Sulla mia vita, sulla lotta contro la malattia, su Dio e sulla felicità

I miei figli e tutte le persone

... ho una conversazione politica
ripetendo:
- Coraggio.
Non scaveremo, quindi sfondiamo
Se siamo vivi, non moriremo.
La scadenza tornerà
Cosa hanno dato - restituiremo tutto.
A. T. Twardowski “Vasily Terkin”

A causa della mia malattia mentale, ho avuto molto da affrontare nella mia giovinezza e giovinezza, ma è successo così che sono riuscito a uscire da questa grande sventura in molti modi e trovare la mia felicità, e voglio raccontare la mia storia in modo che possa servire per qualcuno come esempio, ha aiutato qualcuno a non perdere la speranza e, forse, anche a trovare la propria felicità.

Sono nato nel 1976, ho avuto un'infanzia molto felice. Il mio primo ricordo è che sono sdraiato nella culla, che mia madre si piega su di me: bella, gentile, sorridente, felice. Sento il rumore delle voci degli ospiti e capisco che mia madre vuole andare da loro e grido: voglio che non se ne vada, era con me. La mamma è bella, luminosa, gentile, sorridente e intorno a noi c'è un mondo gentile, grande, magico ...

E un altro ricordo è che mi siedo piccolo sul davanzale della finestra in cucina e guardo le stelle. Le stelle sono multicolori: blu, verde, rosso, forse anche alcuni altri colori, e ammiro il nostro magico mondo gentile. Capisco, ovviamente, che quasi non vedevo stelle multicolori dalla finestra, ma questo è stato uno dei miei primi ricordi che sono rimasti ...

Avevo delle nonne e dei nonni molto bravi e gentili ... Il nonno (il papà della mamma) aveva assemblato la sua motocicletta con una carriola per molto tempo, e quando decise di provarla, tutti i suoi nipoti gli corsero dietro, tenendosi in sella e spingendolo. Avevo allora cinque anni. Il nonno aveva appeso al petto la sua medaglia, che aveva lasciato dalla guerra. Abbiamo corso lungo la strada, lungo un campo in pendenza. Quando siamo tornati, si è scoperto che solo la barra della medaglia era appesa sul mio petto, ma non c'era la medaglia stessa - si era rotta. Ricordo come l'ho detto a mio nonno, ma non mi ha sgridato, non ha detto una sola parolaccia, solo la sua faccia è diventata triste ...

Accadde che il Signore mi circondasse sempre di persone gentili, con rare eccezioni.
Avevo anche una sorella ... Ricordo come una sera d'inverno io e mia sorella andammo a fare una passeggiata nel cortile. Sono uscito per primo, aspettando mia sorella per strada e all'improvviso ho visto una stella cadente nel cielo. Volò molto bene, spargendo scintille nel cielo notturno. Ho corso dietro mia sorella per chiamarla in modo che anche lei vedesse questa bellissima stella, siamo corsi fuori dalla veranda insieme, ma la stella era sparita ...

Mio padre era un militare, mia madre lavorava come venditore ... Durante il servizio di mio padre, abbiamo cambiato diverse città.
Ho studiato meglio che male. Amava la letteratura, la geografia, la storia. Quando vivevamo in una delle città siberiane, ho iniziato a frequentare le lezioni in una cerchia di bambini durante una spedizione geologica. Avevamo un ottimo insegnante - un geologo. Ci ha parlato del magico, fantastico mondo di minerali, rocce, della struttura della terra. Mi ha instillato un amore per la scienza.

Poi, dopo tanti anni, ho fatto un sogno, "come se fossi arrivato nella mia città natale di Nsk in inverno, venissi alla Young Geologist School, e lì si riunivano tutti i nostri ragazzi e ragazze. Ma solo noi non abbiamo 14-16 anni, ma i 26-28 sono adulti. Tutti erano di umore festoso e gioioso, come se fossi venuto per una vacanza di Capodanno (c'è inverno tutto intorno, neve bianca e aria gelida che ci riempie di vitalità). Tutti erano molto contenti di me e del fatto che venissi, si univano alla festa generale, alla felicità; come se tutti si ricordassero di me, ma non sperassero di vedermi, e io venni. Le ragazze sono belle, scintillanti di gioia, gentilezza, malizia, finzione.

E T. G. conduce una lezione in biblioteca. Ho parlato con tutti e sono andato da T. G. Anni non l'ha toccata affatto; è diventata ancora migliore: più raccolta, più attenta, più giudiziosa, più saggia; umore, come sempre, ottimista. Indossava una camicetta bianca d'argento.

Lei sorrise, fu felice con me, mi guardò con ansia e cercò di capire cosa fosse stato con me in tutti questi anni e cosa ero diventato.
Non avevo nulla di cui vantarmi, ma ero calmo, felice perché vivo ancora degno di una persona, come posso migliorare la mia vita (anche se questo non sempre funziona per me), perché ho visto il mio amato insegnante e amici.
T. G. mi disse alcune parole gentili che non meritavo del tutto.

E poi noi con i ragazzi e le ragazze ci siamo seduti spalla a spalla e abbiamo registrato la sua lezione. Lyosha K., tuttavia, si addormentò sulla mia spalla.
E soprattutto c'era un cielo stellato così alto (la notte era già caduta sulla città), le stelle bruciavano nell'aria gelida, brillavano, brillavano. E nella nostra scuola ovunque intorno a noi e accanto a noi giacciono pietre - particelle magiche del nostro pianeta. E noi con bambini e bambine, con T. G. viviamo nell'eternità, voliamo nelle profondità del Cosmo, tutti insieme; con la nostra scuola di giovani geologi e / città e pianeta /. Il cosmo ci svela i suoi segreti e ammiriamo e impariamo la sua bellezza eterna e sappiamo come fare il bene da soli ...

Quando mi sono svegliato, volevo ruggire un po 'per qualche motivo, molto tristemente. Ma è molto leggero sull'anima "(da una lettera del 9 settembre 2002).

Volevo essere un geologo, due volte sono andato a feste geologiche, di cui ho ancora alcuni dei ricordi più brillanti della mia vita. La vita in una buona squadra, il lavoro, la bellezza della natura è felicità. Alla Scuola del giovane geologo e alle feste geologiche mi sono sentito molto bene quanto sia felice far parte di una squadra amichevole, quando tutti danno il bene che tutti hanno a un fuoco comune, e quindi l'anima di ogni persona nei raggi di questo fuoco inizia a brillare come una gemma . Questa volta è rimasta per me una linea guida per la vita.

Quando ero in prima media, io e mia sorella abbiamo partecipato a un sermone avventista del settimo giorno (questa religione è una delle direzioni del cristianesimo). Questa lezione mi ha scioccato. Prima di questo, ho considerato tutte le storie su Gesù Cristo, su Dio come una finzione delle persone, un'idea obsoleta della struttura del mondo. E poi improvvisamente mi ha rivelato che era in realtà che Dio esiste. E non ne sapevo nulla.

Mia sorella e io abbiamo iniziato a frequentare gli studi biblici, che erano stati insegnati da un pastore, che, se non sbaglio, si chiamava Andrey Gavrilovich. Era un giovane e molto brillante, puro sacerdote dell'anima. I suoi sermoni erano molto buoni, leggeri. Ho un brillante ricordo di lui per tutta la mia vita, anche se successivamente ho iniziato ad andare alla Chiesa ortodossa.

Dopo questa rivoluzione nella mia visione del mondo, ho capito che le persone avevano messo le cose in ordine, ad esempio in geologia, e che, apparentemente, soprattutto, in filosofia, le persone di questo ordine non erano ancora in grado di sollevarle. Le persone vivono, ma non sanno cosa sia Dio. Le persone hanno idee molto vaghe sulla moralità, sul significato della vita - ma tutto ciò è molto importante. E volevo diventare un filosofo per partecipare a mettere le cose in ordine in questa scienza. Volevo mettere tutto sugli scaffali in filosofia allo stesso modo in cui i geologi hanno messo tutto sugli scaffali nella loro scienza.

Ho iniziato a prepararmi per l'ammissione alla Facoltà di Filosofia.
Avevo 15 anni allora. In quel momento non iniziarono a succedere cose molto buone nella mia anima. Ora, dal punto di vista di un credente, posso presumere che questo sia stato il risultato del diavolo che mi ha attaccato. Poi mi sono rivolto alla fede, volevo fare qualcosa di buono nella vita e il diavolo attacca proprio queste persone.

Una sensazione dolorosa cominciò a perseguitarmi. Per quanto ricordo, è stata una sensazione di disastro, senzatetto. Mi sembra che sia stato il risultato di alcuni processi distruttivi nelle profondità dell'anima, del cervello. Quando ho avuto questa sensazione, volevo in qualche modo dolorosamente fare qualcosa. Perché era un fallimento nel vuoto, nel nulla, nel caos, nella distruzione, ed era necessario in qualche modo fuggire da questo vuoto, riempirlo di qualcosa.

Mia nonna, quando venni da lei la prossima estate, vide che c'era qualcosa che non andava in me, lo sentì e mi chiese di andare a confessare dal prete, ma questa idea mi faceva schifo. A quel punto, a quanto pare, ero già stato scacciato dalla fede, anche se stavo ancora cercando di leggere la Bibbia. Ora penso che se venissi a Dio, mi aiuterebbe a uscire da quella difficile crisi in cui mi trovavo, il mio vuoto spirituale sarebbe riempito di fede, il Signore mi avrebbe aiutato, come Lui mi aiuta ora, quando ho iniziato credi in lui. Ma, probabilmente, per qualcosa era necessario andare così.

Insieme a questa sensazione dolorosa, avevo ancora la consapevolezza della necessità di muovermi nella direzione della filosofia, per risolvere seri problemi. Ma i compiti erano numerosi ed enormi, e il potere della mente non era così grande, non sapevo cosa afferrare. Ma il pericolo principale, come ora capisco, era in questa sensazione distruttiva che mi tormentava, mi distrusse, non mi permetteva di fare qualcosa di serio. Dopotutto, prima di allora, ho studiato bene a scuola, ero un ragazzo normale e ho risolto alcuni problemi. E poi tutto in me in qualche modo si è disorganizzato, tutto è diventato doloroso. Ora capisco che sono stato poi tormentato da una sorta di malattia mentale.

È un peccato che non abbia incontrato nessun tipo di persona saggia e gentile a cui potrei aprirmi, per dirmi cosa mi stava succedendo, che potesse valutare sensibilmente la mia condizione. Poi ho dovuto andare da uno psichiatra, bere alcuni farmaci, ma poi non ho capito che ero malato di mente. E dovevo anche rivolgermi a Dio.

Questo è stato il periodo più terribile della mia vita, che è durato da circa 15-16 anni a 18-19. Non voglio parlarne qui (l'ho descritto in un'altra nota). Posso solo dire che ho avuto una crisi spirituale molto profonda quando, a causa della mia malsana psiche, sono nate nella mia testa idee folli che hanno reso la mia vita spaventosa e hanno quasi portato alla mia morte, sono sopravvissuto solo per la grazia di Dio e le preghiere dei miei cari. Sono stato quindi in grado di entrare nella Facoltà di Filosofia, ma presto l'ho lasciato, ho vissuto un anno o due senzatetto in una città straniera, dal momento che è stato un peccato ammettere ai miei genitori che ho lasciato l'università ...

Quando avevo circa 18-19 anni (1994-1995), questo terribile periodo finì, improvvisamente mi resi conto che la terribile sensazione che mi tormentava si era fermata.

Allo stesso tempo, ho realizzato una cosa importante: il fatto che abbiamo il diritto e il dovere di essere critici nei confronti di qualsiasi idea, di metterle alla prova, altrimenti non verificate, le idee false possono condurci in gravi difficoltà.

Circa sei mesi o un anno dopo, sono finito in un ospedale psichiatrico. Un colpo di stato antisovietico ebbe luogo nel nostro paese e, per quanto potessi, mi opposi e finii in un ospedale psichiatrico: il tribunale mi condannò alle cure obbligatorie per un periodo di un anno. A quanto ho capito adesso, avevo davvero una psiche malsana, e i dottori, parlando con me, giustamente mi hanno dato un gruppo di disabilità. È stata una grande benedizione per me, perché probabilmente non sarei uscito di prigione vivo.

Ho trascorso più di un anno in un ospedale psichiatrico ed è stata un'esperienza molto gratificante. Ho visto quante persone malate di mente sono, quanto è vulnerabile la psiche umana, quanto facilmente può essere danneggiata. E si rese conto che qualcosa di simile era apparentemente accaduto anche a me.

Quando ho lasciato l'ospedale, ho iniziato a fare tentativi per entrare all'Università della Facoltà di Filosofia. Sfortunatamente, il mio pensiero e la mia memoria non hanno funzionato molto bene (apparentemente a causa del fatto che ho sofferto di una tale malattia, un grande tormento) e quindi è stato difficile per me prepararmi per gli esami, e i miei tentativi di entrare nell'Università per lungo tempo non hanno avuto successo. Sono riuscito a farlo solo nel 2001. A quel tempo, mi sentivo sicuro di me, una specie di corsa: sono andato a questi esami per entrare, per "rompere le difese del nemico". E ho superato gli esami alle 4, 5, 5. Allo stesso tempo, ho anche superato con successo gli esami alla Facoltà di Storia, ma ovviamente ho preso i documenti da lì ... Ho notato più di una volta che quando la stessa audacia, coraggio, fiducia in se stessi appaiono nella vita , il desiderio di combattere, la domanda difficile può essere immediatamente risolta. Allo stesso modo, dopo molti tentativi falliti, sono successivamente riuscito a trovare una moglie per me stesso subito dopo aver provato la stessa audacia, fiducia in me stesso ...

Ora capisco che stavo facendo un grosso errore nell'entrare nella Facoltà di Filosofia, perché a quel punto mia sorella era molto gravemente ammalata, e non era necessario studiare, ma per ottenere una specialità lavorativa, trovare un lavoro e prendersi cura di mia sorella e mia madre. Sfortunatamente, non l'ho capito allora.

Mia sorella si è laureata in una scuola di formazione per insegnanti, ha lavorato per un anno a scuola come insegnante di musica e poi è entrata in un seminario teologico. Non poteva sopportare il sovraccarico in seminario e nel 1995, quando aveva 22 anni, la sua psiche era gravemente danneggiata. Giaceva molte volte in un ospedale psichiatrico, tutta la sua vita ha sofferto molto ... Mia sorella aspirava molto a Dio, lo cercava, lo trovava e, probabilmente, il diavolo la attaccava, come me in gioventù, solo che era più facile per lui affrontarmi . Il santo giusto Giovanni di Kronstadt scrisse: “Sottoposto alla violenza viziosa e violenta di varie passioni e rosicchiando il diavolo nell'esecuzione di varie opere di Dio, accetta queste sofferenze come sofferenze per il nome di Cristo e gioisci delle tue sofferenze, grazie a Dio; poiché il diavolo prepara per te, senza saperlo, le corone più brillanti del Signore! Amen. Resistete urgentemente al mordicchiare del diavolo. "(" La mia vita è in Cristo ", p. 384. M.: Blagovest, 2012) E credo che anche mia sorella fosse destinata alla corona del Signore ...

... Sono stato molto contento di essere entrato nella Facoltà di Filosofia. Ma non ha studiato a lungo - solo mezzo corso. Mi è successo un grosso problema.

Ho preso la sessione e vissuto in un ostello. Avevamo studenti e studenti laureati molto allegri e amichevoli nella nostra stanza, ma hanno superato la sessione e se ne sono andati, e sono rimasto solo. Tuttavia, la verità è che è meglio stare con le persone, per una persona essere più pericolosi.

Quella sera (10-11 febbraio 2003) mi stavo preparando a ripetere l'esame di filosofia medievale. A quel tempo ero già un ateo, e quella sera ho iniziato a sviluppare nella mia mente l'idea che Gesù Cristo è pazzo, schizofrenico. Si preparò al meglio e andò a letto. Da qualche parte all'una del mattino bussarono alla mia porta. Un conoscente peoshnik (studente del dipartimento preparatorio) mi ha chiesto di lasciare passare due ragazzi e una ragazza, perché non hanno un posto dove dormire. Non pensavo a nulla e li lasciavo andare, ma io stesso ho provato a dormire. Questi tre ragazzi e una ragazza, invece di andare a letto, si sedettero al tavolo, iniziarono a bere vodka, a fumare, a raccontare barzellette così brutte che non avevo mai sentito in vita mia. Quindi i tre ragazzi hanno deciso di violentare questa ragazza in forme perverse. Lei era contraria. Per me, era tutto così selvaggio che qualcosa cominciò a girarmi nella testa e la furia mi ribolliva nella testa. Mi alzai dal letto e dissi loro di andarsene, e obbedirono e trascinarono la ragazza in bagno. Buttai via le loro piccole cose e chiusi a chiave la porta. Hanno bussato alla porta, urlando ...

Nella mia testa dopo che questa scena è stata recitata tutta la notte, la rabbia era in pieno svolgimento, le emozioni hanno funzionato in alcune super-rivoluzioni. Qualcosa si è fatto male nella mia testa.

Ora, dalla posizione di un credente, interpreto questa situazione in modo tale che dopo la mia bestemmia contro Dio i demoni hanno fatto irruzione nella mia stanza e mi hanno fatto la stessa cosa, in cui ho insultato Dio nella mia mente - hanno danneggiato la mia psiche.

Il giorno dopo sono andato a sostenere un esame di filosofia medievale. Il professore, una persona molto severa, apparentemente ha capito che non ero me stesso e mi ha messo tra i primi tre. Sono molto grato alla Facoltà di Filosofia per quest'ultima misericordia di me.

Poi ho dovuto anche fare il test in inglese. L'inglese era il mio skate, l'ho amato moltissimo, conoscevo l'eccellente tutorial di Petrova, secondo il quale dovevo fare il test. E ricordo benissimo come, in classifica, guardassi il testo, le regole per le quali conoscevo molto bene prima, e non potevo mettere in relazione nulla con queste regole, non potevo capire nulla. Un insegnante di inglese ha visto il mio quaderno. Gli ho detto che lo sapevo perfettamente bene, ma che ho avuto un grande shock, e ora non posso dire nulla. Ha capito tutto questo e mi ha anche messo in moto ...

Tornai a casa e mi resi conto già che con la Facoltà di Filosofia, apparentemente, tutto era già finito ...

È iniziato un nuovo periodo molto difficile della mia vita: il periodo della malattia.

Non potevo fare nulla, non potevo intraprendere nulla. È stato molto doloroso forzarmi a sbucciare semplicemente le patate. Non riuscivo a leggere libri, anche se questo era il mio passatempo preferito. Volevo solo dormire. Dormiva per 14-16 ore al giorno, o era in una sorta di oblio, cercando di prolungare il sonno in modo che non fosse necessario fare nulla. Ma non fare nulla è stato anche molto doloroso. La vita è stata molto dolorosa e morire è anche peggio. Ho avuto una perdita quasi completa di interesse per la vita.

Quando accadde tutto ciò, sentii immediatamente nella mia testa, da qualche parte nella parte destra di esso, sopra il tempio, da qualche parte nelle profondità si era formata una specie di buco. L'ho sentito come una specie di rottura di alcuni tessuti nervosi o non so cos'altro. A volte, ho sentito un crepitio nell'area di questo "buco" accompagnato da sentimenti dolorosi (come se il processo di distruzione continuasse). Ecco cosa ho scritto su questo nel mio diario nel febbraio 2003, (cioè poco dopo lo shock):

“Tuttavia, ora mi sono reso conto di una sensazione interessante: sento un senso di decadenza, morte, che va da qualche parte nel profondo del cervello (tra l'altro, una sensazione familiare degli anni precedenti). Questa sensazione di decadenza, morte, sembra essere accompagnata da una sorta di leggero crepitio nelle profondità del cervello (da dove viene), e questa sensazione, forse, è lo stesso "processo di distruzione di una profonda esperienza storica" ​​(come ha scritto Not bad Y.). Questa sensazione è accompagnata da / piombo / gusto in bocca; e anche una sensazione ... Più precisamente: un senso di decadenza provoca, di conseguenza, una sensazione di una specie di fuga nell'abisso e allo stesso tempo una sorta di gioia selvaggia ("C'è estasi in battaglia e l'abisso nero sul bordo ..."). E, a quanto pare, dopo questo senso di decadenza, inizio una fase di debolezza, depressione, perdita di interesse per la vita, primitività dei desideri ...

Non so se ho decifrato correttamente questa sensazione, ma mi sembra che sia vero. E questa sensazione sembra disturbarmi di più, la sento di più. E ora, quando l'ho definito in questo modo, è diventato più facile per me, è stato tranquillo ... ".

Quindi gradualmente questa sensazione divenne meno evidente e scomparve proprio quando la sensazione di un buco nel cervello scomparve. Ora, dopo 12 anni, sento solo che ho avuto qualche tipo di danno in questa zona del cervello, e questo mi rende particolarmente consapevole quando mi stanco. Come se la ferita fosse guarita ...

Successivamente, la mia futura moglie (allora ancora sposa), dopo aver letto i manuali medici, fu in grado, secondo me, di dare una valutazione molto accurata della mia malattia: la mia sfera emotivo-volitiva era danneggiata (questa è una forma di schizofrenia).

Anche se sono andato dal medico, non ho preso alcun farmaco - non credevo nel potere di alcun farmaco (pensavo che potessero essere più dannosi che buoni), non credevo nei medici. Ho pensato che forse ci sono medici da qualche parte che possono aiutarmi, ma a quanto pare non vivono nella nostra città.

Mia mamma, papà e mia sorella mi hanno aiutato molto - probabilmente non sarei sopravvissuto senza di loro. Mi hanno circondato con calore, cura e molto supporto per me. Quando piangi, quando la tua anima fa davvero male, quando la disperazione ti prende e non vuoi vivere, tua madre improvvisamente ha portato le frittelle di patate solo dalla padella e il dolore, la disperazione è andata via ...

Poi ho letto come una delle nostre conoscenze ha scritto in una lettera a mia sorella che la cosa più preziosa che abbiamo è il calore e la saggezza che le altre persone ci danno. Sì, è vero - quando l'anima fa male, soffre, il calore spirituale dei propri cari ci salva da questo dolore, ci riporta in vita ...

Ma non c'era nessun posto dove andare - era necessario in qualche modo vivere, combattere, fare qualcosa ...

In estate sono andato nella mia terra natale, in Bielorussia, dai miei parenti. Mia cugina (la chiamerò qui "Zia Natasha"), dopo aver appreso della mia sventura, mi ha chiamato a vivere nella sua dacia. Vicino al cottage c'era una foresta, un fiume, era molto bello intorno ... Mia zia è un uomo molto fedele e saggio. Mi ha raccontato molte cose sulla sua vita e sulla vita dei nostri parenti.

La storia della sua vita su come nella sua giovinezza è diventata disabile e su come è riuscita a uscire da questa situazione molto difficile è caduta nella mia anima. Questa storia mi ha supportato e poi è stata la mia guida. Lo porterò qui, così come l'ho scritto nel mio diario (iscrizione datata 3 settembre 2003):

“/ La nonna di mia zia (e mio padre) ha cresciuto sette figli prima della guerra. Cinque figli morirono nella parte anteriore, tra cui il papà di mia zia. I quattro vivevano: la nonna, la madre e le sue due figlie.

Lavoravano nella fattoria collettiva sette giorni alla settimana, tutti i 365 giorni all'anno. Che illegalità! Una domenica, la zia Natasha, da adolescente, non andò a lavorare a causa di una malattia e il caposquadra le tolse cinque giorni lavorativi. Dal momento che non aveva né un padre, né fratelli, né zii, il caposquadra la mise al lavoro più duro (non c'era nessuno che potesse intercedere): per esempio, per caricare covoni di lino da 100 kg in un'auto.

Il lino è stato rimosso. La loro famiglia aveva una norma di 1 ettaro. Ha tirato il lino di notte, perché poi era più morbido con la rugiada e non si è fatto una scheggia nelle mani. Tuttavia, le sue mani erano tutte scheggiate e le dita non si estendevano.
I fine settimana venivano dati solo alle amanti delle famiglie solo durante le vacanze più grandi, in modo che potessero cucinare qualcosa di gustoso / ... /
Quando sua madre tirò fuori un occhio dalla sua mucca con un corno, lo prese vicino al suo cuore e le sue gambe furono portate via (c'era un pizzicamento di un po 'di nervo). Era in ospedale, ma poi ha dovuto vivere su qualcosa, ha dovuto lavorare da qualche parte e ha camminato a malapena intorno alla capanna. È stato molto difficile. E aveva già un figlio Vitya. Poi hanno avuto la luce nel villaggio e un elettricista gli ha detto un ragazzo e ha deciso di aiutare - ha chiesto al suo amico di registrarla nel centro regionale, cosa che ha fatto. Ma dove lavorare in questa città? Prendi solo un detergente in un ospedale per malattie infettive.

Il cugino ha aiutato ad entrare nel negozio di pellicce. All'inizio non c'erano posti a sedere, ma il capo disse: "Ti avrò in mente", e presto ha inviato una cartolina alla stazione a questa sorella. Per qualche motivo, la cartolina fu trovata dai bambini sulla neve e riuscì a malapena a capire che il capo (un ebreo, a proposito) stava invitando a lavorare (dal momento che il lavoratore era andato in congedo di maternità). Senza speranza, andarono lì e lui la portò al lavoro.

Presto ha imparato l'arte del cucito su una macchina da pelliccia, ma non è stata in grado di eseguire il piano, perché la gamba ha funzionato solo una e questo era male, e la macchina è stata azionata a pedale. Quindi una donna anziana ha chiesto al capo di trasferirla nel laboratorio di taglio, dove non devi lavorare con le gambe, ma tagliare le pelli solo con un coltello mentre era seduto al tavolo. E il capo fu d'accordo. Molti ebrei nel laboratorio di taglio erano indignati, perché c'era più stipendio. Ma il capo ha detto: "L'ho deciso e non te lo chiederò".
Quindi iniziò a lavorare e la sua gamba era a riposo. Ma per il capo, è diventata una salvavita: poteva lavorare in una stanza di taglio e sostituire qualcuno in macchina. E ha lavorato senza fallo. Ho affittato un appartamento. Ma presto al lavoro, molti iniziarono a unirsi alla cooperativa di costruzione e anche lei decise di unirsi. Non c'erano soldi, ma decisero di prendere in prestito da qualcuno. All'inizio la mamma non voleva parlare dell'appartamento, ma poi la zia Natasha la convinse, non una stanza, ma la due stanze. Hanno rimborsato i soldi e pagato. Inoltre, il vicepresidente della cooperativa voleva spostarla al secondo posto, perché, secondo lui, non aveva soldi, ma il presidente della cooperativa divenne una montagna per lei e la lasciò al suo posto.

Ha dato soldi al presidente personalmente nelle sue mani, ma senza alcuna ricevuta, ricevuta. Quindi ha portato il suo capo a lavorare con lui, in modo che potesse essere un testimone. La ricevuta è stata data più tardi.

E un anno dopo viveva nel suo appartamento. Ho pagato soldi in rate. Poi si è sposata. Nasce un altro bambino.

Poi, quando i bambini sono cresciuti, ho comprato un altro appartamento dagli ebrei che stavano partendo per l'America. C'erano persone molto buone. E lasciò quell'appartamento al figlio maggiore.

Ha lavorato costantemente sia al lavoro che in campagna. Lunedì sono venuto a lavorare dalla dacia ed ero un cadavere, un cadavere. Quindi, per tutta la settimana, ho compensato ciò che non è stato fatto lunedì. E tutto è andato in piedi. È così gravemente riuscita a rendere felice la sua vita. ”

Ricordo quando vidi una piccola montagna di cenere nella foresta vicino alla dacia di zia Natasha, che qualcosa si piegò a terra. Il suo tronco giaceva a terra e i suoi ramoscelli andavano crescendo verticalmente verso l'alto come tronchi. L'albero è caduto a terra, ma ha trovato un altro modo di vivere e vivere diversamente!

Poco dopo essere tornato da zia Natasha nella mia città natale, sono andato a ballare e ho incontrato una ragazza. Più tardi ho sposato questa ragazza un anno dopo, abbiamo avuto un bambino. Ma presto divorziammo, perché mi resi conto molto rapidamente che quest'uomo e io eravamo in gran parte opposti. Queste relazioni mi hanno insegnato molto, incluso il fatto che prima di conoscere una ragazza, devi capire chiaramente la persona con quali qualità voglio incontrare e quali qualità sono inaccettabili per me.

Questa relazione mi ha portato molte brutte esperienze; possiamo dire che hanno rovesciato tutta la mia vita. Ma avvicinarsi alla nascita di mio figlio non ancora nato mi ha fatto andare al lavoro. E come diceva Suvorov: "Il lavoro è più salutare della pace", e mi è successo in questo modo - il lavoro, a quanto ho capito, ha svolto un ruolo molto positivo nel migliorare la mia salute.

All'inizio ho trovato lavoro come guardiano in un cantiere edile, ho lavorato lì per un anno e mezzo (novembre 2004 - agosto 2006).

I primi mesi e mezzo di lavoro furono molto estremi. Era inverno e mi mandarono a sorvegliare l'escavatore nella cava di sabbia. Le competenze acquisite nei partiti geologici - la capacità di gestire un'ascia e di riscaldare una fornace - mi sono state molto utili. Ti siedi accanto a questo escavatore in una carrozza con una lampada a cherosene, stai costantemente combattendo per il calore, c'è un cane nelle vicinanze e oltre a lei, non un'anima in giro, cerca di non pensare al possibile pericolo ...

Poi sono stato trasferito in un cantiere edile - rispetto a una carriera, sono finito in un paradiso.

Dopo qualche tempo, ho già lavorato come guardiano in due cantieri contemporaneamente: ho trovato un secondo lavoro.

A quel punto, avevo già iniziato a prendere triftazina e amitriptilina. Ecco cosa ho scritto nel mio diario della malattia il 9 febbraio 2005:
“A luglio bevo 1 compressa di triftazina in due giorni. Di recente ho sentito il bisogno di bere 1 compressa al giorno, perché a volte nella mia testa si manifesta una leggerezza malsana, diventa cattivo. Ma spero di tornare presto a 1 compressa in 2 giorni. Tuttavia, è ancora necessaria la triftazina. "

In questo momento, ho imparato che nella nostra città esiste un centro medico dove è possibile fissare un appuntamento con vari professori. Sono andato a un appuntamento con due professori.

Il primo (la consultazione è stata il 7 aprile 2005) era un professore di neurologo e il capo del dipartimento di psicologia, un medico molto autorevole nella nostra città. Mi ha detto la verità - ha confermato che ero malato di schizofrenia ("non aver paura della parola"). Ha confermato la correttezza del mio trattamento (ho preso triftazina e amitriptilina), ma ha detto che ci sono farmaci migliori, ma più costosi che il mio medico può consigliare. Il professore mi ha supportato moltissimo, mi ha dato dei buoni consigli. Mi ha consigliato di separarmi da mia moglie, perché lei agisce in modo molto distruttivo su di me (non potevo decidere su questo problema e il suo consiglio mi ha aiutato molto) e mi ha detto che con la mia malattia puoi incontrare l'amore, trovare la tua felicità , ha raccomandato un libro ("Fighting Madness" di Paul de Cruy, che non ho letto), che raccontava il destino di un tale paziente che ha trovato il suo amore. Quest'ultimo, nelle mie drammatiche circostanze, mi è sembrato molto improbabile dal regno della fantasia, ma come hanno dimostrato gli eventi successivi, il saggio professore ha visto più di quanto potessi fare. Ho notato poi per me stesso che il professore ha avuto il grande coraggio di darmi consigli su mia moglie, cambiando tutta la mia vita - è positivo che ci siano persone che non borbottano frasi comuni, hanno paura di assumersi alcuna responsabilità, ma hanno il coraggio di dare sagge consiglio a una persona che non sa come uscire da questa situazione!

Una settimana dopo, ho incontrato un professore psichiatra (15/04/2005). Sono venuto per incontrarlo con un grande registratore di cassette per registrare tutto e non perdere nulla della conversazione. Ero in uno stato di insicurezza, una sorta di mancanza di riunione. Quando, dopo avermi ascoltato, mi consigliò di una medicina, gli feci una domanda circa cinque volte, sebbene tutto fosse registrato su un registratore e il nome della medicina fosse scritto sulla mia carta: "Allora ... Quindi, devo iniettare clopixol-depot?" , come si chiama questo medicinale? "e in qualche modo in altre versioni - quindi temevo che il nome di questo medicinale sarebbe stato frainteso e perso da me.

Mi ha prescritto klopikslod-depot (1 ml al mese) "... Devi prendere ... Ora c'è un gruppo molto ampio di farmaci chiamati" antipsicotici atipici ". La loro atipicità è che non danno effetti collaterali. Più morbido, più pronunciato, più ferma lo stato psicotico. Il primo farmaco che ti consiglierei è il deposito di clopixol. 1 ml / mese, senza richiedere in aggiunta ciclodolo e altre cose. Invece di triftazina. Ti consiglio vivamente ”(“ decodifica ”in forma abbreviata).

Abbiamo parlato con lui della schizofrenia. Secondo il professore, la schizofrenia è una malattia endogena ("endogena" è, a mio avviso, proveniente dall'interno della psiche), le cause della sua insorgenza sono sconosciute; base - eredità; Ho avuto una base dolorosa prima dello shock. La diagnosi, secondo lui, non è terribile, ma la malattia è cronica e corre con periodi di miglioramento e deterioramento.

Sull'organizzazione della vita, ha consigliato:
a) attività alternative con riposo; e il riposo dovrebbe essere un cambiamento di lavoro.
b) Dormi quanto una persona in buona salute - 7-8 ore al giorno. Devi rimanere sveglio e in nessun caso non sederti e mentire. Esiste anche una tale tecnica per il trattamento della schizofrenia: privazione - privazione del sonno ...

La mia ulteriore vita ha dimostrato che il professore ha detto correttamente sul sonno, ma i suoi consigli dovrebbero essere seguiti senza fanatismo - per il mio benessere non ho bisogno di 7-8 ore, come ha detto, ma 8-9. E ho anche bisogno dell'opportunità di sdraiarmi un po 'durante il giorno se diventa male.

Presto un'infermiera familiare cominciò a iniettarmi questo medicinale (apparentemente, dal 6 maggio 2005), e immediatamente mi sentii molto meglio.

Grazie mille a queste persone gentili!

Voglio aggiungere che sono passati 10 anni da quando ho parlato con uno psichiatra, ma ho due amici che prendono ancora l'aloperidolo e non gli "antipsicotici atipici" di cui parlava il professore. Apparentemente, ciò è dovuto alla scarsa qualifica dei medici curanti o al fatto che lo stato non ha soldi per questi farmaci, o forse a causa di entrambi. È positivo che un tempo abbia deciso di andare a consultazioni retribuite con i professori. Come ha detto il nostro professore di economia: "Non risparmiate mai soldi per le alte tecnologie - si giustificano sempre da soli".

Il deposito di Klopiksol mi ha iniettato per circa un anno. Poi il mio amico mi ha chiamato, che aveva problemi di salute simili, e ha detto che è apparso un nuovo farmaco - risperidone (risplept è una delle sue forme di rilascio). Era molto costoso secondo i miei standard, ma poteva essere ottenuto gratuitamente con una prescrizione. Sono andato dal mio medico e me l'ha prescritto, un po 'sorpreso dalla mia conoscenza. Bevo questo medicinale a 2 mg al giorno (di notte) da nove anni (dal 19 giugno 2006). Apparentemente, questa medicina ha un ruolo molto importante nel fatto che negli ultimi nove anni il mio benessere è notevolmente migliorato. Di recente, ho dimenticato di prendere una compressa di risperidone di notte, e il giorno dopo mi sono sentita molto male - ero molto irritabile, non riuscivo a controllarmi e sono andata a casa piuttosto in fretta a bere questo medicinale.

Ho divorziato da mia moglie (nel febbraio 2006, il nostro matrimonio è durato un anno e tre mesi), e sono stato molto sollevato ... Per altri sei mesi dopo, ho continuato a lavorare come guardia, e poi ho deciso che dovevo cercare un lavoro migliore.

Ha ottenuto un lavoro come lanciatore di plastica in una fabbrica. Era necessario stare vicino alla macchina, rimuovere la bava (plastica in eccesso) dalle parti finite. Era necessario lavorare molto rapidamente. Sono sopravvissuto solo due giorni e ho lasciato.

Poco dopo, ho ottenuto un lavoro come caricatore in un supermercato. Le responsabilità dei caricatori includevano non solo lo scarico delle macchine, ma anche il controllo delle date di scadenza della merce, la piegatura della merce sugli appositi scaffali del magazzino e così via. Non riuscivo a ricordare dove si trovasse e questo ha creato molto stress. Dopo circa 10 giorni, ho smesso. Mi sono sentito molto male. C'era una fatica incredibile nella mia testa, la mia anima era molto malata, non sapevo come liberarmi da questo dolore, mi sentivo completamente impotente. Probabilmente tutta la salute che ho accumulato durante il mio lavoro di guardiano è stata distrutta. Pensavo che sarei finito in un ospedale psichiatrico.

Ma mi è stato consigliato di andare a lavorare per un'impresa per disabili. Ci sono arrivato come montatore (dicembre 2006). Le mie responsabilità includevano avvitare i contatti per gli elettroni (per le lampadine) usando una macchina speciale simile a un trapano. Ci sono volute 7 ore per eseguire le stesse operazioni, lavorando principalmente con le dita. Per soddisfare la norma, hai dovuto lavorare molto rapidamente. Sono stato coinvolto nel lavoro e presto ho iniziato a notare che stavo lavorando in queste sette ore, mi sono stancato, ma quando sono tornato a casa, tutto il tempo ho potuto fare le mie cose preferite - la mia testa ha funzionato bene dopo il lavoro, la vita ha iniziato a farmi piacere ... il cervello sviluppa le mani - forse è successo a me? Ho lavorato in questa impresa per un anno e mezzo (mi sono stabilita a dicembre 2006, dimessa a giugno 2008). Era possibile lavorare ulteriormente, ma in questa impresa c'era uno stipendio umiliantemente basso, che era assolutamente incompatibile con il lavoro speso. E allo stesso tempo, le autorità hanno aumentato e aumentato la già alta norma ... Ma questo lavoro ha avuto un ruolo molto importante nella mia vita - le sono molto grato.

Nell'agosto 2007, nella nostra famiglia è accaduto un grande dolore: dopo una malattia dolorosa e prolungata, mia sorella è morta. Mia sorella ha combattuto fino all'ultimo - ha pregato molto, letto, suonato il piano, imparando nuovi lavori, fino agli ultimi giorni è andata a cantare nel coro della chiesa ... Poco prima della sua morte, mi ha detto: "Quando morirò, tutti diranno che ero esausto ..." La morte di mia sorella è stata un grande shock per tutti noi. Ero un non credente, un ateo, ma ho iniziato a pregare molto per lei, poiché non sapevo più come aiutarla, come rimuovere la mia colpa davanti a lei. La preghiera ha portato sollievo. Ho iniziato a sentire quanto gradualmente il dolore ha iniziato a lasciare la mia anima, a poco a poco l'anima si è fatta più luminosa, come a poco a poco la fede in Dio ha iniziato a venire nell'anima.

Ricordo che poco dopo la morte di mia sorella, ho dormito una notte e ho fatto un sogno terribile. Ho visto come Satana mi veniva incontro e come voleva farmi a pezzi. Con grande difficoltà, lentamente in un sogno, iniziai a dire: “Signore, aiuto! Dio mi aiuti! Signore, aiuto! ”E con grande difficoltà cominciò a battezzarsi. E mia madre mi ha svegliato - era in un'altra stanza, mi ha sentito urlare e corse da me ...

Non potevo rallegrarmi dopo la morte di mia sorella - la gioia ha lasciato la mia vita, non ho potuto ascoltare musica divertente. Mi sono poi reso conto che nel dolore si può trovare gioia nelle buone azioni - se riusciamo ad aiutare un'altra persona, in qualche modo alleviare il suo dolore, allora sperimentiamo una gioia luminosa in cui non c'è nulla di sbagliato in cui anche i nostri morti nel prossimo mondo diventando un po 'più leggero ...

Circa un anno e mezzo dopo la morte di mia sorella, ho avuto il sogno di stare spogliata in una bacinella e mia sorella mi lava con una spugna insaponata.

Mi sono reso conto che questo sogno significa che ho costantemente pregato per mia sorella, e con questo probabilmente mi ha purificato da molti peccati. Grazie a lei, sono arrivato alla fede, nella mia anima è arrivata la pace e la tranquillità. Mia sorella ha vissuto un martirio, ha sopportato umilmente tutto, non è stata indurita, ed è diventata per me un angelo, un modello di come vivere. Le parole di Gesù Cristo sono scritte sul suo monumento:

“Impara da Mena, poiché io sono gentile e umile di cuore e troverai riposo per le tue anime” (Matteo 11:28) ... Ci sono molte persone vere in questo mondo da cui questo mondo diventa luminoso e bello e da cui continuano ad andare. la luce anche dopo la loro morte ... "Respiriamo, scaldando i nidi degli uccelli, Culla i bambini a mezzanotte. Ti sembra che le stelle guardino dal cielo e ti guardiamo dal cielo ... ”

... A gennaio 2008, avevo una "teoria dei motori", che ha avuto un ruolo importante nella mia vita e che seguo ancora. Porterò qui questa teoria (da una lettera ad un amico, 23 gennaio - 5 febbraio 2008):

"Scrivi che non sai dove prendere la tua forza. Anche questo problema mi è molto familiare. Quando mi sono ammalato, non avevo assolutamente nessuna forza, c'era una perdita quasi assoluta di interesse per la vita. Ma poi in qualche modo gradualmente il mio stato di salute è migliorato. Forse è migliorato a causa del fatto che mi hanno prescritto medicine migliori e del fatto che ho trovato un lavoro fattibile. Ora sono attivo, ho abbastanza forza. Ho piccoli motori che mi danno forza, generano energia.

Prima di tutto, questo è lavoro. Lavoro circa 6 ore al giorno, più la strada da e per il lavoro (consegna e ricezione dei dettagli). Se vuoi, non vuoi, ma ogni giorno devi soddisfare la tua norma. Si mobilita, ti mette in uno stato d'animo lavorativo, avvia il corpo e per il tempo libero dal mio lavoro devo ancora caricarmi per fare le mie cose preferite. (Noto che se provassi a lavorare da solo, a fare solo la mia cosa preferita, allora questo tentativo fallirebbe rapidamente, perché non avrei la forza di volontà per costringermi ad alzarmi presto e lavorare ogni giorno quando nessuno mi costringe).

Un altro motore è la comunicazione con mamma, papà, amici. Sento il loro amore, attenzione, ciò di cui hanno bisogno di me. Solleva l'umore, dà forza all'anima. In questo caso, si verifica un reciproco arricchimento, in cui condividiamo informazioni, nuove conoscenze e ci rendiamo l'un l'altro un po 'più forti. Amici e parenti aiutano a superare alcuni problemi con i loro consigli, la loro partecipazione. Mi sembra che quando diverse persone si incontrano, la loro forza aumenta, aumenta la nostra resistenza contro i temporali e le catastrofi.

In terzo luogo, è amore. L'amore ispira, dà molta forza, riempie la vita. Sfortunatamente, qui non sto andando bene.

In quarto luogo, leggere libri, buoni film dà forza. Comunicando con altre persone in libri, film, impari qualcosa di nuovo che arricchisce la tua anima, la sviluppa, impari qualcosa che può migliorare un po 'la tua vita, l'esempio della bella vita di altre persone ti ispira a vivere bene.

In quinto luogo, la musica (canzoni per chitarra e apprendimento di opere classiche, buone canzoni eseguite da altre persone).
In sesto luogo, questa è la "Nuova Acropoli", di cui ti ho già scritto, e l'Autore's Song Club.

Settimo, questi sono elementi di organizzazione nella vita. È bello pianificare un po 'di domani, forse anche un anno, o anche fissare degli obiettivi per la vita (quest'ultimo è ancora un male per me). Sto cercando di creare una modalità del giorno e un programma della settimana (le materie per la settimana dovrebbero essere incluse nel programma delle lezioni per la settimana).

Ottavo, ho la sensazione di avere la mia unicità, di poter aprire qualcosa, dire ciò che nessun altro può aprire e dire. Я чувствую красоту мира, моя душа приоткрыта навстречу этой красоте, и мне хочется познавать эту красоту, делать открытия.

В-девятых, это нормальное питание, порядок в своей комнате и в квартире.

В-десятых, иногда мне доставляет удовольствие быстро писать на компьютере (я осваиваю метод письма вслепую).

Вообще, возможно, настроение поднимается, прибывают силы, когда удаётся делать что-то хорошее, это придаёт силы для следующих хороших дел. Это, в общем виде, и развитие своей души и что-то хорошее для других.

Мне как-то удалось войти в рабочее состояние, когда мои душа и тело трудятся и создают этим трудом себе какие-то радости. Моторчики поочерёдно включаются и не дают мне упасть в депрессию, в кризис. Я, хотя и со скрипом, и очень медленно, но продвигаюсь вперёд.

Я пока не уверен, что всё это будет продолжаться долго, потому что ещё год назад всё было очень плохо. Меня может сбросить вниз, в пропасть какое-нибудь сильное потрясение, унижение, отсутствие хороших лекарств, брак с неподходящим человеком. Да и силы мои не такие уж большие. Ведь не смог я помочь сестре передать ей свою энергию. Это оказалось для меня непосильной задачей.

Вот в общих чертах всё, что я пока могу сказать о том, где нужно брать силы. У вас, конечно, могут быть совсем другие движущие силы».

Я читал в детстве рассказ (Юрий Тарский «Сильнее смерти» (из сборника рассказов «Всплыть в назначенном квадрате»)) о том, как наша подводная лодка подорвалась на мине, и в живых остались только трое моряков. Двое из них остались в лодке, т. к. не умели плавать, а старшина выбрался из подлодки и поплыл за помощью. И вот эти двое моряков, когда ими начало овладевать отчаяние, занялись, в общем-то, ненужной работой – заделывали дырки в корпусе, снимали ценные приборы… И они дождались помощи — услышали стук в крышку люка торпедного аппарата и покинули погибшую подлодку вместе со своим старшиной, приплывшим за ними вместе с рыбаком на рыбацкой лодке…

Поэтому я думаю, что когда мы попадаем в трудную ситуацию, то нам иногда нужно заниматься даже ненужной работой, чтобы нами не могли овладеть депрессия и отчаяние.

…Через полгода после этого письма (с «теорией о моторчиках») я встретился с моим дядей. Мой дядя – очень добрый, энергичный, уверенный в себе человек, оптимист, руководит крупной фирмой. Я к тому времени понял, что недостаток моих сил можно компенсировать лучшей организацией, и спросил у своего дяди, какие элементы организации он применяет.

Он сказал, что если какое-то дело не получается по независящим от него обстоятельствам или зависящим, то нужно не зацикливаться на этом, а делать что-то другое. А то дело, которое не получается, рано или поздно будет сделано (об этом же я читал в воспоминаниях командира танковой армии маршала М. Е. Катукова: при развитии наступления танковой армии в тылу противника нужно обходить оборонительные пункты, не тратя время и силы на их уничтожение – потом, оказавшись в нашем тылу, эти оборонительные пункты падут, можно сказать, сами собой).

Нужно каждый день намечать себе и осуществлять, пусть небольшие, дела. То, что ты видишь какой-то результат, будет держать тебя в тонусе, придавать силы. (Эти его слова очень хорошо подтвердили и дополнили мою «теорию о моторчиках»).
Ещё, он сказал, что нужно каждый день делать какие-то физические упражнения.

Ещё, нужно иметь режим дня.

Ещё, он подтвердил, что нужно планировать день и неделю по ежедневнику, и в конце дня смотреть, что выполнено, а что нет, и планировать невыполненные дела назавтра.

Ещё, мой дядя в ту нашу встречу (10-13.10.2008 г.) сказал мне, что он хочет проанализировать мою ситуацию.
Он сказал, что поскольку у меня есть склонность к философии, к творчеству, то нужно продолжать развиваться в этом направлении. Это будет занятие для души.

Но также нужно какое-то занятие для зарабатывания денег.
Работать с лопатой он не советовал, т. к. это неперспективно. Не советовал идти и в менеджеры, т. к., по его словам, и ему самому не удалось бы угнаться за молодыми в этой профессии – настолько они хватки и универсальны. А вот работать сантехником я бы смог (я сказал ему, что подумываю об освоении этой специальности).

Сантехник по вызову, который делает работу по заявкам, «халтуры» — это очень сложная работа, требующая высокого профессионализма, силы, мобильности, и она для меня не подошла бы.

А вот дежурным сантехником где-нибудь в общежитии я работать бы смог. По крайней мере, нужно попытаться, ведь я ничего не теряю. В любом случае я освою новую специальность, получу необходимые в жизни навыки. Можно работать пусть и медленно, но качественно, и меня будут ценить и всегда помогут, что-то подскажут.

Первое время, конечно, будет очень трудно, нужно быть к этому готовым, но потом втянусь. И ещё он сказал, что нужно на работе завоёвывать авторитет своей добросовестностью, аккуратностью и пр.

Поддержка моего дяди была очень важна для меня – в недалёком будущем я пошёл по этому пути – я начал осваивать профессию сантехника. Помимо тех аргументов, которые привёл мой дядя, я решил ещё для себя, что, во-первых, если я буду работать по этой специальности, то у меня будет оставаться свободное время для чтения, для самообразования. Во-вторых, я рассудил, что работа сантехника – это одновременно и физическая и умственная работа, и она имеет то важное преимущество, что, выполнение физической работы будет заряжать меня энергией для работы умственной, и я со своей не очень сильной головой смогу что-то читать, над чем-то размышлять. Дальнейшая жизнь подтвердила правильность как слов моего дяди, так и моих рассуждений…

Я хорошо помню, как той осенью, в октябре(2008 г.) шёл по небольшому берёзовому парку, где мы ходили с моей сестрой по утрам. Вот что я записал тогда в дневнике:
«Вчера вечером, да и позавчера было очень плохое самочувствие. Не хотелось жить (из-за этого режим дня пошатнулся).
А сегодня утром встал в 10 ч., помолился и пошёл на прогулку.
Сегодня ясная, солнечная погода, голубое небо, температура около +8 градусов Цельсия. Я шёл по /парку/, где мы гуляли с /моей сестрой/. Шёл не спеша. Дул свежий ветерок. Грачи и галки деловито что-то искали и находили среди упавших листьев. И мне как-то вдруг стало очень хорошо. Я почувствовал, будто белый, крепкий парус наполняется свежим ветром, и корабль начинает плыть в солнечную голубую даль. И так хорошо, светло, сила есть в душе идти, плыть к новым светлым далям. И рядом с моим кораблём, рядом со мной плывёт /моя сестра/, сопровождает меня и благословляет. И я делаю то, что не успела сделать она, за себя, за неё…
Куда плывёт мой корабль?…»

После смерти моей сестры я проработал на предприятии для инвалидов ещё почти год, а потом уволился и устроился работать сторожем в гаражный кооператив (июнь 2008 г.). Зарплата там была такая же, как и на предприятии для инвалидов, но я мог уже не заниматься непрерывной сборкой деталей, а мог читать книги – освободившееся время я мог использовать для себя. Я проработал сторожем около девяти месяцев, и это было как никогда до этого результативное время в моей жизни – Господь так устроил, что я смог очень многое осмыслить и понять…

В марте 2009-го года я решился оставить работу сторожа и пойти учиться на курсы сантехников.

Теории на этих курсах было очень мало, главными были полтора месяца практики в домоуправлении. Бог послал мне хороших, опытных наставников, вместе с которыми я ходил на заявки, всему учился. Мне было очень страшно и тяжело. Я, в общем-то, никогда до этого не занимался ничем подобным – я всё время имел дело с книгой, а не с гаечными ключами. Мне в то время очень часто снились страшные сны о том, что прорвало трубу, и мне нужно как-то ликвидировать прорыв, а я не знаю, как это сделать.

Я особенно благодарен сантехнику Алексею. Ему было около 50 лет. Он в молодости сидел в тюрьме за разбой, у него оставались какие-то связи с уголовным миром, он был любителем выпить, но при этом он был очень добрым человеком, верующим в Бога.

Когда потом я устроился работать сантехником, он сказал, что если у меня будет какая-то авария, будет что-то не получаться, то они придут ко мне и всё сделают. Такие слова были для меня очень дороги. Через два года он внезапно умер. Я в тот день, когда узнал о его смерти, написал в память о нём заметку в газету «О чём я хотел бы рассказать своему ребёнку», в которой я собрал главное, что я понял в своей жизни. Заметку опубликовали, и я очень надеюсь, что ему стало на том свете немножечко светлее. Я молюсь за него и верю, что он помогает мне в моей работе… Спаси его Господи и помилуй!

После окончания курсов сантехников (лето 2009 г.) я почувствовал в своей душе потребность поехать к святой матушке Матроне, о которой я много слышал. Мы с папой приехали к нашим родственникам в Москву, и ранним летним утром я поехал в монастырь к Матронушке. Отстоял очередь, приложился к мощам. Просил Матушку Матрону, чтобы у моей сестры на том свете всё было хорошо, чтобы у меня улучшилось здоровье, чтобы я встретил любимую, нашёл работу, чтобы у моих родных и близких всё было хорошо…

Когда я вернулся от Матронушки, я, кажется, впервые за многие годы проснулся утром с ощущением счастья.

А через день или два, когда я вернулся в свой город, мы с друзьями поехали на озеро. Мы сидели на берегу озера, накрыв стол на расстеленной на песке скатерти, и я вдруг начал сыпать анекдотами, шутить так, как никогда в жизни этого не делал. На каждое слово у меня находился анекдот. Я никогда в жизни столько не смеялся. Боль после смерти сестры отпустила.

На следующий день после озера моя подруга пришла ко мне в гости с другой своей подругой. Мы начали общаться с этой девушкой, и так получилось, что вскоре мы с ней решили быть друг другу братом и сестрой. Это так хорошо легло на сердце и ей, и мне — я плакал от счастья, что у меня будет сестра.

Ещё через небольшое количество времени я познакомился с девушкой, которая, как и Матрона, ничего не видит и не может ходить. Эта девушка, несмотря на свою болезнь, очень добрый и светлый человек. Несмотря на то, что сама она не видит света, от неё самой исходит свет. Общение с ней приносит мне большую радость. Если она желает мне удачи, то я верю, что всё у меня будет благополучно, и так оно и случается. Эта девушка стала одним из моих лучших друзей. Я верю, что мне её тоже послала Матрона, ведь она тоже, как и Матронушка, не может ходить и ничего не видит.

Такие со мной случились чудеса после того, как я побывал у Матушки Матроны. Спасибо ей большое и Божьей помощи ей во всех её добрых делах!

Sei mesi dopo il viaggio a Matronushka, ho trovato lavoro come idraulico (nel febbraio 2010) e per il sesto anno ho lavorato in questa specialità. Dopo alcuni anni, i requisiti medici per i dipendenti sono stati rafforzati, ma sono riuscito a ottenere il permesso ufficiale dai medici per questo lavoro. Per molto tempo non sono riuscito a decidere di ottenere un lavoro come idraulico, ero spaventato. Ma è successo che in quel momento il mio amico mi ha regalato un libro di Yuri Emelyanov “Aiutati. Consiglio a tutti coloro che non hanno ancora trovato il loro posto nella vita ”(Veche, AST, Mosca, 1997). Il primo capitolo del libro è stato dedicato all'analisi della paura e ai consigli su come affrontare la paura. Ho analizzato questo capitolo, delineato, avevo una chiara comprensione di questo problema e ho deciso di trovare un lavoro e sono stato in grado di superare la paura in futuro. Questo, ovviamente, fu anche l'aiuto di Dio. Finora sono stato in grado di leggere solo il primo capitolo di questo libro, ma mi sono reso conto che si tratta di un libro molto saggio e forte e voglio raccomandarlo a tutti (non è facile da trovare).

In questa organizzazione ho incontrato persone molto buone che mi hanno aiutato molto e stanno aiutando a superare tutte le difficoltà. Sono molto grato a loro e credo che il Signore li ricompenserà per la loro gentilezza nei miei confronti.

Il lavoro di un idraulico è un lavoro piuttosto difficile, che richiede una certa corsa e alcune abilità professionali. A volte incontra compiti molto difficili. Questo lavoro ha molto temperato il mio personaggio, mi ha aiutato a sentirmi più sicuro.

Allo stesso tempo, mi sono reso conto che a causa della mia cattiva salute, le mie opportunità in questa professione sono limitate per me. Un anno e mezzo fa, ho trovato lavoro come idraulico in un'organizzazione molto seria. Sia i miei superiori che i miei compagni idraulici (che mi hanno aiutato molto) hanno reagito molto bene con me, ma ho potuto lavorare lì solo per 5 mesi. Per tutto questo tempo, mi sono sentito davanti. Questo non vuol dire che ho lavorato lì continuamente, e che il lavoro è stato molto duro (ricordo che lavoro duro, perché ho lavorato come caricatore per un anno in gioventù), ma sono tornato a casa molto stanco. Il corpo non si stancava, ma c'era una terribile stanchezza nella mia testa. E niente era interessante per me - né mia moglie, né mio figlio, né la comunicazione su Internet - potevo solo stupidamente sdraiarmi sul divano e non fare nulla. Ho lasciato ...

Sei mesi dopo, ho trovato un idraulico in un istituto di ricerca. Non c'era molto lavoro lì, ma era necessario rimanere sul posto di lavoro tutto il giorno, era impossibile sdraiarsi (un'opportunità del genere, credo, era desiderabile con la mia malattia), e ho cercato di usare il mio tempo libero per leggere libri intensamente. Ma a causa di conflitti con il responsabile delle forniture, dopo tre mesi ho dovuto dimettermi da lì. A causa di sovraccarichi, nonché a causa dell'attrito costante e dei conflitti con il responsabile dell'approvvigionamento, le mie condizioni di salute sono peggiorate molto, sono stato in grado di riprendermi con grande difficoltà ed uscire da questa crisi. Ma qualunque cosa sia fatta, tutto è fatto per il meglio ...

Dopo tutto questo, mi sono reso conto che ho ancora problemi di salute e che le mie opportunità di lavoro sono limitate - non sopporto lo stress fisico e mentale, mi sento male da loro.

Ora continuo a lavorare al mio lavoro precedente, dove non ho bisogno di essere costantemente, dove vengo solo per il controllo o la chiamata. Ma ho anche alcuni piani per un lavoro part-time aggiuntivo.

Un anno dopo aver iniziato a lavorare come idraulico, ho incontrato una ragazza (gennaio 2011), che è diventata la mia futura moglie. Ci siamo incontrati su un sito di incontri. Una volta ho dedotto per me la formula della ragazza che volevo trovare da sola. Ricordo ancora il testo del mio annuncio sugli appuntamenti: “... Per natura è gentile, modesto, curioso, un po 'romantico. Incontrerò una ragazza con le stesse qualità. Ti consigliamo di leggere libri e divertirti facendo piccole escursioni. " Una volta ho letto un articolo in cui la psicologa Galina Belozub ha scritto che con una malattia come la mia, una persona emotivamente calda dovrebbe essere nelle vicinanze, e ho cercato una ragazza del genere e, alla fine, ho incontrato. Eppure, sapevo chiaramente che non ci dovrebbe essere una persona rigida, scortese, egoista accanto a me.

La Bibbia dice: "Ascendere la sabbia per i piedi del vecchio è una moglie scontrosa per un marito tranquillo. Braccia abbassate e ginocchia rilassate - una moglie che non è contenta di suo marito.

Gentile moglie - una condivisione felice. È dato a coloro che temono il Signore. Con lei, i ricchi e i poveri hanno sempre un cuore felice e il loro viso è sempre allegro. "

Il secondo riguarda mia moglie: è una persona molto gentile e buona, e sono molto contento di lei, e lei è con me.

Poco dopo ci siamo incontrati, le ho parlato della mia malattia, ho chiamato la diagnosi, ma non l'ha spaventata.

La mia futura moglie mi ha circondato di calore e amore. Quando mi sono sentito male, mi ha messo una mano sulla testa e il dolore è scomparso. Si è scoperto che ha preso il mio dolore su se stessa. Prima di incontrare mia moglie, la vita mi sembrava principalmente in toni di grigio, sembrava che il cielo mi stesse premendo. Ma ho incontrato la mia amata, e un giorno improvvisamente ho sentito che c'erano veri sentimenti nella vita, gentilezza, amore e che tutto ciò che veniva detto nelle fiabe era vero, e la vita era piena di luce, gentilezza, amore, felicità ...

Un anno dopo ci siamo sposati. Abbiamo avuto un matrimonio grande, molto gioioso e felice.

E poi un bambino è nato per noi - una ragazza ... Ho vissuto per 37 anni e non ho capito che le persone nei bambini trovano bene ... Ma Dio ha dato una persona amata, ha dato un bambino e, come se le molle si fossero riempite nella mia anima, la vita era piena di luce, amore, felicità. Un bambino di una donna amata è la felicità! C'è felicità! Auguro a tutti di trovare la loro felicità!

Grazie al secondo figlio, ho svegliato i sentimenti per il primo figlio, di cui avevo avuto paura in precedenza ...

Quando è nata la mia seconda figlia, avevo pochissimo tempo libero, dovevo essere costantemente in movimento, per fare qualcosa. Se qualcuno mi avesse detto prima che potevo sopportarlo, sarei molto sorpreso. Ma ho scoperto che l'ho resistito: il Signore ha rivelato in me alcune riserve di forza. La felicità che i nostri figli ci danno vale il lavoro che sopportiamo quando li alleviamo, e vale la pena lavorare sodo per dare vita a un uomo molto caro, amato, intimo ...

Per molto tempo ero preoccupato di non fare nulla per la scienza. A volte continuo a sognare di entrare nella Facoltà di Filosofia, e ho bisogno di sostenere esami di ammissione o per spostarmi da un corso all'altro, e ho una salute molto scarsa, ed è molto difficile per me fare, e Non so se ho abbastanza forza per farlo ... Ora ho messo il mio dolore sul Signore, ho fiducia in Lui, credo che se c'è la Sua santa volontà, il Signore mi aiuterà a fare qualcosa di buono per le persone. Cerco, a poco a poco, al meglio delle mie capacità, di leggere buoni libri, e il Signore mi dà gioia da questa lettura e perché alcuni frammenti di Verità mi vengono rivelati un po '. Oggi ho letto le parole di Giovanni di Kronstadt: “I momenti migliori sulla terra sono quelli in cui facciamo cose sincere, in generale, quando impariamo o difendiamo la verità, questo abitante celeste, cittadino. Allora viviamo veramente solo ... ”(Giovanni di Kronstadt,“ La mia vita in Cristo ”, p. 388. M.: Blagovest, 2012). Anche io la penso così ...

Sono riuscito a trovare una ricetta su come affrontare l'immensità del mondo, i suoi enormi compiti di fronte a noi (non sono riuscito a trovare una risposta a questa domanda in gioventù, e questa è stata una delle ragioni delle mie disgrazie. Ecco cosa ho scritto su questo al mio amico ( nel 2008):

“... Di recente ho letto il romanzo di K. M. Stanyukovich“ Sacerdoti ”. Questo è un romanzo sugli scienziati che dal dipartimento predicano le stesse idee, ma nella vita reale vivono in modo leggermente diverso. Il principale personaggio positivo di Nevzgodin in gioventù era una persona molto dissoluta, ma poi iniziò a lavorare un po ', scoprì un dono letterario e divenne una persona nobile, seria e forte che ha un peso nella vita. Non vuole entrare in un servizio in cui dipenderebbe da qualcuno e si guadagna da vivere con un'opera letteraria. Darò due citazioni in cui i pensieri di Nevzgodin sono mostrati al punto di svolta della sua vita:

"C'è stato un tempo in cui i pensieri di suicidio vagavano su di lui a causa delle dannate domande che tormentavano la loro inadeguatezza nella vita, e a causa dell'amore respinto per questa stessa Margarita Vasilyevna, senza la quale la vita gli sembrava infelice ... E per tutto questo, la solitudine e digiuno cronico.

Ma tutto ciò non durò a lungo con lui e passò irrevocabilmente. Lavoro, orgoglio desiderio di combattere, esempi del coraggio di grandi personalità e un senso del dovere prima che la vita lo salvasse indirizzando i pensieri dai suoi piccoli dolori personali a dolori più gravi e sociali. Ora è sorpreso dalla sua codardia, ed è sorpreso dalla codardia di persone che, senza una lotta, senza alcun tentativo di trovare una via d'uscita in qualsiasi impresa sociale, sono date al potere di stati d'animo nervosi e personali. ”(P. 445)

“E, sai, questa è una cosa del passato, e quindi ti confesso che in quel momento in cui hai rifiutato la mia mano come la mano di una persona frivola e dissoluta, ero a Parigi in un umore tale da potermi imporre.
- tu?
"Sono il più."
"E grazie a me?"
“Non interamente per colpa tua ... La ragione per andare dagli antenati non era solo l'amore infelice, ma diversi dubbi sul fatto di vivere nel mondo senza la possibilità di rifarlo radicalmente ... Beh, e inoltre, la solitudine ... la fame.
- E per quanto tempo è stato questo umore?
- Per circa un mese, forse, i pensieri sull'acquisto di un revolver vagarono ... Fortunatamente, non c'erano soldi.
- Come ti sei sbarazzato di questi pensieri?
"Un francese, un vecchio senza braccia - la sua mano è stata tagliata mentre la Comune era pacificata", affamato in una soffitta vicina, mi ha ridicolizzato nel modo più reale e ha detto che se voglio davvero morire così, è meglio andare in Sud America e unirsi alla schiera degli insorti ... almeno un soldato sarà più contro il governo. Il vecchio provava odio per qualsiasi governo ... Ma dato che non avevo nulla da fare in Sud America, andai a lavorare, prendevo lezioni ... leggevo ... pensavo ... e presto mi vergognavo della mia intenzione, mi resi conto che non ero sola al mondo, rifiutata dalla mia amata donna e non uno con le sue richieste di ridisegnare la luna ... E di ridisegnare, devi vivere, non morire ... E, come vedi, non mi pento di vivere nel mondo e scrivere storie e storie, anche se io, come te, non Conosco l'amore che hai sognato ... "(pagg. 450 - 451)

K. M. Stanyukovich "Sacerdoti" (romanzo). M.: "Fiction", 1988. K. Stanyukovich, "Opere selezionate in 2 volumi", Volume due.

Voglio attirare l'attenzione sul fatto che Nevzgodin all'inizio era "una persona frivola e dissoluta", ma poi ha deciso di combattere, diventare più serio e gradualmente è diventato una persona indipendente, forte, giusta, in grado di influenzare la vita. Ha scoperto il talento letterario e ha trovato gioia nel suo lavoro. Forse Stanyukovich qui parla di se stesso.

Darò anche una descrizione della ragazza - la figlia del principale personaggio negativo del romanzo Naydenov:
"Grazie all'intelligente non-interferenza volontaria di Naydenov nell'educazione dei suoi figli e grazie all'influenza di una madre insolitamente mite che adorava suo marito con una specie di timore reverenziale cieco, quasi servile di natura amorevole e gentile, i bambini sono cresciuti completamente a differenza del loro magazzino interno. Soprattutto la sua preferita Lisa, una ragazza gentile e un'appassionata altruista che bruciava con il desiderio di fare sforzi per aiutare i poveri e gli infelici.

Era un membro attivo della tutela e, insieme a Margarita Vasilyevna, era davvero impegnata con zelo nella causa della carità. Visitava il suo sito ogni giorno, senza vergogna di scantinati e cortili, trattava calorosamente i poveri e li rappresentava appassionatamente davanti al comitato e distribuiva loro quasi tutto il suo denaro in tasca, invece di comprare un paio di guanti nuovi o una bottiglia di profumo. Inoltre, Lisa era un'insegnante alla scuola di tutela e trattava le sue responsabilità con la coscienza e l'accuratezza del padre nel lavoro. A differenza della maggior parte delle dame modello che sognano abiti, viaggi, balli, teatri e la cattura di un buon sposo, ha gestito il suo tempo libero a beneficio della sua vicina e, vivace, sana e rubiconda, non si è innervosita per la sua insoddisfazione per la sua vita, facendo le sue piccole cose in modo modesto, sensibile e instancabilmente ”. (pagg. 434 - 435)

K. M. Stanyukovich "Sacerdoti" (romanzo). M.: "Fiction", 1988. K. M. Stanyukovich "Opere selezionate in 2 volumi", volume due.

Sono stato molto incoraggiato da questo esempio, perché sono anche una persona piuttosto dissoluta, mal organizzata, disinteressata, ma sull'esempio di Nevzgodin vedo che non c'è bisogno di disperazione, ma devi lavorare un po ', combattere, fare piccole cose e molto può essere raggiunto ... "

È così bello che il nostro mondo è apparentemente infinito, immenso! Puoi fare infinite scoperte, superare le difficoltà, risolvere compiti della vita, fare qualcosa di buono e questo significa essere felice. Forse non possiamo abbracciare l'intero infinito, ma ogni piccolo pezzo di questo infinito, superare ogni piccolo segmento di questo percorso può portarci felicità ...

Molto spesso la nostra vita sta superando. Spesso non vogliamo davvero fare qualcosa, è difficile fare qualcosa, ma dobbiamo dire la parola "dobbiamo" a noi stessi, alzarci e farlo ...

A volte succede quando diventa molto difficile, cattivo nell'anima ("male" - come diceva mia nonna), quando una sorta di pesantezza, depressione, depressione si accumula sull'anima. Poi provo a sdraiarmi un po ', se c'è un'opportunità, forse dormo un po'. O, al contrario, sto provando a fare qualcosa - fare qualche buon affare fattibile - mettere foto in un album, fare qualcosa, - fare qualche piccolo lavoro, che era una perdita di tempo, perché è un peccato era troppo facile quando ero vigoroso e pieno di forza ... O, al contrario, stai facendo qualcosa che non puoi affrontare a causa della difficoltà di questa faccenda. E quando inizi a fare qualcosa, vieni coinvolto in questa faccenda, vedi dei risultati e il dolore scompare e le forze sembrano fare qualcos'altro.

A volte succede che la disperazione arriva quando non puoi né mentire né fare qualcosa a causa del dolore nell'anima. E poi piangi e ricordi Dio, e dici nella tua anima: "Signore, mi sento davvero male - aiutami, per favore" - e il dolore dell'anima, insieme alle lacrime, scompare, la pace viene, la pace ...

Mi piace davvero una storia di Buddha che ho sentito quando ero molto malato e che mi ha davvero dato la forza di vivere:

Una volta, Buddha invitò tutti gli abitanti del villaggio a un sermone notturno e disse a tutti di portare lampade. Una donna non aveva soldi, ma amava moltissimo Buddha e non poteva disobbedirgli. Quindi vendette i capelli e comprò la lampada più piccola. Durante il sermone, il demone sollevò un forte vento e tutte le luci si spensero. E la lampada di questa povera donna era molto piccola, si nascondeva dietro le altre e il demone non riusciva a spegnerla. Buddha ha attirato l'attenzione su questo, ha preso questa lampada tra le mani e ha detto che mentre l'anima di almeno una persona bruciava, non tutto era perduto per le persone, e ha acceso tutte le altre da questa lampada.

Devi salvare il tuo fuoco, non importa quanto sia piccolo, e forse possiamo accendere un fuoco nell'anima di qualcuno che è uscito ... Ma se accendiamo un fuoco nell'anima di qualcuno, sarà una grande felicità, per la quale vale la pena vivere ...

A.T. Twardowski ha un ottimo poema:

... dal suo cammino senza fare nulla,
Senza ritirarti, sii te stesso.
Quindi gestisci il tuo destino con il tuo,
In modo che qualsiasi destino si trovi in ​​esso
E l'anima di qualcuno lascia andare il dolore.

Quando prendiamo il dolore di qualcuno su noi stessi, il nostro dolore scompare e ci rende umani ... E quando facciamo qualcosa di buono, ci rende felici, riempie la nostra anima di luce e felicità. E viceversa, sento che quando non faccio nulla di buono o cattivo, diventa cupo, freddo nella mia anima, e quindi qualcosa deve essere riparato urgentemente.

Ho avuto molto tormento, prove nella mia vita e ora sono molto felice. "Punendomi il Signore, non mi libererò dalla morte" (David. Salmo 117: 18). Grazie a Dio per tutto! Adesso mi capita di pregare e piangere di felicità, di avere un Signore, di amarmi, di darmi la sua luce, la sua gentilezza, il suo amore. Spesso mi sembra di essere in paradiso - mi sento così bene. Grazie a Dio per tutto! Non conosco la soluzione a problemi teologici. Prego solo Dio, come mi sembra, sento la Sua presenza, sto parlando con Lui, e la mia anima è piena di luce, felicità, tutto nella vita è organizzato in modo sicuro e sento con il mio cuore che questa è la vera via. Ho avuto momenti simili, quando tutto era male e quando la disperazione si è impossessata di me, e poi in quei terribili minuti ho ricordato Dio e ho gridato nella mia anima: "Signore, aiuto - io sparisco!" - e l'aiuto è sempre arrivato immediatamente. Ma so che se un giorno un aiuto non verrà, significa che sarà necessario per il mio beneficio - per tutta la volontà di Dio ... La fede in Dio è la cosa più preziosa che ho, e questa è la principale scoperta nella mia vita ...

Per quanto riguarda la mia salute, non si è completamente ripreso. Ho (anche se non così spesso negli ultimi anni) la depressione, uno stato di depressione. Mi succede molto male ... Non riesco a resistere a lungo a sovraccarichi fisici o mentali - poi mi viene in mente che la mia anima, il mio cervello tremano come per la fatica, per la tensione, sono fuori servizio. Più volte è successo che a causa del sovraccarico fisico e mentale, lo stress mi sentivo così male che già pensavo che la mia salute fosse stata nuovamente distrutta; ma ogni volta sono riuscito a recuperare. Le mie capacità fisiche e mentali sono limitate rispetto alle capacità delle persone sane. Ma la mia condizione è molto migliore rispetto a quando la mia psiche era gravemente danneggiata e quando la mia vita era un tormento (2003). E anche meglio di quello che mi è successo in gioventù.

Dicono che le cellule nervose non possono essere ripristinate, ma il fatto che la mia psiche si sia ampiamente ripresa, e sono diventato di nuovo una persona felice, come ho fatto durante l'infanzia, solo allora non ho sentito la mia felicità così chiaramente e per così tanto tempo.

Sono grato a Dio per essere malato. La malattia mi ha insegnato un po 'a sentire il dolore di qualcun altro, e questo ci rende umani. Ed è positivo che la mia malattia persista in una certa misura - mi ricorda sempre che c'è dolore, angoscia e questo, forse, mi aiuta a rimanere umano.

Scrive Giovanni di Kronstadt: “La nostra anima è semplice come pensiero e veloce come pensiero e come lampo. In un attimo, potrebbe essere ferita dal peccato ...; in un istante può staccarsi dall'amore di Dio e del prossimo, da un solo pensiero degli ingiusti ... e quindi dobbiamo costantemente proteggere i nostri cuori ... "(" La mia vita in Cristo ", p. 387). Probabilmente, davanti a me ci saranno più prove. Spero davvero di poterli sopportare, che tutto andrà bene, e che il Signore non dia un abisso a me, ai miei parenti e a tutte le persone buone, e che dirigerà anche le persone cattive su una buona strada, e inoltre non darà loro un abisso. Se un giorno uno deve morire, allora so che dopo la morte ci incontreremo con Dio - con il Bene superiore, con la massima giustizia, con la massima misericordia - e perché avere paura di questo incontro? Devi solo provare a vivere questa vita con leggerezza e onestà, in modo che questo incontro sia gioioso ... Ma spero che non lo sarà presto e che posso ancora fare qualcosa di buono in questa vita.

Figli miei, miei cari, vi prego, vi consiglio di non arretrarvi mai da Dio, di ricordarLo, di essere sempre con Lui. Sentilo nella tua anima, prova a parlare con Lui, rivolgiti a Lui mentalmente per aiuto, per consigli, ringraziarlo per amore, per tutto il bene che fa per noi. Non arrenderti mai dal Signore, perché non ti accadano le disgrazie che mi accadono. Siate sempre con il Signore, affinché la Sua luce, il Suo amore, il Suo aiuto siano sempre con voi. Gesù Cristo disse: "Sono venuto per avere la vita e per averne di più" (Vangelo di Giovanni 10:10). Siate sempre con il Signore, in modo da avere sempre vita e vita abbondante, in modo da essere sempre felici! Ti auguro felicità! Dio ti benedica!

Maggio-giugno 2015

Alexey Zorkin


Visualizzazioni: 11 038

17 commenti sul disco "Sulla mia vita, sulla lotta contro la malattia, su Dio e la felicità"

  1. Non riesco a credere che una persona malata di mente possa scrivere così ... 17 anni con una diagnosi simile ... Si è diplomata all'istituto ... Compongo abbastanza bene ... Ma, sopra, l'immaginazione dell'autore sull'argomento è più ...

  2. Anche se è stato scritto da te un anno fa, ti ringrazierò ancora per la sincera storia e condividerò qualcosa di mio. Vorrei aggiungerne un altro, a mio avviso, un importante lavoro dell'anima ai tuoi "motori": percezione riverente di ciò che sta accadendo. Una riverenza per il presente, ma soprattutto una riverenza per il passato della tua vita! La vita di molti è una tavola da cucina robusta e tormentata, dalla quale tutto diventa noioso e deprimente. Ma se osservi riverentemente gli schemi della vita, si scopre che stai tenendo tra le mani non un inventario della cucina, ma un'icona! Tutto intorno diventa prezioso, importante, amato e NON RANDOM!

    • Grazie Peter. Probabilmente hai ragione. Nel corso degli anni, molto ha acquisito significato e valore. Ti guardi indietro e capisci perché. Come cantava Vizbor: "Tutto ciò che la memoria ha conservato, aumenta di prezzo ..." Solo non tutto ciò che è stato brutto nella mia vita può essere accettato.
      Ma in generale sì - guardi indietro, vedi un motivo multicolore in cui sono necessari anche fili neri e capisci che, dopo tutto, è stato passato molto, e molto è stato buono, e persino il male a volte serve come un'esperienza preziosa e si rivela buono ...

  3. Grazie per la tua sincera confessione. Ho letto e non potevo staccarmi dalla tua storia. Ogni persona ha la sua storia, le sue ferite, spesso cardiache, ma c'è solo una via d'uscita. Scrivi molto bene su di loro. Hanno vissuto loro stessi, spesso hanno ricostruito le loro vite di nuovo. Un processo molto complicato. Dai splendidi esempi di lotta e resistenza a condizioni decadenti. Sono immensamente felice per te e la tua famiglia. Buona salute a tua madre e tua moglie. Mi inchino a loro e lunga vita.
    Rallegrati di ogni corda magica!
    Ad ogni voce di uccelli ed erba.
    Rallegrati agli occhi dei bambini e divertiti!
    Rallegrati delle fiabe e dei ricordi!

    Lascia che tutto incanta la tua anima
    Come l'unica primavera!
    Dio ti benedica! Puoi ancora aiutare molto. C'è un dono di Dio in te e devi svilupparlo!

    • Mille grazie a te, Nadezhda, per aver dedicato del tempo a leggere la mia storia e per le tue gentili parole.
      Cercherò di realizzare i tuoi desideri, in modo che tutto vada bene.
      Ti auguro la benedizione, l'amore, la gioia, la felicità di Dio, affinché tutto sia buono con te!) Dio ti benedica!

  4. Alex, grazie per la tua confessione, ho davvero bisogno di supporto, consigli e aiuto, posso scriverti?

    • Ciao Elena!
      Spiacenti, è improbabile che ti possa supportare.
      Di recente, un altro bambino è nato per me e non c'è abbastanza forza mentale per qualcosa di diverso dalla famiglia.
      Ho già detto tutto nella mia storia e non ho già nulla da aggiungere a questo.
      Eppure, non voglio davvero "brillare" qui il mio indirizzo email, che significa il mio vero nome. "Ciò che il nemico non dovrebbe sapere, non dirlo a un amico."

      Voglio offrirti l'aiuto dei miei "amici", alcuni dei miei film e libri preferiti. Se guardi questi film o leggi questi libri, probabilmente ti supporteranno. Qui, consiglio:

      Film: “Peter FM”, “Real Love”, “Heidi (Alpine Tale)”, “Anne from Green Roofs” (1 e 2 parti), “Polianna”, “Real Love”, “Sorcerer” (Polonia), “ Questa straordinaria (in diverse versioni della traduzione "meravigliosa", "bella") vita "(USA, 1945)

      Libri: "The Tale of Hodge Nasreddin" di Leonid Solovyov; "Garden of the Gods", "My Family and Other Beasts" di Gerald Darrell, "Unholy Saints" di Archimandrite Tikhon (Shevkunov), "Flavian" Archpriest Alexander Torik.

      Ti auguro, Elena, che tutto quello che hai sia stato bello e bello! Dio ti benedica!

  5. Grazie mille per un'interessante storia istruttiva, Alex! Dirò anche che l'ho letto in tempo!) E penso che in futuro, un giorno, si rivelerà anche scrivere la mia storia di vita sul mio percorso di vita, conoscenza di me stesso, su come trovarmi. Tutto il meglio per te, la tua famiglia! Dio ti benedica!

  6. Grazie per la tua storia Motiva, aiuta. Concordo con te sul fatto che tutti gli eventi della nostra vita si svolgono secondo la volontà di Dio e tutte le prove aiutano a vedere meglio il percorso destinato a tutti in questo mondo. Ho 58 anni. Nella vita mi è capitato di vedere tutto. Ci sono state più difficoltà, da cui ho sempre scelto me stesso. Ma poi c'erano parenti che, se non aiutavano, non mi lasciavano rilassare con la mia presenza nella mia vita, avevo molta paura di essere un peso per loro. E solo allora, quando rimasi solo, cadde una depressione, dalla quale sembrava che non ci sarebbe mai stata via d'uscita. La fede in Dio ha aiutato. Le storie di persone come te, che hanno dovuto combattere e vincere, aiutano. Grazie ancora

    • Grazie Elena (scusa, non conosco il tuo secondo nome) per aver dedicato del tempo a leggere la mia storia.
      Anche il Signore mi aiuta. Non è spaventoso morire con lui.
      Ti auguro che la sua luce, il suo amore, la sua grazia ti accompagnino sempre. Giovanni di Kronstadt ha scritto che sente come il Signore ama, culla, lo protegge più della madre del suo bambino ("La mia vita in Cristo"). Ti auguro che il Signore sia sempre con te, che tu sia felice.
      E credo che a volte arriverà il momento in cui vedremo tutti i nostri parenti morti e saremo di nuovo insieme. Ma dobbiamo ancora vivere finché ci sarà permesso di fare qualcosa di buono - allora i nostri cari saranno più leggeri lì ...

  7. Alex, buona notte. Grazie mille per la tua sincera storia. Il suo cuore batteva mentre lo leggeva. Mi piacerebbe molto stamparlo per mio figlio, che, a differenza di te, tutto si è rivelato tragicamente. Non vorrei parlare in dettaglio della tragedia accaduta nella nostra famiglia in commenti aperti. Ma la tua storia, se la trasmetto a mio figlio, (sfortunatamente, al momento non ha l'opportunità di leggerlo da solo) probabilmente lo aiuterà a sopravvivere e sopravvivere alle difficoltà imminenti, e, soprattutto, quanto puoi mantenere la salute nella sua situazione attuale e NON PERDERE LA FEDE! Spero davvero per la tua risposta. Puoi in PM.
    Con tutto il cuore ti auguro salute, felicità, calore!
    Dio ti benedica, Alexey!

    • Grazie mille, Olga (scusa, non conosco il tuo secondo nome), per i tuoi migliori auguri e per aver dedicato del tempo a leggere la mia storia!
      Ho chiesto al moderatore di questo sito di inviarti il ​​mio indirizzo e-mail e puoi scrivermi.
      Sì, devi cercare di non disperare e aiutare tuo figlio a credere di nuovo in se stesso. Forse hai letto il libro di Boris Polevoy "A Tale of a Real Man" (ti consiglio di offrire questo libro a tuo figlio) e ricordi come il commissario in ospedale è stato in grado di infondere fiducia in se stesso in Alexei Maresyev quando è caduto nella disperazione dopo le sue gambe erano tagliate.
      Una volta ho letto un'intervista con Alexander Rosenbaum su come ha assistito a un incidente d'auto sull'autostrada, e si è fermato accanto a un uomo gravemente ferito, e gli ha tenuto la mano in modo da aspettare un'ambulanza. Come ha detto in un'intervista, in tali momenti, ci dovrebbe essere una persona accanto al ferito che lo aiuterà semplicemente a vivere, in modo che possa aspettare aiuto. Quell'uomo aspettò aiuto e poi, qualche anno dopo, salì a Rosenbaum dopo il concerto, ringraziandolo. Quindi devi aiutare tuo figlio a vivere, non cadere nella disperazione, per quanto riguarda i tuoi poteri umani.
      Mia madre mi ha sempre aiutato e mi aiuta (ora mi sento bene, ma a volte ho bisogno di sostegno). Ha un temperamento molto allegro, e mi piace davvero che non ceda alla disperazione con me, ma sostenendomi, fa le sue cose, fa qualcosa di buono. Se tutto è male con me, è bello che non tutto sia male con mia madre. Se mia madre inizia a sprofondare nella disperazione con me, come può aiutarmi? Quindi cerchi di non disperare. Lo capisco.

      Se tuo figlio ha cose molto brutte, non disperare. Ho un amico con cui ero in ospedale. Aveva un danno mentale molto più grave del mio. Non riuscivo a comunicare con lui - era così difficile guardarlo, ascoltare i suoi pensieri folli. Ma i dottori sono riusciti a prendere i farmaci per lui, ed è diventato una persona molto delicata, corretta, sensibile, mi ha fatto molto piacere parlare con lui, può sostenere con buoni consigli in un momento difficile. Sono molto contento di avere un tale amico. E lui, ne sono certo, ha anche iniziato a ricevere gioia dalla vita ...

      Scrivimi, Olga, al mio indirizzo email. Se è in mio potere, proverò a supportarti.

  8. Grazie mille, Anna! E ti auguro anche bene e felicità, affinché tutto sia buono ed eccellente!

  9. Grazie mille per la tua storia! "La fede in Dio è la cosa più preziosa che ho .." è la scoperta più importante per me. Tutto il meglio per te e salute per molti anni a venire!

  10. Grazie per una storia così profonda e sincera. È molto istruttiva per me personalmente. Dio ti benedica!

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.