a fare sesso solo dopo il matrimonio. Quali sono i vantaggi di salvare la purezza, qual è il significato della castità in generale per creare un futuro felice. I manuali sull'addestramento di questo argomento suggeriscono la castità prima del matrimonio come l'unico modo per mantenere la salute, non contrarre malattie a trasmissione sessuale e non diventare dipendenti da una gravidanza indesiderata che, nel complesso, cambia molte vite per sempre.

Un'esperienza interessante è l'importanza della castità e dell'educazione sessuale di una delle scuole della chiesa anglicana nel Regno Unito. Qui i valori cristiani sono presentati agli alunni come argomenti di riflessione e non dogmi irremovibili. Agli alunni viene insegnato a pensare ed esprimere opinioni su ciò che sta accadendo nel mondo e allo stesso tempo si affidano ai comandamenti cristiani. Imparano la tolleranza per le altre personalità e per se stessi.

Il concetto stesso di castità può essere diviso in due paradigmi: religioso (chiesa) e sociale.

Prendi in considerazione il primo social. A che età si può sollevare la questione di decidere se mantenere una castità femminile? La psicologia dell'età crede che sia proprio nella pubertà, cioè pubertà, quando le domande sulla formazione e sul trovare il posto di un adolescente nella sua comunità diventano un'attività trainante sullo sfondo di un crescente interesse per l'intimità, l'esplorazione del suo corpo mutevole, la scoperta dei piaceri ad essa associati.

Con temperamenti , personaggi e stati sociali diversi, le decisioni per mantenere la castità possono essere diverse. Qui è necessario esercitare l'autocontrollo e la forza di volontà per non soccombere a comportamenti falsi - se tutte le mie quattordici ragazze sono impegnate nell'intimità (anche se questo, forse, è tutt'altro che vero), allora non voglio differire da loro. Da parte dei genitori, dovrebbe essere dimostrata la massima delicatezza e pazienza con il comportamento, importante non solo per le ragazze, le future donne, ma non meno per gli uomini in crescita.

Concetto religioso. Questa è una virtù volta a sconfiggere la lussuria, soprattutto intima, poiché una persona può anche desiderare valori materiali e non solo piaceri carnali.

Nella religione, il concetto di castità è strettamente correlato al concetto di peccato. Per proteggersi dal peccato una persona virtuosa e religiosa aiuta un voto o un voto. Un voto esiste come incentivo per realizzare il proprio piano, che si tratti di una vittoria sul campo di battaglia o di uno sviluppo spirituale.

Voto di castità

Un voto di castità è dato direttamente a Dio ed è considerato irrevocabile. Avere fatto un tale voto non ha più il diritto di sposarsi e avere figli, oltre a impegnarsi nell'intimità per sempre. Sia gli uomini che le donne, sia nel monachesimo che nel mondo, possono fare voto di castità. Il monachesimo, così come il monachesimo, è tradotto come "residenza isolata e solitaria".

Esistono anche concetti simili: l'ascetismo (dall'esercizio greco), come un tipo di pratica spirituale, il cui scopo è di raggiungere un certo stato spirituale o acquisire capacità soprannaturali, è riconosciuto in tutte le religioni e culture; celibato (lett. "celibato"), brahmacharya - astinenza sessuale; autocontrollo sui desideri, lottando per la purezza di pensieri, parole e azioni sempre e in ogni circostanza.

Il voto di castità è forse uno dei voti più difficili, in quanto va contro la natura stessa dell'uomo. Chi sceglie questa strada dovrà affrontare molte tentazioni e difficoltà nel frenare i propri desideri naturali.

Cintura di castità

La cintura di castità, la cintura della lealtà o il "reticolo veneziano" è un dispositivo in pelle o metallo che rende meccanicamente impossibile il rapporto sessuale.

Il concetto di "cintura di castità" è menzionato per la prima volta in antichi testi greci. Presumibilmente, è stato creato per proteggere gli schiavi da una gravidanza indesiderata, che interferirebbe con l'uso del loro lavoro.

Storicamente, la maggior parte delle menzioni della cintura di castità erano nel Medioevo. Quando il marito uscì di casa in modo che sua moglie non fosse tentata dal tradimento, indossava una cintura di cuoio o di metallo sui fianchi, una striscia di metallo o di cuoio era fissata davanti, passava attraverso il cavallo e si allacciava dietro. La chiave della cintura fu data a suo marito. Oggi, si ritiene che una cintura di castità sia una finzione, se si fa affidamento su logica e idee su quanto si può indossare in "infradito" in pelle o metallo senza danneggiare la pelle, per non parlare dell'impossibilità di osservare almeno un'igiene parziale. Ma la storia conosce molti esempi di tortura delle persone, specialmente in nome della preservazione della castità di una donna. Ma nel tempo, tali cinture hanno iniziato a essere create non solo per mantenere la fedeltà femminile. Diversi modelli di cinture per ragazzi che impediscono la masturbazione sono ancora conservati in alcuni musei europei.

Visualizzazioni: 549

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.