paura

foto di paura La paura è una forte emozione negativa che nasce come risultato di un pericolo immaginario o reale e costituisce una minaccia per la vita dell'individuo. Sotto la paura in psicologia si comprende lo stato interno di una persona, che è causato da un disastro reale o presunto.

Gli psicologi attribuiscono la paura ai processi emotivi. K. Izard ha definito questa condizione come emozioni di base legate a congenite, che hanno componenti genetiche e fisiologiche. La paura mobilita il corpo dell'individuo per evitare comportamenti. L'emozione umana negativa segnala uno stato di pericolo, che dipende direttamente da numerose cause esterne e interne, acquisite o congenite.

Psicologia della paura

Per lo sviluppo di questo sentimento ci sono due percorsi neurali che devono funzionare simultaneamente. Il primo responsabile delle principali emozioni, risponde rapidamente ed è accompagnato da un numero significativo di errori. Il secondo reagisce molto più lentamente, ma più accuratamente. Il primo modo ci aiuta a rispondere rapidamente ai segnali di pericolo, ma spesso funziona come un falso allarme. Il secondo modo consente di valutare più accuratamente la situazione e quindi di rispondere più precisamente al pericolo.

Nel caso di un sentimento di paura in una persona che è iniziata dal primo percorso, c'è un blocco dal funzionamento del secondo percorso, che considera alcuni segni di pericolo come irrealistici. Quando si verifica una fobia, il secondo percorso inizia a funzionare in modo inappropriato, provocando lo sviluppo di un senso di paura degli stimoli che comportano pericolo.

Cause di paura

Nella vita di tutti i giorni, così come nelle situazioni di emergenza, una persona si trova ad affrontare una forte emozione: la paura. Un'emozione negativa in una persona è un processo emotivo a lungo o breve termine che si sviluppa a causa di un pericolo immaginario o reale. Spesso questa condizione è contrassegnata da sensazioni spiacevoli, mentre allo stesso tempo è un segnale di protezione, poiché l'obiettivo principale di una persona è quello di salvargli la vita.

Ma bisogna tenere presente che le azioni inconsce o avventate di una persona, che sono causate da attacchi di panico con manifestazione di grave ansia, agiscono come risposta alla paura. A seconda delle situazioni, il corso dell'emozione della paura in tutte le persone varia significativamente in forza, così come nell'effetto sul comportamento. La ragione chiarita tempestivamente accelererà in modo significativo l'eliminazione delle emozioni negative.

Le cause della paura sono sia nascoste che palesi. Spesso, la persona non ricorda le ovvie ragioni. Nascosto è inteso come paure che derivano dall'infanzia, ad esempio aumento della cura dei genitori, tentazioni, una conseguenza del trauma psicologico; paure causate da conflitti morali o problemi irrisolti.

Vi sono ragioni cognitive costruite: una sensazione di rifiuto, la solitudine, una minaccia di autostima, depressione, una sensazione di inadeguatezza, una sensazione di imminente fallimento.

Le conseguenze di un'emozione negativa in una persona: forte tensione nervosa, stati emotivi di insicurezza, la ricerca di protezione, spingendo l'individuo a fuggire, la salvezza. Ci sono funzioni di base della paura delle persone, così come gli stati emotivi che la accompagnano: protezione, segnalazione, adattamento, ricerca.

La paura può manifestarsi sotto forma di uno stato emotivo represso o eccitato. La paura del panico (horror) è spesso contrassegnata da uno stato depresso. I sinonimi del termine "paura" o vicino allo stato sono i termini "ansia", "panico", "paura", "fobia".

Se una persona ha una paura a breve termine e allo stesso tempo forte causata da uno stimolo improvviso, allora sarà attribuita alla paura, e una lunga e non esplicitamente espressa - all'ansia.

Condizioni come le fobie possono condurre a frequenti, così come forti esperienze di emozioni negative da parte dell'individuo. Una fobia è intesa come una paura irrazionale e ossessiva associata a una determinata situazione o soggetto, quando una persona da sola non può farcela.

Segni di paura

Alcune caratteristiche dell'espressione delle emozioni negative si manifestano in cambiamenti fisiologici: aumento della sudorazione, palpitazioni cardiache, diarrea, pupille dilatate e ristrette, incontinenza urinaria, occhi che colano. Questi segni si manifestano in pericolo di vita o di fronte a una caratteristica paura biologica.

I segni di paura sono il silenzio forzato, la passività, il rifiuto di agire, evitando la comunicazione, il comportamento insicuro, il verificarsi di un impedimento del linguaggio (balbuzie) e cattive abitudini (guardarsi intorno, chinarsi, mordersi le unghie, tirare oggetti nelle mani); l'individuo cerca la solitudine e l'isolamento, che contribuisce allo sviluppo della depressione, della malinconia e in alcuni casi provoca suicidio . Le persone con paura si lamentano dell'ossessione dell'idea, che alla fine impedisce loro di vivere una vita piena. L'ossessione per la paura interferisce con l'iniziativa e forza l'inazione. Allo stesso tempo, visioni e miraggi fraudolenti accompagnano una persona; ha paura, cerca di nascondersi o scappare.

Le sensazioni che sorgono con una forte emozione negativa: la terra lascia sotto i piedi, si perdono l'adeguatezza e il controllo della situazione, si verificano intorpidimento interno e intorpidimento (stupore). Una persona diventa vana e iperattiva, ha sempre bisogno di correre da qualche parte, perché è insopportabile stare da solo con un oggetto o un problema di paura. Un uomo è bloccato e dipendente, pieno di complessi di incertezza. A seconda del tipo di sistema nervoso, l'individuo si difende e passa all'offensiva, mostrando aggressività. In sostanza, questo è un travestimento di sentimenti, dipendenze e ansie.

Le paure si manifestano in modi diversi, ma hanno caratteristiche comuni: ansia, ansia, incubi, irritabilità, sospetto, sospettosità, passività, pianto.

Tipi di paure

Y. Shcherbatykh ha distinto la seguente classificazione delle paure. Il professore ha diviso tutte le paure in tre gruppi: sociale, biologico ed esistenziale.

Ha attribuito al gruppo biologico quelli che sono direttamente collegati alla minaccia alla vita umana, il gruppo sociale è responsabile delle paure e delle paure nello stato sociale, lo scienziato ha collegato il gruppo esistenziale di paure con l'essenza dell'uomo, che è notato in tutte le persone.

Tutte le paure sociali sono causate da situazioni che possono minare lo status sociale e abbassare l'autostima. Questi includono la paura di parlare in pubblico, la responsabilità, i contatti sociali.

Le paure esistenziali sono associate all'intelligenza dell'individuo e sono causate dalla riflessione (riflessione su questioni che riguardano i problemi della vita, nonché la morte e l'esistenza stessa di una persona). Ad esempio, questa è una paura del tempo, della morte, nonché dell'assenza di significato dell'esistenza umana, ecc.

Seguendo questo principio: la paura del fuoco sarà assegnata alla categoria biologica, la paura della scena al sociale e la paura della morte all'esistenziale.

Inoltre, ci sono anche forme intermedie di paura che stanno al limite di due gruppi. Questi includono la paura della malattia. Da un lato, la malattia comporta sofferenza, dolore, danno (un fattore biologico) e, dall'altro, un fattore sociale (separazione dalla società e dal gruppo, disconnessione dalle attività abituali, reddito inferiore, povertà, licenziamento dal lavoro). Pertanto, questa condizione è attribuita al confine dei gruppi biologici e sociali, la paura di nuotare in uno stagno al confine tra biologico ed esistenziale, la paura di perdere i propri cari ai confini dei gruppi biologici ed esistenziali. Va notato che in ciascuna fobia sono noti tutti e tre i componenti, tuttavia, uno è dominante.

L'individuo è peculiare ed è normale aver paura degli animali pericolosi, di certe situazioni e dei fenomeni naturali. Le paure delle persone che appaiono in questa occasione sono di riflesso o di natura genetica. Nel primo caso, il pericolo si basa sull'esperienza negativa; nel secondo, è registrato a livello genetico. Entrambi i casi controllano la mente e la logica. Presumibilmente, queste reazioni hanno perso il loro valore utile e, quindi, interferiscono abbastanza fortemente con la vita piena e felice di una persona. Ad esempio, ha senso diffidare dei serpenti, ma è sciocco avere paura dei piccoli ragni; si può ragionevolmente aver paura del fulmine, ma non del tuono, che non è in grado di fare del male. Con tali fobie e inconvenienti, le persone dovrebbero ricostruire i loro riflessi.

Le paure delle persone che si presentano in situazioni pericolose per la salute e anche per la vita hanno una funzione protettiva, e questo è utile. E le paure delle persone prima delle manipolazioni mediche possono danneggiare la salute, poiché impediranno una diagnosi tempestiva della malattia e inizieranno il trattamento.

Le paure delle persone sono diverse, così come le aree di attività. La fobia si basa sull'istinto di autoconservazione e agisce come una reazione protettiva al pericolo. La paura può manifestarsi in varie forme. Se un'emozione negativa non viene pronunciata, viene vissuta come una sensazione sfocata e vaga: l'ansia. Una paura più forte si nota nei sentimenti negativi: orrore, panico.

Stato di paura

Un'emozione negativa è la normale risposta di un individuo alle vicissitudini della vita. Con una forma pronunciata implicita, questa condizione agisce come una reazione adattativa. Ad esempio, un candidato non può superare l'esame senza provare eccitazione e senza ansia. Ma in termini estremi, uno stato di paura priva l'individuo della capacità di combattere, dando una sensazione di orrore e panico. Eccitazione e ansia eccessive non consentono al candidato di concentrarsi durante l'esame, potrebbe perdere la voce. I ricercatori spesso notano uno stato di ansia e paura nei pazienti durante un'emergenza.

Uno stato di paura aiuta a rimuovere i sedativi e le benzodiazepine per un breve periodo. L'emozione negativa include uno stato di irritabilità, orrore, immersione in alcuni pensieri ed è anche caratterizzata da un cambiamento nei parametri fisiologici: comparsa di respiro corto, sudorazione eccessiva, insonnia e brividi. Queste manifestazioni aumentano nel tempo e questo complica la normale vita del paziente. Spesso questa condizione diventa cronica e si manifesta in assenza di una ragione specifica esterna.

Sensazione di paura

L'emozione della paura parlerà in modo più accurato, tuttavia, non esiste un confine chiaro tra questi due concetti. Spesso, quando si nota un effetto a breve termine, parlano di emozioni e, a lungo termine, significano un senso di paura. Questa è la differenza tra questi due concetti. E nel discorso colloquiale, la paura è attribuita sia al sentimento che all'emozione. Nelle persone, la paura si manifesta in diversi modi: per qualcuno, favorisce, limita e per gli altri, attiva l'attività.

Il sentimento di paura è individuale e riflette tutte le caratteristiche genetiche, nonché le caratteristiche di educazione e cultura, temperamento, accentuazione, nevroticismo di ogni persona in particolare.

Ci sono manifestazioni sia esterne che interne di paura. Sotto esterno capire come appare l'individuo e fare riferimento ai processi fisiologici interni che si verificano nel corpo. A causa di tutti questi processi, la paura viene attribuita alle emozioni negative, che influiscono negativamente su tutto il corpo, aumentando il battito cardiaco e la frequenza cardiaca, rispettivamente aumentando la pressione e talvolta viceversa, aumentando la sudorazione, modificando la composizione del sangue (rilasciando l'ormone adrenalina).

L'essenza della paura è che l'individuo, avendo paura, cerca di evitare situazioni che provocano emozioni negative. La forte paura, essendo un'emozione tossica, provoca lo sviluppo di varie malattie.

La paura è osservata in tutti gli individui. Ogni terzo abitante della Terra ha paura nevrotica, tuttavia, se raggiunge il potere dell'affetto , si trasforma in orrore e questo porta l'individuo fuori controllo della coscienza e, di conseguenza, intorpidimento, panico, aggressività difensiva, fuga. Pertanto, l'emozione della paura appare giustificata e serve per la sopravvivenza dell'individuo, tuttavia, può anche assumere forme patologiche che richiederanno l'intervento dei medici. Ogni paura svolge una certa funzione e sorge per una ragione.

La paura delle altezze protegge dalla caduta da una montagna o da un balcone, la paura di essere bruciato non ti rende vicino al fuoco e quindi protegge dalle lesioni. La paura di parlare in pubblico ti rende più attento a prepararti per i tuoi discorsi, segui corsi di retorica, che dovrebbero aiutare nella crescita della carriera. È naturale che l'individuo cerchi di superare le paure personali. Nel caso in cui la fonte del pericolo sia vaga o inconscia, la condizione che si verifica in questo caso si chiama ansia.

Paura del panico

Questa condizione non si verifica mai senza motivo. Sono necessari numerosi fattori e condizioni per il suo sviluppo: apatia , anedonia , ansia, depressione e ansia, stress, nevrosi di stati ossessivi , schizofrenia, ipocondria, psicopatia .

La psiche depressa di una persona risponde rapidamente a qualsiasi stimolo e quindi i pensieri irrequieti possono minare la capacità di una persona. L'ansia e le condizioni correlate si trasformano gradualmente in nevrosi e la nevrosi a sua volta provoca la comparsa di paura del panico.

Questa condizione non può essere prevista, poiché può verificarsi in qualsiasi momento: al lavoro, in strada, nei trasporti, in un negozio. Uno stato di panico è una reazione difensiva a una presunta minaccia o immaginaria. La manifestazione dei seguenti sintomi è caratteristica della paura priva di panico: soffocamento, vertigini, palpitazioni, tremore, stupore, caos dei pensieri. Alcuni casi sono contrassegnati da brividi o vomito. Tali condizioni durano da un'ora a due per una o due volte a settimana. Più forte è il disturbo mentale, più lunghi e più spesso gli attacchi di panico .

Spesso questa condizione può verificarsi sullo sfondo del superlavoro, dell'esaurimento del corpo nelle persone emotivamente instabili. Nella maggior parte dei casi, le donne rientrano in questa categoria in quanto emotive, vulnerabili, che reagiscono acutamente agli stress. Tuttavia, gli uomini provano anche una paura priva di panico, ma cercano di non ammetterlo con gli altri.

La paura del panico da sola non scompare da nessuna parte e gli attacchi di panico perseguiteranno i malati. Il trattamento viene eseguito rigorosamente sotto la supervisione di psichiatri e la rimozione dei sintomi con l'alcol aggrava solo la situazione e il panico apparirà non solo dopo lo stress, ma anche quando nulla è in pericolo.

Paura del dolore

Poiché la natura umana ha periodicamente paura di qualcosa, questa è una normale reazione del nostro corpo, che riflette l'adempimento delle funzioni protettive. Le esperienze frequenti di questo tipo includono la paura del dolore. Avendo già provato dolore prima, l'individuo cerca di evitare la ripetizione di questa sensazione a livello emotivo e la paura agisce come un meccanismo protettivo che previene situazioni pericolose.

La paura del dolore non è solo utile, ma anche dannosa. Una persona, non capendo come sbarazzarsi di questa condizione, per lungo tempo cerca di non visitare il dentista o sfugge a un'operazione importante, oltre a un metodo di esame. In questo caso, la paura svolge una funzione distruttiva e questo dovrebbe essere combattuto. La confusione prima di eliminare efficacemente la paura del dolore non fa che aggravare la situazione e incoraggiare la formazione di una reazione di panico.

La medicina moderna attualmente ha vari metodi per alleviare il dolore, quindi la paura del dolore è principalmente di natura psicologica. Questa emozione negativa si forma raramente su esperienze precedentemente vissute. Molto probabilmente, la paura del dolore da lesioni, ustioni, congelamento in una persona è forte e questa è una funzione protettiva.

Trattamento della paura

Prima di iniziare la terapia, è necessario diagnosticare nel quadro di quale tipo di disturbo mentale si manifesta la paura. Le fobie si verificano nella schizofrenia , nell'ipocondria, nella depressione, nella struttura dei disturbi nevrotici, negli attacchi di panico, nei disturbi di panico.

La sensazione di paura occupa un posto significativo nel quadro clinico delle malattie somatiche (ipertensione, asma bronchiale e altri). La paura può anche agire come una normale reazione di un individuo alla situazione in cui si trova. Pertanto, la corretta diagnosi è responsabile della tattica del trattamento. Lo sviluppo della malattia, dal punto di vista della patogenesi, dovrebbe essere trattato nell'insieme dei sintomi e non nelle sue manifestazioni individuali.

La paura del dolore è effettivamente curabile con metodi psicoterapici ed è eliminata dalla terapia, che ha un carattere individuale. Molte persone che non hanno una conoscenza speciale per sbarazzarsi della paura del dolore pensano erroneamente che questa sia una sensazione inevitabile e quindi vivono con lui per molti anni. Oltre ai metodi psicoterapici per il trattamento di questa fobia, viene utilizzato anche il trattamento omeopatico.

Le paure delle persone sono molto difficili da correggere. Nella società moderna, non è consuetudine discutere delle loro paure. Le persone discutono pubblicamente di malattie, atteggiamenti verso il lavoro, ma vale la pena parlare di paure, non appena si presenta un vuoto. Le persone si vergognano delle loro fobie. Questo atteggiamento nei confronti della paura è stato vaccinato fin dall'infanzia.

Correzione delle paure: prendi un foglio di carta bianco e scrivi tutte le tue paure. Al centro del foglio, posiziona la fobia più significativa e inquietante. E assicurati di capire i motivi di questa condizione.

Come sbarazzarsi della paura

Ogni persona è in grado di imparare a superare le proprie paure, altrimenti sarà difficile per lui raggiungere i propri obiettivi, realizzare i propri sogni, raggiungere il successo ed essere realizzato in tutte le direzioni della vita. Ci sono una varietà di trucchi per sbarazzarsi delle fobie. È importante sviluppare l'abitudine di agire attivamente e non prestare attenzione alle paure che sorgono lungo il cammino. In questo caso, l'emozione negativa è una semplice reazione che si verifica in risposta a qualsiasi sforzo per creare qualcosa di nuovo.

La paura può derivare dal tentativo di fare qualcosa contro le proprie convinzioni. Comprendi che ogni persona sviluppa una visione del mondo personale per un certo periodo di tempo e quando cerchi di cambiarla, devi superare la paura.

La paura può essere forte o debole a seconda del potere della persuasione. L'uomo non è nato con successo. Spesso siamo cresciuti non come le persone di successo. È molto importante agire nonostante la paura personale. Di 'a te stesso: "Sì, ho paura, ma lo farò." Mentre esiti, la tua fobia cresce, esulta, si trasforma in un'arma potente contro di te. Più rimandate, più lo coltivate nella vostra mente. Ma non appena agisci, la paura scompare immediatamente. Si scopre che la paura è un'illusione che non esiste.

La cura contro la paura è accettare la tua fobia e riconciliarsi, avanzando verso di essa. Non dovresti combatterla. Ammetti a te stesso: "Sì, ho paura." Non c'è niente di sbagliato in questo; hai il diritto di avere paura. Nel momento in cui la riconosci, si rallegra e poi si indebolisce. E tu agisci.

Come sbarazzarsi della paura? Valuta lo scenario peggiore collegando la logica. Se c'è paura, pensa allo scenario peggiore, se all'improvviso, non importa cosa decidi di agire. Anche lo scenario peggiore non è spaventoso come l'ignoto.

Quali sono le cause della paura? L'arma più potente della paura è l'ignoto. Sembra orribile, ingombrante e impossibile da superare. Se la tua valutazione è davvero reale e il terribile stato non scompare, allora dovresti pensare, forse in questo caso la fobia agisce come una reazione protettiva naturale. Forse hai davvero bisogno di rifiutare ulteriori azioni, perché la tua emozione negativa ti salva dai guai. Se la paura non è giustificata e l'opzione peggiore non è così spaventosa, allora vai avanti. Ricorda che la paura vive dove c'è dubbio, incertezza e indecisione.

La cura per la paura è rimuovere i dubbi e non ci sarà spazio per la paura. Questa condizione ha un tale potere perché causa immagini negative nella coscienza di ciò di cui non abbiamo bisogno e che la persona prova disagio. Quando una persona decide di fare qualcosa, i dubbi svaniscono all'istante, perché la decisione viene presa e non si può tornare indietro.

Quali sono le cause della paura? Non appena sorge la paura di una persona, uno scenario di fallimenti, così come di fallimenti, inizia a scorrere nella sua mente. Questi pensieri influenzano negativamente le emozioni e controllano solo la vita. La mancanza di emozioni positive influenza notevolmente il verificarsi di indecisione nelle azioni e il tempo di inazione ha radicato l'insignificanza dell'individuo. Molto dipende dalla risolutezza: sbarazzarsi della paura o no.

La paura mantiene l'attenzione della mente umana sullo sviluppo negativo dell'evento e la decisione si concentra su un risultato positivo. Prendendo una decisione, ci concentriamo su quanto sarà meraviglioso quando supereremo la paura e alla fine otterremo un buon risultato. Ciò ti consente di sintonizzarti positivamente e, soprattutto, riempire la mente di scenari piacevoli, dove non c'è spazio per dubbi e paure. Tuttavia, ricorda che se almeno un pensiero negativo sorge nella testa correlato all'emozione negativa, allora sorgeranno immediatamente più pensieri simili.

Come sbarazzarsi della paura? Indipendentemente dalla paura, agisci. Sai di cosa hai paura, e questo è un grande vantaggio. Analizza la tua paura e rispondi alle tue domande: "Di cosa ho esattamente paura?", "Ne vale davvero la pena avere paura?", "Perché ho paura?", "La mia paura ha ragioni?", "Cosa è più importante per me: fare uno sforzo sopra te stesso o non raggiungere mai ciò che vuoi? ”Ponetevi domande più spesso. Analizza le tue fobie, poiché l'analisi si svolge a livello logico e le paure sono emozioni che sono più forti della logica e quindi vincono sempre. Dopo aver analizzato e realizzato, una persona arriva autonomamente alla conclusione che la paura non ha assolutamente alcun senso. Peggiora solo la vita, rendendola ansiosa, nervosa e insoddisfatta dei suoi risultati. Hai ancora paura?

Come sbarazzarsi della paura? Puoi combattere la paura con sentimenti (emozioni). Per fare questo, comodamente seduto su una poltrona, scorrere le sceneggiature di ciò che temi e di come fai ciò che temi. La mente non è in grado di distinguere gli eventi immaginari da quelli reali. Dopo aver superato la paura immaginaria nella tua testa, sarà molto più facile per te affrontare un determinato compito nella realtà, poiché a livello subconscio il modello degli eventi si è già rafforzato.

Il metodo di autoipnosi, ovvero la visualizzazione del successo, sarà efficace e potente nella lotta contro le paure. Dopo dieci minuti di visualizzazione, ti senti meglio ed è più facile superare la paura. Ricorda che non sei solo nelle tue fobie. Tutte le persone hanno paura di qualcosa. Questo è normale Il tuo compito è imparare ad agire in presenza della paura, e non prestarci attenzione, distratti da altri pensieri. Combattendo la paura, una persona si indebolisce energicamente, mentre un'emozione negativa succhia tutta l'energia. Una persona distrugge la paura quando la ignora completamente ed è distratta da altri eventi.

Come sbarazzarsi della paura? Allena e sviluppa il coraggio. Sentendo paura del fallimento, non ha senso combatterlo, cercando di ridurre al minimo il numero di fallimenti. Le persone che non sono in grado di far fronte alla paura riducono a nulla tali situazioni e, in generale, non fanno praticamente nulla, il che le rende infelici nella vita.

Immagina che il coraggio dell'allenamento sia simile al pompare i muscoli in palestra. Innanzitutto, c'è una sessione di allenamento con un peso leggero che può essere sollevato, quindi passiamo gradualmente a un peso più pesante e proviamo già a sollevarlo. Una situazione simile esiste con la paura. Inizialmente, ci alleniamo con poca paura e poi passiamo a uno più forte. Ad esempio, la paura di parlare in pubblico di fronte a un vasto pubblico viene eliminata dalla formazione di un piccolo numero di persone, aumentando gradualmente il pubblico più volte.

Come superare la paura?

Pratica la normale comunicazione: in linea, in strada, nei trasporti. Usa temi neutri per questo. Il punto è prima di superare le piccole paure e poi passare a quelle più sostanziali. Pratica costantemente.

Come superare la paura con altri metodi? Migliora la tua autostima. C'è qualche schema: meglio pensi a te stesso, meno fobie hai. L'autostima personale protegge dalle paure e la sua obiettività non ha alcuna importanza. Pertanto, le persone con alta autostima sono in grado di fare di più rispetto alle persone con autostima obiettiva. Essendo innamorati, le persone superano una paura molto forte in nome dei loro desideri. Qualsiasi emozione positiva aiuta a superare le paure, e tutte quelle negative ostacolano solo.

Come superare la paura?

C'è una meravigliosa affermazione che il coraggioso non è colui che non ha paura, ma colui che agisce, indipendentemente dai suoi sentimenti. Procedere passo dopo passo con passaggi minimi. Con la paura delle altezze, aumentare gradualmente le altezze.

Non dare grande importanza a certi momenti della tua vita. Più facile e insignificante è l'atteggiamento nei confronti dei momenti della vita, meno ansia. Dai la preferenza alla spontaneità negli affari, poiché un'attenta preparazione e scorrimento nella testa provocano lo sviluppo di eccitazione e ansia. Certo, devi pianificare le cose, ma non dovresti concentrarti su questo. Se decidi di agire, allora agisci e non prestare attenzione alla mente tremante.

Come superare la paura? Comprendere la situazione specifica può essere d'aiuto. Una persona ha paura quando non capisce esattamente di cosa ha bisogno e cosa desidera personalmente. Più temiamo, più goffo agiamo. In questo caso, la spontaneità aiuterà, e non abbiate paura dei fallimenti, risultati negativi. In ogni caso, l'hai fatto, hai mostrato coraggio e questo è il tuo piccolo risultato. Sii amichevole, il buon umore aiuta nella lotta contro la paura.

L'autoconoscenza aiuta a superare le paure. Accade così che una persona non conosca le proprie capacità e non sia fiduciosa nelle proprie capacità, a causa della mancanza di supporto da parte degli altri. Con aspre critiche, la fiducia in molte persone diminuisce drasticamente. Ciò accade perché una persona non conosce se stessa e riceve informazioni su se stessa da altre persone. È importante sapere che comprendere le altre persone è un concetto soggettivo. Molte persone spesso non riescono a capire se stesse, figuriamoci a dare agli altri una vera valutazione.

Conoscere te stesso è accettarti come sei ed essere te stesso. È la natura umana agire senza paura, quando non ci si vergogna di essere se stessi. Agire in modo deciso - ti esprimi. Superare le tue paure significa imparare, sviluppare, diventare più saggi, più forti.

Visualizzazioni: 149 905

69 commenti per "Paura"

  1. Ciao, per favore, dimmi, un bambino di 8 anni dorme con la madre nel panico nel timore di dormire da solo, sembra essersi addormentato, ma è passato un po 'di tempo e è già in piedi vicino al letto di sua madre, potrebbe piangere e quindi costringerlo a stare con lui, perché va a scuola la mattina Temo di non dormire abbastanza, cosa dovremmo fare?

    • Ciao Artyom. Per risolvere il tuo problema, ti consigliamo di visitare lo psicologo infantile di persona con il bambino.

  2. Ciao Ho 40 anni. Non posso aver paura di niente. Ci sono paure costanti: cancro, fuoco, morte, perdita di una persona cara. E spesso sorgono paure nuove, temporanee. E se al momento non c'è paura, allora me la inventerò e avrò ancora paura. È anormale?

  3. Benvenuto! Dopo il risveglio, la paura sorge nello stomaco. Non c'era prima, appariva dopo che il tempo era scaduto. Non riesco a capirlo, mi impedisce di recitare.

  4. Buon pomeriggio Dimmi come liberarmi della paura della gravidanza e del parto? Per 2 mesi non riesco a dormire, mangiare, ci penso costantemente, ho paura di tremare nelle ginocchia. Non posso esistere normalmente, questa paura ha trasformato la mia vita in un inferno, ogni secondo mi perseguita.

  5. Buon pomeriggio, ho una grandissima paura di fallire e studiare. Tutto è iniziato con il primo esame fallito all'ammissione, l'intero primo anno non ho lasciato un sentimento di ansia e paura, e durante la sessione estiva si è intensificato così tanto che non riuscivo a stare fermo (respiro veloce, lacrime; penso che fosse un attacco di panico), dopo la sessione, tutto sembrava essere più facile e ora, in preparazione per il nuovo semestre, mi sono reso conto che non riesco assolutamente a concentrarmi, ho sempre voglia di piangere e ho molta paura per il mio futuro. Non riesco a superare la mia paura. Dimmi cosa devo fare in questa situazione?

  6. Ciao, aiuto, la mia paura non mi permette di vivere, sono impazzito l'ultima settimana, un lungo viaggio sta arrivando e ne ho molta paura, giorno, notte, fino a quando non perdo conoscenza. Mio figlio deve volare su un aereo. Temo anche questo, terribili sogni sugli incidenti aerei, ora sugli incidenti, è infinito, mi sento come se potessi trascinare la sventura, e di nuovo la paura di essa. Cosa devo fare? Aiuto

    • Ciao Angelica. Devi capire la causa delle tue paure e preoccupazioni. Raccomandiamo di visitare uno psicologo pratico.

  7. Buona sera Per favore, dimmi come affrontare la mia paura ... Il giovane ha alzato la mano in una lite una settimana fa, ci siamo separati, ma lavoriamo nella stessa compagnia. Ora, quando lo vedo, ho un attacco di paura, la mia mancanza di respiro, il mio stomaco giù e non riesco ad allontanarmi tutto il giorno dopo ... Bevo sedativi, non aiuta .... Le sarei grato per la risposta, cosa fare per salvarmi in qualche modo ...

  8. Benvenuto! Ho vissuto con mio marito per 17 anni e ci siamo separati a causa della sua ubriachezza e tradimento. Ho incontrato un altro uomo non-bevente con il suo passato (c'erano 2 matrimoni legali e 3 matrimoni civili) a quanto pare sono il suo sesto. L'ho amato moltissimo, ma la paura non mi dà riposo che mi cambierà (perché mi ha raccontato molto della sua vita e delle sue donne). Viaggia spesso in viaggio d'affari e sono molto preoccupato che non mi lascerà. Non riesco proprio a gestirlo. La gelosia e l'ansia di essere lasciati soli sopraffare, non consentono alle persone di fidarsi. Aiuto, per favore.

    • Ciao Natalya.
      Goditi il ​​momento presente, non pensare a cosa potrebbe accadere in futuro. Cerca di essere una brava moglie amorevole e premurosa, dai gioia al tuo coniuge. Non parlare di ex donne nelle conversazioni. Aderendo a queste semplici regole - non ci saranno motivi per lasciare tuo marito.
      Ti consigliamo di familiarizzare con:
      / kak-izbavitsya-ot-chuvstva-trevogi /
      / revnost /

  9. Benvenuto! Sono stupito dalle tue risposte dettagliate e profonde degli altri lettori del tuo articolo dettagliato. E ho deciso di chiedere aiuto a te, perché se non tu, allora nessuno ti aiuterà. Mia figlia (ha 40 anni, ha divorziato dopo un matrimonio molto difficile. Ha un figlio di 15 anni). Lavora da 10 anni senza ferie, perché ha bisogno di sostenere suo figlio, per il quale suo padre non paga un centesimo. Con un duro lavoro, ha risparmiato denaro per acquistare un odontoiatria privata (lei è un dentista). Ha comprato da un dentista anziano. Chi ha fondato questo studio odontoiatrico e vi ha lavorato per 40 anni. Avendo comprato questo odontoiatria, ha messo in gioco TUTTO: perché ha preso in prestito un importo gigantesco dalla banca. Se non riesce a lavorare con profitto, diventerà un mendicante con un debito enorme. Il primo giorno lavorativo in odontoiatria, ha provato molto duramente, è stata molto gentile e disponibile con i pazienti (non sto parlando delle sue più alte qualifiche professionali). Ma accadde quanto segue: una paziente anziana la guardò silenziosamente con rabbia, e dopo una procedura di altissima qualità, improvvisamente iniziò a urlare a mia figlia: "Chi sei comunque? Vado dal mio medico qui per 20 anni, e perché sei qui? Che casino? Le mie gambe non saranno più qui! ”La figlia era sotto shock. Ora è spaventata dal panico per andare in odontoiatria. Dice che ha paura, si sta torcendo lo stomaco, ecc.
    Prima del lavoro, non dorme, trema dalla paura, smette di credere in se stessa, le sembra che tutto sia scomparso, che sia in bancarotta, dico che tutto è nella nebbia. Come può mettersi insieme?

    • Ciao Tatyana. Raccomandiamo a tua figlia di affrontare la sua paura di persona con un terapeuta o uno psicologo. Il risultato dipenderà dalle qualifiche degli specialisti e dall'esperienza complessiva in questa direzione.
      Raccomandiamo alle figlie di ripetere affermazioni (atteggiamenti verbali) volte a purificarsi dalle ansie interne durante il giorno, la settimana e i mesi. Un semplice esempio di atteggiamenti interni possono essere le seguenti frasi: "Accetto la mia paura e imparo a gestirla"; "Ho lasciato andare la mia paura", ecc. Il nostro subconscio può fare miracoli. Anche se inizialmente la mente rifiuta di credere alle nostre parole, nel tempo la mente subconscia dà per scontate le nostre affermazioni e avvia il processo di "recupero".
      Tua figlia ha due paure.
      Mettiamo la paura dei pazienti da un lato della bilancia e la paura di andare in bancarotta può essere messa dall'altro lato della bilancia. Ora dovresti pensare a quale paura è più forte: servire pazienti malvagi o fallire e fare la tua scelta.

  10. Benvenuto! Circa due anni fa, ho iniziato ad avere paura di guardare le persone negli occhi. Non ha davvero paura, ma appare solo il disagio quando si stabilisce un contatto visivo. Ho subito iniziato a distogliere lo sguardo. Cosa dovrei fare in questa situazione?

    • Ciao Natasha. Non tutti possono guardare con calma negli occhi, poiché la maggior parte di noi non ha fiducia in noi stessi e in ciò che stiamo dicendo. Ma questo è molto importante, perché durante il contatto visivo, la principale causa di nervosismo è l'incertezza.
      La cosa principale è capire che guardando direttamente negli occhi dell'interlocutore si stabilisce così un contatto con lui. In questo caso, devi essere aperto e il tuo obiettivo principale è quello di conquistare la persona con cui stai parlando. Guardando negli occhi di una persona, prestando attenzione alla tua espressione facciale, dovresti guardarlo dolcemente e gentilmente.
      Cerca di essere attento all'espressione sul volto del tuo interlocutore, puoi "rispecchiarlo" un po ', cioè assumere la stessa posa o dimostrare emozioni usando le stesse espressioni facciali.

  11. Buon pomeriggio Ho 34 anni, ho una famiglia, figli, ma negli ultimi due anni la mia vita è cambiata in senso psicologico, ho una madre, ma è successo che con l'età (60 anni) fa male, fa male, qualcosa deve già far male, e la mamma lo percepisce come qualcosa di brutto, e come vivere ora, ero molto preoccupato, fortemente supportato. Ero preoccupato e alla fine ho iniziato a notare dopo me stesso che ero diventato molto irritabile, il mio umore poteva cambiare molto rapidamente, un sentimento di paura, ansia, cercando di sistemarmi e accettare tutto così com'è, questa è la vita e devi cambiare qualcosa, ma devi sta solo perfezionando e vivendo, ma non posso convincere o convincere mia madre di questo, ma sento che potrei non essere abbastanza per così tanto tempo, sì, è mamma, ma ho i miei figli che vogliono vedermi come una persona normale, e Mi divampano come un fiammifero. Forse puoi consigliare. Quindi non ho problemi di salute, ma accetto solo quello che ho e convivo.

  12. Ciao È successo così che una volta ero molto spaventato da un cane amichevole per me: il cane di un amico (una femmina Rottweiler), che conosco da un cucciolo, ma ancora un po 'cauto. Il cane è molto bravo e ha dei buoni proprietari, quindi il punto è in me.
    Uscirono a fumare e io, come non fumatore, rimasi sul divano. Il cane si avvicinò, ho iniziato ad accarezzarla. Si arrampicò sul divano, ma decisi di allontanarla, perché non l'avevano lasciata entrare. Mi alzai, le mostrai la strada, scese, mi sedetti e improvvisamente mi resi conto che la stavo guardando nei suoi occhi. L'orrore rotolò con una forza terribile. Ha tenuto il mio sguardo, ma non volevo dirottarlo, perché pensavo che sarebbe stato anche peggio. Voleva avvicinarsi, ma, come ho capito ora, non con aggressività, ma poi mi è sembrato che anche se fosse fuori dalla porta, si sarebbe rotta e attaccata. Poi in qualche modo ha iniziato a innervosirsi e ho deciso di tenerla fino all'arrivo dei proprietari. Erano sorpresi. La mia paura era molto forte. Per molto tempo ho pensato a come è successo e ho capito cosa avrei dovuto lasciar passare attraverso me stesso, ho iniziato a temere intensamente e immaginare un possibile risultato, e per me è diventato più facile. Solo ora ho capito cosa mi ha aiutato.
    Un'altra volta, ha ripetuto. Rimasi in piedi accanto al balcone e sentii il cane che strillava, mi voltai, mi voltai e all'improvviso cominciai ad avere paura, dopodiché andai sul balcone con grande orrore e chiusi la porta. Andammo tutti nella stanza. Ci furono un paio di attacchi di panico, tanto che il cane lo profumò da un'altra stanza e si sdraiò vicino. Non capivo ancora se voleva proteggermi o aveva paura per i proprietari, perché con la paura l'aggressività è possibile. Poi la paura passò al secondo cane, tanto che mi notò senza vedere. Perelegla. E in generale, la paura è cresciuta quando ho pensato a un cane.
    Sulla strada di casa, il cucciolo era spaventato, ma non c'era nulla. A casa avevo quasi paura del gatto.
    Poi ha iniziato a provare paura di alcune persone.
    Raramente vedo il mio cane ora, beh, dopo quasi mi sono spaventato, ma mi sono reso conto che era il nostro cane. Nel corso del tempo, pensò di lasciarsi andare e iniziò a ridurre la distanza dai cani di passaggio.
    Ora, per qualche motivo, è difficile non guardare i cani comunque, e anche senza paura. Oggi, notando la strada in arrivo, ha attirato l'attenzione su di essa. Lo sentì e cominciò a guardarmi intensamente negli occhi, non portandoli via, ma corse via, e io provai un altro stress, le mie gambe erano un po 'portate via. Più tardi ho visto un cane adolescente con i proprietari, ma sono fuggito dal conflitto senza guardarlo, altrimenti non avrei evitato, avevo paura. Tornò a casa e ad un certo punto cominciò a temere il gatto, non vedendolo, in qualche modo respinse la sua paura, poi iniziò a leggere qui, accettò la paura e divenne un po 'più facile.
    Cosa mi puoi consigliare?

    • Ciao Eugene.
      Nel tuo caso, è importante elaborare la tua paura con la femmina Rottweiler in presenza di amici. Il tuo compito è quello di essere calmo, rilassato e parlare con il cane, accarezzandolo. In presenza di amici non ti succederà nulla, il cane ti ricorda, perché è cresciuto sotto i tuoi occhi - questo dovrebbe tirarti su di morale.
      In caso di fallimento, si consiglia di visitare un terapista. Poiché solo un medico può determinare la psicologia della malattia e lo stadio della sua formazione. Lo specialista prescriverà un trattamento che allevia la paura cronica degli animali e aiuta a superare il dubbio. Inoltre, il trattamento psicoterapeutico è prescritto per i farmaci. La paura del cane cura con successo l'ipnosi.
      Spesso non puoi evitare di incontrare un cane per strada. In questo momento, è importante ricordare che i cani avvertono acutamente la paura di una persona dell'odore del sudore e del suo comportamento, che suscita l'istinto del cacciatore nell'animale. Pertanto, quando incontri anche il cane più terribile della strada, sii calmo e procedi lentamente. Non puoi accelerare i gradini, correre, guardare il cane direttamente negli occhi, né puoi andare dritto verso di esso senza rallentare, piegarti verso il cane e allungare le braccia verso di esso.

      • Grazie Aiuto =)
        Ma un'altra domanda. Se la situazione è già diventata in conflitto. Se il cane ha già profumato la mia paura e ha iniziato a guardarmi negli occhi, sono nel panico. Non riesco a staccare gli occhi, perché la sensazione che non ci sia nulla oltre a lui. Stupor. Come uscire da questo stato? Non combattere la paura, ma accettare? O fai qualcosa come gli esercizi dall'articolo? Sono efficaci, solo che ho riformulato un po ': "... Non lo voglio ancora (non lo voglio).", "... Eppure non ne ho bisogno." Ma non so della situazione specifica.

        • Eugene, se è successo che "Non riesco a staccare gli occhi, perché la sensazione che non ci sia nulla oltre a lui. Stupor. Come uscire da questo stato? ”, È necessario abbassare la testa, tenendo il cane in vista e allontanare lentamente la testa dal cane. Pertanto, questo servirà come segnale per il cane che non sei un pericolo per esso.
          È severamente vietato guardare negli occhi di un cane (anche se sei calmo e non hai paura di lei), quando cattura lo sguardo di una persona, lo percepisce come una minaccia estroversa. E se un'altra persona si avvicina a lei, guardandola attentamente negli occhi, il cane attaccherà.
          “Non combattere la paura, ma accetta? O fai qualcosa come esercizi dall'articolo? ”- La conoscenza della psicologia umana è in qualche modo diversa dagli istinti del comportamento animale. Ad esempio, i rappresentanti canini raramente si guardano negli occhi, poiché questo è considerato un comportamento minaccioso. Nell'uomo, d'altra parte, il contatto visivo è molto importante - deve esserlo.

  13. Buon pomeriggio Ho una situazione del genere. Ho 31 anni. Essendo uno studente, e dopo la laurea, ero calmo riguardo alle macchine e alla guida. E letteralmente circa 3 anni fa, dopo un breve viaggio in auto dalla nostra macchina, l'autista è andato a sorpassare su una stretta autostrada, anche se non c'era emergenza, avevo ancora paura di guidare una macchina. Quando entro nella macchina di qualcuno e la macchina inizia a muoversi, ho così paura che le mie gambe si stanno raffreddando e io mi sto sentendo male. E quando il marito guida, non si presenta uno stato del genere: come sbarazzarsi di tale paura? Per favore aiutatemi.

    • Ciao Lyailim. Devi elaborare la tua paura con un terapista.

    • Penso che sia collegato al fatto che al momento non si accettava che si potesse soffrire seriamente e che la sensazione di paura era associata a sentimenti schiacciati, dal momento che è più facile entrare in questa situazione piuttosto che pensare a come tutto potrebbe essere terribile. C'è solo una via d'uscita, mettersi al volante e aggiungere velocità per vivere attraverso i vecchi sentimenti e lasceranno andare.

  14. In me, la paura della colpa senza motivo è inutile, parlare di qualcosa che è trash, sembra che la spazzatura sia disprezzata e io odore di chervony come vino, anche se non voglio preoccuparmi di tutto.

    • Buon pomeriggio, Yarina. Così spesso vydchuttya si insinua nelle persone di un tipo disturbato con una bassa autostima e una sorta di espansione dell'empatia. È un'empatia molto debole perdersi alla stazione dello stress permanente, sperimentare la difficoltà della vita, i problemi di altre persone, le paure dovute alla reinstallazione emotiva.
      Si prega di essere consapevoli dei prossimi articoli:
      / nizkaya-samootsenka /
      / trevozhnost /
      / empatiya /

  15. Buon pomeriggio Ricopro una delle posizioni di vertice dell'azienda, che prevede la comunicazione con gli organi di controllo e direttamente con il proprietario dell'azienda. Quando comunico con il proprietario dell'azienda, mi aspetto sempre un conflitto con lui. Per tutto il tempo trascorso in azienda, tali conflitti si sono verificati e risolti. Ma dopo di loro tutto il tempo in uno stato di aspettativa. Una situazione simile quando si comunica con le autorità di regolamentazione, per tutto il tempo in cui si aspettano alcuni problemi da loro, anche una chiamata regolare porta allo stress. Respirazione frequente e raffreddore allo stomaco. Come forzare te stesso, non percepire tutto in questo modo, ma lo tratta in modo diverso. Grazie

    • Ciao Vladimir.
      Ciò di cui scrivi: uno stato di aspettativa, lo stress derivante da una chiamata delle autorità di regolamentazione è attribuito alla paura delle aspettative o alla paura libera senza motivo. Si chiama anche paura nevrotica. Sotto l'influenza di questa paura, le persone si aspettano sempre il peggio, vivono in previsione di guai.
      Puoi superare questa condizione se consideri la tua paura come dall'esterno. Senti il ​​momento della paura e immagina separatamente ogni muscolo teso, freddo nello stomaco, gambe rigide, mani intorpidite, ascolta il battito del tuo cuore, respiro frequente, senti il ​​caos nella testa. E poi strappati mentalmente da questo corpo spaventato e risolutamente dirti: "La paura non sono io!"
      “Quando comunico con il proprietario dell'azienda, mi aspetto sempre un conflitto con lui. Per tutto il tempo trascorso in azienda, tali conflitti si sono verificati e risolti. Ma dopo di loro tutto il tempo in uno stato di aspettativa. "- Preparati così:" I conflitti nell'ambiente aziendale sono un processo necessario per portare un'azienda a un nuovo livello di sviluppo. Ci sono stati, ci sono e saranno sempre conflitti. ”
      Prendi il conflitto come uno strumento, poiché la paura dello scontro è generata dall'incertezza sulla possibilità di una risoluzione riuscita del processo del conflitto. Prendi qualsiasi conflitto come una definizione di posizioni e punti di vista, nonché opportunità per mostrare il proprio potenziale.

      • Buon pomeriggio, ho la seguente domanda. Tu, nella maggior parte delle risposte, consigli di ricorrere a una sorta di auto-suggerimento, ma il problema è che io percepisco l'auto-suggerimento come auto-inganno, e non una persona affatto suggestiva. Pertanto, sono scettico su tale consiglio. In poche parole, non ci credo. In realtà, non accetto nulla sulla fede fino a quando non ricevo prove esaustive. Sorge una situazione spiacevole, capisco che c'è un problema, ma non credo che sia risolvibile, ad esempio, mediante la psicologia. Ho bisogno di alcuni rinforzi solidi. Ad esempio, so che le paure e l'ansia sono ben bloccate dall'alcol (non ho bisogno di credere qui, questo è verificato in pratica), ma per ovvi motivi, questa non è una soluzione accettabile. Temo davvero di avere seri problemi ultimamente. Ero alla ricerca di modi per risolverlo, ma non riuscivo a trovare quelli accettabili. Consigli cosa fare? L'opzione più accettabile per me sarebbe la farmacologia. Ma a giudicare dalle informazioni che sono riuscito a ottenere, non sarà particolarmente utile in tali questioni.

        • Ciao Alexander. Per usare il potere del cervello, non è necessario conoscere le leggi della fisica o comprendere l'essenza della realtà: non è necessario conoscere il dispositivo carburatore o il sistema di accensione per guidare un'auto.
          Una persona ha due "io": coscienza e subconscio. La coscienza che sentiamo, riflette solo. Si considera intelligente, incredulo, ma nel complesso è stupido. Siamo controllati da un secondo "io" - il nostro subconscio, che non sentiamo nemmeno. Quindi siamo disposti. E questo subconscio ha i suoi programmi stabiliti dall'esperienza di vita. L'esperienza di vita pone nella mente subconscia molti programmi che percepiamo automaticamente. Determinano il nostro comportamento in varie situazioni (chiudendo le porte, guidando, mangiando, bevendo e paure).
          Il subconscio umano non capisce la differenza tra fantasia e realtà - capisce tutto alla lettera. Tutti gli psicotecnici del mondo usano questo, la magia, le religioni, la pubblicità, ecc. Sono costruite su questo postulato. Quindi, questi programmi dannosi che possono bloccare la vita possono essere cancellati e sostituiti con programmi nuovi, buoni e di alta qualità. Introdurre uno stile di vita sano o un programma di fiducia in se stessi, ad esempio.
          L'alcol disinibisce gli istinti di base, inclusa la paura. Per sbarazzarsi della paura, è necessario comprendere le ragioni che l'hanno portato.
          L'istinto di autoconservazione ha una stretta connessione con la paura. L'alcol non elimina la paura, rimuove i freni per un po 'e l'istinto di autoconservazione è attenuato. I farmaci di farmacopea aiutano ad alleviare, ad esempio, l'ansia nervosa o l'ansia da ansia, in modo sintomatico, senza eliminare il problema.
          Il sollievo dalla paura inizia con un'opinione positiva di te stesso. Sappi che dentro di te c'è una Forza in grado di superare tutto ciò che blocca il tuo cammino. Usa affermazioni positive per rafforzare le tue opinioni fino a quando il tuo subconscio le accetta come un fatto, mettendo al suo posto la paura.
          La fase successiva è la volontà di affrontare il fallimento faccia a faccia. Prima di intraprendere una nuova attività, chiediti: "Cosa potrebbe accadere nel caso peggiore?" Preparati mentalmente a un possibile fallimento. È molto importante separare questa prontezza dalle aspettative. Mentalmente, devi essere preparato al peggio, e solo in questo caso una persona avrà la fiducia necessaria per affrontare con successo i problemi più difficili.
          Ti consigliamo di familiarizzare con:
          / podsoznanie /
          / soznanie /

          • Hmm ... In qualche modo aspro, senza offesa. Il problema principale è che, in linea di principio, non mi piacciono tutti questi concetti. Non mi fido davvero della psicologia come scienza, se è appropriato chiamarla scienza. Questa è una specie di trapunta patchwork, infatti, non esiste una terminologia generale (in diverse scuole, lo stesso termine è usato per concetti diversi) Un numero enorme di classificazioni diverse, approcci diversi (spesso opposti) tutto ciò non ispira fiducia. Ad esempio, la frase "Dobbiamo introdurre un programma" si basa sul messaggio che ciò può essere fatto. Ma non ci credo, non credo nei "miracoli" del subconscio. Se la coscienza dice che tutto è male, nessun subconscio lo correggerà, come mi sembra. E la mia coscienza si basa su fattori completamente oggettivi, solo leggermente ipertrofei tutto è possibile (e forse no). Al centro delle mie paure ci sono meccanismi evolutivi abbastanza familiari, istinto di autoconservazione, paura del dolore. Non mi sono mai stati dati vari allenamenti automatici e frasi motivanti non mi hanno aiutato, come alcuni hanno fatto. Hai detto che la mente subconscia non capisce la differenza tra fantasia e realtà, ma l'esperienza di vita si ottiene sulla base di eventi reali, e io non capisco come puoi cambiare la percezione di questi eventi, e non ci credo. Qui prendiamo ad esempio la paura di gravi interventi medici, basati su ciò che è accaduto in passato un errore medico, che ha portato a gravi conseguenze. Mi sembra del tutto naturale che una persona inizi dopo quella paura dei dottori. Per quanto abbiano cercato di spiegarmi prima, è necessario convincersi che gli errori sono rari, il che significa che non c'è molto da temere. Ma può essere, e nel mio caso c'erano già 4 di questi errori, due dei quali, con una differenza di 14 anni, hanno portato alla morte clinica. Bene, come sto dopo questo, non posso avere paura di tali interventi? Sai, in un certo senso, mi sembra che la psicologia funzioni su un certo effetto placebo. Ma l'effetto non funziona particolarmente se il paziente sa che sta assumendo un manichino. Mi rendo conto di avere problemi, in un certo senso problemi molto seri. Non sono un fan dell'automedicazione, capisco che puoi trovare sintomi adatti a qualsiasi malattia "tranne la febbre materna", ma secondo il questionario, ho, ad esempio, BJD, e anche i sintomi sono adatti per il disturbo d'ansia, ma qui tutto è un po 'più complicato, l'ansia personalità, lo dirò dalla nascita. Ora sto cercando di capire da solo se la tua "scienza" può aiutarmi a risolvere i miei problemi o venire dalla parte di più scienze naturali.

    • Prima di tutto, lavorerei con la percezione della critica rivolta a me, che a sua volta deriva dal perfezionismo e dalla bassa autostima. Mi aiuta a capire che queste persone non significano davvero nulla per me, quindi perché dovrei vivere secondo la loro valutazione, vivo per me stesso e per il fatto che siamo tutti persone e talvolta facciamo errori e perdiamo di vista qualcosa. Grazie

  16. Buon pomeriggio
    Le situazioni di conflitto o la discussione individuale su questioni importanti, ad esempio, con i superiori sono accompagnate da reazioni specifiche, come una leggera balbuzie, debolezza e, soprattutto, le mani iniziano a stringere. Tutti i tentativi di frenarli non portano a un risultato, cioè hanno un carattere subconscio.
    Come identificare in modo indipendente la fonte del problema e come padroneggiare le reazioni inconsce?

    • Buon pomeriggio, Radik. Per raggiungere il successo con i propri sforzi, è necessario quanto segue: identificare quali paure, bisogni, coscienza non si libera dall'area subconscia; per trovare e comprendere pensieri che si ripetono molte volte al giorno e non ti permettono di vivere in pace; capire cosa vuole e in cosa ha creduto la coscienza; comprendere e studiare le reazioni della coscienza alle innovazioni che contraddicono il programma precedentemente previsto nel subconscio. È abbastanza difficile farlo da soli.
      Una spiegazione del modello comportamentale di una persona, le sue azioni, sono impostazioni programmate nel subconscio. Nella maggior parte dei casi, una persona le pone in modo indipendente, sopprimendo le forti emozioni, soccombendo alle proprie paure e ansie, pensando in modo distruttivo. Anche il ruolo dell'educazione dei genitori, l'influenza di altri parenti significativi, gli adulti, che infondono norme di comportamento, atteggiamenti morali ed etici sin dalla tenera età e che trasmettono inconsciamente i propri programmi subconsci, è anche grande. Va notato l'influenza della società, i media, che gettano costantemente vari programmi distruttivi nel subconscio.
      Padroneggiare le reazioni subcoscienti aiuterà:
      un modo di visualizzazione, che consiste nella rappresentazione mentale di se stessi in determinate circostanze, giocando una situazione che non si è ancora verificata. Il metodo si basa sul fatto che devi immaginarti di avere ciò che vuoi, ottenere ciò che vuoi. A tal fine, usando la tua immaginazione (in un'atmosfera rilassata), immagina di essere fiducioso, gioca in anticipo le situazioni in cui comunichi con il tuo capo. Immagina di essere rilassato, fiducioso, di facile successo, anche se queste situazioni nella realtà causano paura, ansia, tremore delle mani e balbuzie.
      Di 'a te stesso: "Posso fare tutto", "Sono calmo", "Ci riuscirò". Il metodo di auto-suggerimento è efficace anche nel lavorare con il subconscio.
      Un ragionevole metodo di difesa psicologica è questo: se vuoi fuorviare il capo, allora dì semplicemente "Stop, stop!" E fingendo di non aver capito, chiedigli di nuovo (puoi semplicemente ripetere la sua ultima frase con una situazione interrogativa). Ciò interromperà il "programma" di attaccarti.
      Il ruolo principale nel raggiungimento del risultato desiderato è svolto dalla pratica e dalla perseveranza.

      • Grazie mille per la risposta dettagliata e informativa. Il tuo chiarimento mi ha dato risposte a molte domande. E infine, vorrei chiederti consigli su strumenti che mi aiutassero a identificare paure ed esigenze. Quali tecniche proiettive sono più efficaci e semplici secondo la tua opinione professionale?

  17. Ciao Ho 23 anni. Di recente mio marito mi stava prendendo in giro e mi ha coperto con una coperta. Ho avuto uno scatto d'ira. Ero molto spaventato. E oggi, con uno scherzo, mi ha chiuso la bocca con la mano, di conseguenza, lacrime, isteria, tremore in tutto il mio corpo. Forte panico.
    Cosa potrebbe essere?

    • Ciao Lera. La tua condizione è simile alla claustrofobia. Non è lo stesso spazio chiuso che ti spaventa: la coperta, la bocca chiusa dalla mano, ma il fatto che l'ossigeno può finire.
      Ti consigliamo di familiarizzare con:
      / klaustrofobiya /

  18. Benvenuto! Ho un tale problema, sono costantemente perseguitato dalla paura della morte! Anche nel pomeriggio quando ero occupato con qualcosa, non ci penso, ma più vicino alla notte tutto era tornato e non potevo farci nulla, e mi sembra che in qualche modo stia male, anche se sono stato dal dottore non molto tempo fa e ho superato i miei test e detto che va tutto bene, ma da questa paura, anche mani e piedi tremanti causano vertigini rare! Ma ho paura di contattare uno psichiatra qui, abbiamo uno psichiatra così che urla sempre! Dio non voglia, determina ancora nel manicomio! Dimmi cosa devo fare !?

  19. Buon pomeriggio Dimmi, come viene superato? Supponiamo che la paura di comunicare con le persone paralizzi letteralmente tutto il corpo.

    • Ciao Alexander. Paura del contatto o della comunicazione con altre persone: l'antropofobia viene superata con l'aiuto di uno psicoterapeuta.

  20. Ciao Vivo in una piccola città e non abbiamo gli specialisti appropriati che potrei contattare. A volte ho attacchi di paura, mi sveglio nel cuore della notte, il cuore mi batte forte, ho voglia di dormire, chiudo solo le palpebre, di nuovo tutto inizia. Ho paura di andare a letto. E così cammino tutta la notte, non posso sedermi a casa e vagare per la strada di notte. Se rimani sul posto, allora c'è il panico che qualcosa mi accadrà. Nel pomeriggio va tutto bene. Potresti consigliarmi o prescrivere qualcosa. Grazie in anticipo

    • Ciao Kanatbek. In ogni caso, è necessario contattare il terapeuta e il cardiologo per i reclami. Ti verrà prescritto un esame e un trattamento adeguato. Per alleviare i sintomi fastidiosi, consigliamo Magne-B6. Prima di iniziare a prendere Magne-B6, è necessario acquisire familiarità con le controindicazioni disponibili.

  21. Ciao, dopo aver analizzato gli ultimi 10 anni, mi sono reso conto che avevo paura che qualcosa vivesse in me. Prima, avevo costantemente paura della gravidanza, acquistavo continuamente test, mi calmavo per un po 'e di nuovo iniziavo a temere di notte. Ora, dopo aver dato alla luce un bambino, temo di poter avere dei vermi. Ho bevuto le pillole, ho consegnato i test e ho ancora paura, ma all'improvviso non ho lavato bene i miei prodotti o le mani e mi sono infettato. Mi calmo di giorno e, nel mezzo della notte, mi sveglio e comincio ad avere paura. Cosa dovrei fare?

  22. Ho un problema, sei mesi fa hanno realizzato ponti dentali. Non potevano ancora adattarsi sia all'altezza che al morso. Ho iniziato a bere sonniferi, ho lasciato questo dottore, era difficile trovarne un altro per assumere il lavoro di qualcun altro. Ho iniziato a farmi prendere dal panico, ho smesso di mangiare, ho perso peso a 55 kg in due mesi e sembrava uno scheletro. Ho iniziato a tremare, qualcosa di simile a un vulcano stava accadendo all'interno. Non potevo né sedermi né mentire, ma camminavo solo da un angolo all'altro e aspettavo la notte per prendere i sonniferi. E così un paio di mesi fino a quando il medico ha prescritto l'antidepressivo mitracipin15. Ho trovato un dentista e ha fatto dei ponti, tra due settimane inizierà a cambiare la cima, perché hanno già più di 20 anni e inoltre sono stati interrotti in alcuni punti. Nonostante ciò, ho ancora paura e da qualche parte nel mio stomaco un sentimento ansioso. Bevo tre volte al giorno un tè rilassante di lavanda e valeriana, a volte un po 'calmante. Oggi ho comprato Sedariston. Aiuto, non voglio assumere antidepressivi durante il giorno, cosa devo fare?

    • Ciao Lyuba. Sedariston è una buona preparazione a base di erbe, ti permetterà di calmarti, stabilizzare il tuo umore e rendere più facile addormentarti. Un effetto positivo nel trattamento si ottiene in due settimane, proprio in questo momento i ponti verranno montati e lo stato d'animo si riprenderà gradualmente.

  23. Quando ho dovuto affrontare il problema della paura, ho deciso di contattare uno specialista, dove ho scoperto di avere attacchi di panico. Sono stato trattato per questo con l'aiuto del farmaco Phenazepam. Consiglio vivamente se hai lo stesso problema. Questo farmaco ha iniziato ad aiutarmi quasi immediatamente. Quando ho iniziato a prenderlo, ho iniziato a sentirmi più calmo. Dopo il corso, finalmente tutto è passato.

    • Aiuta davvero. Avevo l'ansia e sono andato dal dottore. E mi è stato anche prescritto il fenazepam. Ho avuto un corso di 14 giorni 3 mg al giorno. Di conseguenza, non avevo preoccupazioni. Anche se all'inizio sembrava che non avrebbe aiutato.

  24. ciao, mia madre, 67 anni, ha recentemente avuto un costante senso di paura, le sembra che tutti la stiano origliando, sta cercando di parlare in un sussurro in modo che nessuno possa sentirla, come aiutarla?

    • Ciao Tatyana. Si consiglia di contattare uno psichiatra o uno psicoterapeuta per assistenza.

      • Ciao, mi chiamo Igor, ho 25 anni. Il problema è che nella minima situazione negativa, provo una paura molto forte, che è accompagnata da un battito cardiaco molto forte, debolezza, a volte tremore del corpo ... L'ho fin dall'infanzia, e fino ad oggi con me .. Non sono una persona debole fisicamente, ma cosa Per quanto riguarda il negativo, sono molto timido. La tachicardia è apparsa ... La salute sta gradualmente zoppicando ... Cosa potrebbe essere? Cosa dovrei fare?

  25. Buona giornata a tutti!
    Ogni paura ha una causa, un inizio e uno sviluppo. Vorrei dirtelo, non automedicare e non mi aspetto un aiuto sotto forma di suggerimenti. Contatta uno specialista. Le paure vengono corrette dal lavoro psicoterapico e dalla terapia farmacologica allo stesso tempo e con successo.
    Supera la paura maaaalenky di psicologi, psicoterapeuti, contatti e ti aiuteremo!
    Sinceramente ti auguro di superare le tue paure! Un uomo può fare qualsiasi cosa!

  26. Ho paura delle macchine, ho paura di uscire, ho paura delle persone, dei cani, ubriachi. Questa è una reazione avversa all'assunzione di ART. Non voglio cambiare terapia. Ne ho provati diversi, mi sono fermato a quello che mi è venuto in mente di più. Non ci sono più effetti collaterali. Solo un irresistibile sentimento di paura. Mebikar e Adaptol non aiutano più.

  27. Ciao Mi chiamo Lana. Ho 24 anni, sono sposato. Tutto va bene in famiglia. Ma dopo un anno fa ho lasciato il mio lavoro, non posso andare da nessuna parte, dopo un colloquio di successo rifiuto i buoni datori di lavoro. Ho gravi attacchi di paura, soprattutto di notte, le mani e i piedi stanno sudando, il battito del mio cuore batte forte, non riesco ad addormentarmi fino al giorno successivo, voglio scappare da qualche parte e a volte sparire. Mi distraggo, il mio intelletto evapora. È difficile per me guidare una macchina. E in generale, sto iniziando ad astrarre me stesso dal mondo esterno, diventa difficile percepire nuove informazioni senza applicare sforzi a questo. Posso sedermi a lungo guardando il vuoto e non formulare un solo pensiero, solo un flusso caotico di pensieri. Quanto è grave?

  28. Non capisco cosa c'è di sbagliato in me. In primo luogo, ho paura della paura stessa, mi sembra che sto impazzendo. In secondo luogo, ho paura della forza che tira a morte non per volontà dell'uomo. Grazie

  29. Mi chiamo Anton e mi è stata diagnosticata una crisi di attacchi di panico. Inoltre, stemma e gastroduodenite. Sono costantemente tormentato dalla paura che morirò, da qualche parte da qualche parte punge tutto, ho bisogno di un'ambulanza! pressione 130 \ 90 tutto ha bisogno di un'ambulanza. Attacca bruciore al petto, pressione, nausea, dolore agli occhi, ci sono crampi alle mani e pelle d'oca sulla parte posteriore del collo e della testa. Cosa non lo so.

    • Anton, elimina le situazioni psico-traumatiche dalla tua vita, evita lo stress. Hai sicuramente bisogno dell'aiuto di uno psicoterapeuta (psichiatra) che prescriverà un trattamento adeguato. Nel tuo caso, la chiave per il successo del trattamento sarà una partnership con il tuo medico.

  30. Qui, come probabilmente tutte le persone, tra l'altro, provo un senso di paura durante il sonno, quando mi chiamano assonnato, mi rallentano, mi svegliano per qualche motivo. Come svegliare una persona che dorme profondamente in modo che non abbia paura? Ecco un esempio: una volta ho dormito una volta di notte e ho pianto in un sogno. E attraverso un sogno ha sentito mio fratello chiamarmi dal letto successivo. E questo mi ha spaventato. Ho smesso immediatamente di piangere. E nella mia mente c'era ancora paura, come se mio fratello non venisse da me e iniziasse a impedirmi di dormire. Penso che sarebbe più corretto chiedermi più tardi, quando io stesso mi svegliavo, perché ho pianto in un sogno, che cosa ho sognato? Non è vero?

    • Oleg, hai assolutamente ragione. I medici-sonnologi non raccomandano di svegliare bruscamente una persona che piange durante il periodo di sonno, ma consigliano solo di controllare attentamente per vedere se qualcosa interferisce con il sonno, mentre accarezza e rassicura con parole tranquille.

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.