Lo sviluppo del pensiero nei bambini

sviluppo del pensiero nella foto dei bambini Lo sviluppo del pensiero nei bambini è indissolubilmente legato alle attività pratiche delle briciole. L'attività cognitiva è considerata una struttura specifica della cognizione umana. Ecco perché ogni arachide, dopo essere nata, inizia a imparare cosa sta succedendo intorno, l'ambiente, l'ambiente, l'essenza delle cose e la natura dei fenomeni, per cercare la relazione tra loro. In un periodo di età leggermente superiore, il bambino impara a ragionare, immaginare, fantasticare, inventare e presentare correttamente i pensieri personali. Pertanto, il compito dell'ambiente adulto delle briciole è quello di educare, promuovere la loro formazione e attività mentale indipendente. Per trasformare questo compito in realtà, gli adulti devono capire che ci sono caratteristiche specifiche dello sviluppo del pensiero nei bambini.

Innanzitutto, si tratta di uno sviluppo del pensiero in tre fasi nei bambini in età scolare. Il primo è il pensiero visivo sviluppato, che si trasforma gradualmente dall'efficace al figurativo. Nella terza fase viene organizzato il pensiero logico-verbale. In altre parole, nella fase iniziale, il piccolo svolge solo compiti primitivi (rotazione, rotazione). Il passo successivo è segnato dall'emergere di un pensiero soggetto concreto, in cui il bambino non ha bisogno di usare le maniglie per un'immagine figurativa di azioni. Nella fase finale, viene sviluppata la capacità di pensare logicamente in modo astratto, cioè usando le parole.

Lo sviluppo del pensiero nei bambini in età prescolare

Nei bambini in età prescolare, la funzione mentale si basa sulle idee. La loro attività mentale diventa non situazionale, andando oltre i confini degli eventi percepiti e ampliando significativamente i limiti della conoscenza grazie alla capacità di eseguire varie operazioni attraverso rappresentazioni e immagini.

Le trasformazioni che si verificano nell'attività mentale delle briciole sono principalmente associate alla creazione di interconnessioni sempre più strette di operazioni mentali con lo sviluppo del linguaggio. Tali relazioni portano all'emergere di un processo di pensiero approfondito, alla trasformazione della relazione tra funzionamento pratico e intellettuale, quando la funzione di pianificazione inizia a svolgere il discorso e alla formazione frenetica di operazioni mentali.

Caratteristiche dello sviluppo del pensiero nei bambini.

Le operazioni di pensiero sono chiamate una sorta di attività teorica e manipolazioni pratiche che comprendono le azioni e le tecniche di un carattere orientato alla ricerca, trasformativo e orientamento cognitivo.

L'attività cognitiva è il più alto grado di cognizione della realtà da parte di una persona. Le basi sensoriali del pensiero sono considerate sensazioni e rappresentazioni. Grazie ai sensi, che sono gli unici canali della relazione tra il corpo dell'individuo e l'ambiente, l'informazione entra nel cervello. Il suo contenuto viene elaborato dal cervello. Il pensiero si forma sulla base di percezioni e sensazioni.

L'attività cognitiva si intreccia indissolubilmente con gli elementi del linguaggio, in particolare i meccanismi uditivi e del motore del linguaggio. Inoltre, le operazioni mentali sono fortemente associate alle manipolazioni pratiche delle persone. Poiché ogni manipolazione richiede che gli individui pensino, che tengano conto delle condizioni delle operazioni, della pianificazione e dell'osservazione. Attraverso l'attività, un individuo ha determinati compiti. Pertanto, la condizione principale per l'emergere del pensiero è la presenza di attività pratica.

Pertanto, i processi di pensiero sono una funzione specifica del cervello, il risultato delle sue operazioni analitiche e sintetiche. Il pensiero è fornito dal funzionamento di entrambi i sistemi di segnalazione, tuttavia, il secondo sistema di segnalazione svolge un ruolo chiave in questo.

Una caratteristica specifica della funzione del pensiero è la sua mediazione, che consiste nel conoscere indirettamente ciò che è impossibile da capire direttamente. Cioè, i soggetti percepiscono alcune proprietà attraverso gli altri, l'ignoto attraverso il familiare. Le funzioni di pensiero dipendono sempre dalle informazioni ottenute attraverso l'esperienza sensoriale e dalle informazioni teoriche ottenute in precedenza. La conoscenza indiretta è comprensione mediata. La prossima caratteristica caratteristica dell'attività mentale sarà la generalizzazione. La generalizzazione come comprensione del generale e della base in eventi e oggetti della realtà è possibile grazie all'interconnessione di tutte le proprietà di tali eventi o oggetti. Il generale esiste ed è espresso esclusivamente in modo separato e concreto.

Nei bambini in età prescolare, continua la formazione di una forma efficace di funzione mentale. Non scompare, ma migliora e passa a un gradino più alto. Nella fase dell'età prescolare senior, l'effettiva individuazione di una soluzione a un compito è preceduta dalla sua risoluzione mentale, presentata in forma verbale. Di conseguenza, l'essenza delle azioni prodotte dalla briciola viene modificata. Le arachidi di tre anni comprendono solo l'obiettivo finale che deve essere raggiunto. Allo stesso tempo, i bambini non notano le condizioni per risolvere il compito. Di conseguenza, le loro azioni sono irregolari. Il chiarimento dell'incarico rende le loro manipolazioni più problematiche e ricercabili.

I bambini in età prescolare più anziani stanno già eseguendo azioni esecutive, poiché il compito è risolto mentalmente dal bambino, cioè prima dell'inizio dell'azione, vengono risolti verbalmente. Di conseguenza, anche l'essenza del processo di attività mentale cambia. Da un pensiero efficace si trasforma in verbale, pianificazione, critica. Ma allo stesso tempo, la forma efficace di operazioni mentali non si adagia e non si congela, rimane in riserva e nel corso di una collisione con nuovi compiti mentali, il bambino si rivolge di nuovo a un metodo efficace per risolverli.

Tali trasformazioni nel processo di operazioni mentali sono dovute a:

- un numero crescente di operazioni eseguite dalla briciola, assimilando l'esperienza dell'adulto più profondo e più versatile;

- esigenze crescenti adeguate alle capacità del bambino, che lo incoraggiano a cercare e risolvere problemi più diversi e svolgere compiti complessi;

- la crescente importanza del discorso.

Poiché il gioco è il tipo di attività predominante di un bambino in età prescolare, è in esso che puoi trovare risorse che aiutano a implementare in modo non violento il corretto sviluppo del pensiero legato all'età nei bambini in età prescolare più grandi.

Entro la fine del periodo prescolare, la formazione di un'operazione visiva-figurativa del pensiero raggiunge un grado più elevato e inizia a sviluppare il pensiero logico, che contribuisce alla formazione della capacità delle briciole di distinguere segni significativi e proprietà essenziali degli oggetti della realtà, l'emergere della capacità di confrontare, generalizzare e classificare. La formazione del tipo di pensiero descritto si verifica attivamente nel periodo di età da un anno e mezzo a cinque anni.

Quando si risolvono compiti con un risultato indiretto, i bambini di cinque o quattro anni iniziano a passare da operazioni esterne con oggetti a operazioni con immagini di questi oggetti prodotti nella mente. Pertanto, viene sviluppata una funzione mentale visiva-figurativa basata sulle immagini o il pensiero immaginativo si sviluppa nei bambini. Durante l'operazione visivo-figurativa, le immagini visive vengono confrontate, a seguito delle quali l'attività viene risolta.

La capacità di risolvere i problemi mentalmente nasce dal fatto che le idee utilizzate dalla briciola acquisiscono un carattere generalizzato.

Nei bambini in età prescolare di cinque anni, inizia a formarsi il pensiero logico-astratto, che consiste nell'eseguire operazioni attraverso le astrazioni - categorie che non sono in natura. L'attività di pensiero logico astratto è la più difficile. Esegue operazioni non con l'aiuto di immagini specifiche, ma attraverso concetti astratti complessi che sono espressi in parole. I bambini in età prescolare hanno solo i prerequisiti per lo sviluppo di questa forma di attività mentale.

I tratti psicofisiologici dei bambini dai cinque ai sei anni consentono loro di essere attivamente inclusi in tutti i tipi di attività lavorative organizzate e gestite dall'ambiente per adulti, il che garantisce l'educazione e lo sviluppo del pensiero più efficaci nei bambini in età prescolare più grandi.

Inoltre, sta emergendo l'attività mentale logico-verbale dei bambini, il che implica la presenza della capacità di eseguire operazioni con le parole e comprendere la logica del ragionamento.

Lo sviluppo del pensiero logico nei bambini in età prescolare dà origine ad almeno due periodi. Kroha padroneggia i significati verbali relativi agli oggetti o spiega le azioni con essi, impara a usarli per risolvere compiti nel primo periodo. Nel secondo periodo, il bambino comprende un sistema di concetti che denota le regole della logica del ragionamento e dell'atteggiamento.

Lo sviluppo del pensiero nei bambini con ZPR è caratterizzato da caratteristiche specifiche. Lo ZPR riguarda principalmente lo sviluppo ritardato di tutte le sfere della psiche e non alcuni processi. Le caratteristiche dei bambini che sono in ritardo nello sviluppo sono le deviazioni irregolari di varie funzioni della psiche. Pertanto, il compito più significativo sarà lo sviluppo del pensiero nei bambini in età scolare che soffrono di CRA, date le attività principali del livello di età.

Lo sviluppo del pensiero logico nei bambini

La base della razionalità umana sono i processi di pensiero logico. Con il suo aiuto, le persone vengono guidate nella realtà circostante, acquisiscono l'esperienza di vita necessaria e possono esprimere i loro pensieri. Il processo di pensiero logico è una forma di attività di pensiero, la cui essenza è l'operazione, basata sui principi di logica, giudizi, concetti, inferenze, il loro confronto e giustapposizione con le azioni.

Lo sviluppo del pensiero logico nei bambini in età prescolare può iniziare all'età di tre anni. È, essendo in questa fase di età, il piccolo è particolarmente interessato agli oggetti circostanti. Impara a riconoscere i colori, a distinguere gli oggetti in base alla configurazione e alle dimensioni.

Lo sviluppo dello stile logico del processo del pensiero dipende dallo sviluppo delle operazioni chiave dell'attività del pensiero e dalla loro formazione. Tali operazioni chiave includono classificazione, analisi e sintesi, giustapposizione e generalizzazione, astrazione e concretizzazione. Tutte queste operazioni sono interconnesse. Lo sviluppo di alcuni provoca lo sviluppo di altri. E la sintesi e l'analisi sono considerate la base di tutte le azioni logiche.

Va tenuto presente che proprio i bambini non sanno pensare in modo astratto. Inizialmente, viene sviluppato un processo di pensiero visivamente efficace e, poco dopo, si verifica lo sviluppo del pensiero figurativo nei bambini. La base per lo sviluppo della forma verbale-logica dei processi di pensiero è sviluppata, rispettivamente, con il potenziale di età, l'attività di pensiero visivo-figurativo. Pertanto, la mancanza di capacità di pensare in modo astratto non interferisce con lo sviluppo della logica nelle briciole più piccole. Per ogni fase del funzionamento mentale, ci sono alcuni compiti. Pertanto, non dovresti saltare sopra le scale, anche se le attività sembrano piuttosto primitive. Inoltre, non si dovrebbe separare il pensiero logico dal pensiero creativo.

Lo sviluppo del pensiero creativo nei bambini li incoraggia a fantasie e immaginazione e senza di loro lo sviluppo armonico delle capacità mentali è impossibile. Solo le classi complete sono in grado di formare una personalità pienamente intellettuale. C'è un'opinione secondo cui la forma creativa del pensiero è la forma primaria e naturale del funzionamento del cervello. Di conseguenza, le abilità creative sono presenti in tutto, ma sono espresse in diversi modi. Il pensiero stereotipato sorge a causa dell'influenza dei fattori sociali, prima di tutto, l'attuale concetto di formazione e del sistema educativo, che rallenta in modo significativo lo sviluppo della logica. Lo stadio creativo dell'attività mentale dovrebbe finire nella fase successiva - quella logica, costituita da standard e modelli.

Numerosi studi e ricerche indicano che lo sviluppo del pensiero nei bambini con ZPR è abbastanza significativamente dietro la norma di età, e soprattutto verbale e logico. I bambini piccoli, che svolgono compiti quasi correttamente, spesso non sono in grado di giustificare le proprie manipolazioni. Il fattore più importante che contribuisce direttamente alla formazione dei processi di pensiero dei bambini è la formazione di tecniche logiche.

Lo sviluppo del pensiero creativo nei bambini contribuisce alla formazione di uno stile logico di attività mentale. Dopotutto, la strategia per risolvere i problemi inizia con la determinazione del problema stesso e quindi si verifica un atto creativo, che rappresenta l'emergere di un'idea nuova, più efficace o semplice, quindi la verifica, quindi la verifica e, nella fase finale, l'implementazione.

Il pensiero creativo è la più alta manifestazione di professionalità.

Visualizzazioni: 4 055

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.