dipendenza

foto di dipendenza La dipendenza è una malattia caratterizzata da un aumento dei sintomi direttamente correlato all'uso di droghe. In poche parole, la dipendenza è un'abitudine di usare vari farmaci, sedativi, droghe allucinogene e altre sostanze che influenzano la psiche. Questa dipendenza porta a conseguenze disastrose sia per il tossicodipendente stesso che per la società nel suo insieme.

La dipendenza può verificarsi a causa di una serie di ragioni, ad esempio l'influenza dei coetanei, l'eliminazione della noia, la risoluzione di eventuali problemi, ecc. Oggi, il problema della tossicodipendenza è piuttosto acuto. Ciò è dovuto al fatto che le droghe, prima di tutto, influenzano la personalità dell'individuo, influenzano negativamente le relazioni interpersonali e influenzano il mondo interiore dell'individuo, la sua visione del mondo e quindi il suo corpo fisico.

Cause di dipendenza

Tra le cause della tossicodipendenza ci sono di solito tre gruppi: psicologico, sociale e fisiologico.

Il primo gruppo comprende:

- problemi in famiglia;

- ordinaria curiosità o noia;

- brama il successo creativo e intellettuale;

- protesta contro le basi della società o della tua famiglia;

- mancanza di disciplina interna;

- mancanza di senso di responsabilità per le loro azioni e azioni;

- mancanza o deformazione delle qualità morali;

- alcuni conflitti interni;

- insoddisfazione di se stessi o insicurezza;

- l'incertezza del loro futuro;

- paure, sentimenti di insicurezza, ansia;

- imitazione di pari, persone significative o idoli;

- omaggio alla moda, crescente popolarità in un gruppo di coetanei;

- mancanza di istruzione;

- mancanza di altri interessi.

Le cause della tossicodipendenza in famiglia includono una mancanza o, al contrario, un eccesso di amore, una custodia eccessiva, la soppressione dell'io di un bambino, la tirannia in famiglia e un assalto. Il motivo principale della tossicodipendenza nell'ambiente adolescenziale è la mancanza di calore emotivo, comprensione reciproca in famiglia. I genitori dedicano tutto il tempo al lavoro, comprano giocattoli dai bambini, i bambini mancano gravemente dell'attenzione dei genitori, delle cure, dell'amore e la psiche del bambino ne soffre. Se in futuro i genitori non cambieranno il loro atteggiamento nei confronti della crescita dei figli, il risultato sarà una dipendenza minore, alcolismo, vagabondaggio, comportamento deviante , stati depressivi e persino tentativi di suicidio.

A causa dell'insufficiente istruzione del bambino, quando non è a conoscenza dei pericoli di droghe e alcol, di ciò a cui porta l'uso di droghe, il bambino può provare droghe.

Una ragione abbastanza comune per l'assunzione di droghe è una semplice curiosità sulle sensazioni che si possono ottenere dall'assunzione di questi farmaci. Tale curiosità può sorgere sotto l'influenza di suggerimenti estranei o da soli. Tutti coloro che assumono droghe inizialmente pensano che da una volta non ci sarà più nulla. Ci provano una volta per tutte.

Le persone che lottano per l'espressione creativa, per il successo nella sfera intellettuale, di solito assumono droghe per avere l'opportunità di espandere il loro campo di coscienza, fare nuove scoperte, al fine di sperimentare se stessi.

Le persone che si ribellano e non vogliono obbedire ai principi adottati nella società, alle leggi, spesso assumono droghe. La dipendenza da minori può spesso verificarsi a causa del massimalismo giovanile.

Il secondo gruppo di motivi include:

- crisi dei valori morali nella società attuale;

- tendenze culturali dell'Occidente;

- mancanza di censura nei media, prevalenza dell'immoralità;

- la mancanza di un sistema di organizzazioni per garantire il tempo libero ai bambini e alle sezioni sportive di dominio pubblico;

- Mancanza di un modello efficace per promuovere uno stile di vita sano.

Per quanto riguarda la presenza di cause fisiologiche della tossicodipendenza, sono state condotte molte ricerche. Gli scienziati hanno dimostrato che l'equilibrio emotivo di un individuo e dell'umore dipende dal metabolismo dei neurotrasmettitori nel cervello. Una produzione eccessiva o, al contrario, insufficiente di neurotrasmettitori porta alla formazione di ansia, paure e depressione . Una persona inconsciamente cerca di sbarazzarsi delle condizioni che portano disagio assumendo droghe. In questo caso, i farmaci sostituiscono i neurotrasmettitori mancanti, che danno all'individuo un senso di conforto e tranquillità.

Sintomi della dipendenza

I sintomi della tossicodipendenza sono divisi in due grandi gruppi: segni indiretti e segni specifici di abuso di droghe. Quelli indiretti includono:

- modo di vestirsi - abiti a maniche lunghe, indipendentemente dalle circostanze e dalle condizioni meteorologiche;

- le pupille sono innaturalmente larghe o strette indipendentemente dall'illuminazione;

- aspetto mancante;

- abbastanza spesso un aspetto disordinato, i capelli inclini a secchezza, gonfiore alle mani;

- denti fatiscenti di colore scuro;

- postura spesso chinata;

- linguaggio oscuro;

- movimenti goffi e inibiti, mentre è assente l'odore dell'alcool dalla bocca;

- irritabilità, maleducazione e mancanza di rispetto nella comunicazione;

- Spesso, dopo l'arrivo di tali "ospiti" in casa, le cose scompaiono.

Concludere che una persona usa droghe è più facile per i suoi cari, perché abbastanza spesso lo vedono e vivono sotto lo stesso tetto.

Segni specifici di abuso di droghe possono manifestarsi in modo diverso a seconda dei farmaci che l'individuo sta assumendo. Ad esempio, alcuni tipi di farmaci possono essere suggeriti per segni di intossicazione e alcuni per segni di astinenza.

I segni di intossicazione con derivati ​​della cannabis nella maggior parte dei casi dipendono dalla quantità di droga assunta. Spesso l'uso di dosi piccole e medie è caratterizzato da secchezza delle fauci, arrossamento della pelle del viso, pupille dilatate, arrossamento della sclera degli occhi e delle labbra.

In uno stato di intossicazione da droghe, le persone sono piuttosto mobili e dinamiche, costantemente ridendo, tendono a prendere decisioni senza pensarci e facilmente. Il discorso di queste persone è spesso rapido, dettagliato, frettoloso e confuso. La cannabis e i suoi derivati ​​sono spesso chiamati "droga di gruppo". Ciò è dovuto al fatto che l'umore allegro o cupo di un tossicodipendente esagera l'umore delle persone che lo circondano. Se tutti intorno ridono, allora riderà, e se è triste, allora piangerà. Ciò è associato al panico nel gruppo di adolescenti che hanno fumato "erba" nel caso in cui qualcuno sembri essere qualcosa di pericoloso. Un segno molto caratteristico di intossicazione con derivati ​​della cannabis è un aumento dell'appetito. Alla fine dell'esposizione alla cannabis, una persona può facilmente mangiare, ad esempio, mezza padella di borsch o un'intera pagnotta di pane. Spesso, la sonnolenza appare alla fine dell'intossicazione della canapa.

Le caratteristiche della tossicodipendenza si osservano quando si utilizza una dose elevata: il viso può essere pallido, le labbra secche e la pupilla ristretta. Allo stesso tempo, una persona è abbastanza letargica, inibita, immersa in se stessa, la sua lingua è intrecciata. Alle domande si può rispondere con una pausa, spesso fuori posto, in monosillabi. Da una tale persona c'è un distinto odore di canapa. I movimenti sono piuttosto goffi e ampi a causa del fatto che esiste un disturbo dell'orientamento spaziale. Spesso, in questo stato, una persona cerca la solitudine, in modo che nessuno la disturbi o molesti con conversazioni o richieste. Con una grave dose eccessiva di droghe di cannabis, è possibile la psicosi acuta.

Segni di assunzione di oppiacei:

- sonnolenza al momento sbagliato. Se lasci una persona da capogiro da sola, allora inizierà ad addormentarsi in qualsiasi posizione, mentre occasionalmente si sveglia. E se lo chiami, si unisce immediatamente alla conversazione, come se non dormisse;

- Il discorso è caratterizzato da lentezza, parole estese. Un uomo drogato dagli oppiacei inizia a parlare di un argomento che è stato a lungo discusso e già dimenticato. Dice la stessa cosa più volte. Tuttavia, allo stesso tempo, può essere spiritoso, vivace e facile da comunicare;

- buon senso, lamento, accomodamento e cortesia;

- distrazione o ponderazione;

- addormentarsi, il tossicodipendente può dimenticare, ad esempio, di una sigaretta che brucia in mano, la fa cadere o la brucia;

- il desiderio di solitudine e talvolta, al contrario, ossessione e importanza;

- la pupilla si restringe e non si espande nel buio, quindi sono difficili da vedere nel buio;

- la pelle è caratterizzata da pallore, secchezza, sono caldi al tatto;

- abbassata soglia di sensibilità al dolore.

Lo stato di intossicazione da oppiacei di solito non dura più di 8-12 ore, in rari casi - solo 4-5 ore. Il periodo successivo dopo la fase di intossicazione inizia la sindrome da astinenza o nella gente comune - "rottura".

Tale "rottura" è caratterizzata da ansia, tensione, irritabilità senza motivo apparente, nervosismo. Una persona del genere ha urgentemente bisogno di droghe, quindi è impaziente.

I tossicodipendenti principianti che non hanno una forma grave di dipendenza fisica possono sopportare periodi di "rottura", come si dice "in piedi". I parenti possono pensare che la persona si sia semplicemente ammalata, poiché il quadro dell'astinenza in forma lieve è simile nelle manifestazioni cliniche alla malattia respiratoria acuta o all'indigestione.

L'astinenza inizia con letargia, letargia, una forte espansione delle pupille, leggero malessere, sudorazione eccessiva, brividi e umore scarso. Le persone con sintomi di astinenza accendono i riscaldatori e si avvolgono in abiti caldi, anche se la stanza non è fredda. Sono tormentati da un naso che cola e talvolta starnuti costanti, nausea, a volte accompagnati da vomito, c'è dolore addominale, spesso frequenti feci molli.

Nella fase dei sintomi di astinenza, i tossicodipendenti praticamente non dormono di notte. Non possono mentire ancora. Diventa più facile per loro, di solito entro 4-5 giorni. Solo coloro che hanno abusato brevemente di droghe possono sopportare questa condizione. Così come le persone (in alcuni casi) che sono supportate e curate dai parenti. Ecco perché i tossicodipendenti non lo sopportano e prendono una nuova dose.

Segni di assunzione di psicostimolanti:

- eccessiva vivacità;

- rapidità nelle azioni e nel processo decisionale;

- impetuosità e nitidezza dei movimenti;

- irrequietezza (incapacità di sedersi in un posto anche 20 secondi);

- discorso rapido e salto da un argomento all'altro;

- variabilità delle intenzioni;

- alunni dilatati;

- pelle secca;

- polso rapido;

- alta pressione sanguigna.

Dopo un periodo di recupero, quando l'effetto dei farmaci inizia a indebolirsi, una persona diventa letargica, irritabile e le sue reazioni vengono rallentate. L'umore è generalmente ridotto, mentre i tossicodipendenti sono caratterizzati da ansia, prontezza. Sono spaventati dai rumori forti.

Le caratteristiche della tossicodipendenza per l'uso a lungo termine di tali farmaci sono le seguenti: possono apparire allucinazioni spaventose e delusioni della persecuzione. Nelle persone che abusano di efedrina, la lingua può spesso essere liscia, un po 'gonfia con un colore lampone brillante.

Segni di assunzione di allucinogeni: delirio; commettere atti ridicoli, ascoltare voci inesistenti, guardare foto sullo sfondo. I segni di assunzione di questi farmaci non sono molto evidenti, in quanto le persone di solito li assumono quando non è probabile che qualcuno li vedrà in questa condizione. Inoltre, il ritiro fisico non è troppo evidente nelle persone che assumono allucinogeni.

I segni dell'assunzione di sonniferi e sedativi praticamente non differiscono dall'intossicazione da alcol. Quando si assumono piccole dosi, il quadro dell'intossicazione non è molto evidente.

Le caratteristiche della tossicodipendenza quando si usano dosi elevate sono le seguenti: intossicazione accompagnata da una diminuzione della sottigliezza della percezione ambientale; oppressione delle capacità mentali, perdita di valori e linee guida morali. Ciò si manifesta in comportamenti lenti, mancanza di educazione elementare, senso del tatto, fretta e frivolezza nel processo decisionale.

Contrariamente alla droga della maggior parte dei farmaci, quando si usano sonniferi, i tossicodipendenti sono spesso aggressivi e pugnaci. Gli alunni sono per lo più dilatati. La pelle è spesso pallida, il polso è rapido. Il coordinamento dei movimenti è rotto, diventano ampi, ridondanti, goffi. L'attenzione delle persone stupite è instabile, stanno rapidamente passando da un argomento di conversazione a un altro. Il discorso diventa confuso, eccessivamente forte, la lingua si impiglia. Questa condizione è chiamata fase di eccitazione. Dopo due o quattro ore, inizia la fase successiva, che è caratterizzata da letargia, sonnolenza, dopo di che una persona si addormenta. Il loro sonno è caratterizzato da una breve durata, di solito da due a quattro ore, spesso ricorda il sogno di un alcolista. Dopo il sonno, una persona si sveglia con un mal di testa, una sensazione di debolezza e malessere. L'umore è di solito abbassato, sono cupi e irritabili. Dopo un po 'iniziano a correre alla ricerca di una nuova dose di alcol o sonniferi.

La sindrome da astinenza in soggetti dipendenti da sonniferi è piuttosto grave: il paziente si sente molto debole, diventa freddo con il sudore, è malato, ha un forte tremore, ha le vertigini, si sviluppa un'ansia grave e insonnia persistente.

Dipendenza e alcolismo

Il problema della tossicodipendenza e dell'alcolismo ha affrontato l'umanità fin dai tempi antichi, ma oggi ha raggiunto proporzioni incredibili.

La dipendenza è una malattia caratterizzata da un irresistibile desiderio di droghe, che può causare euforia a piccole dosi e sonno narcotico a grandi dosi. Il concetto di "dipendenza" è etimologicamente associato al termine "droga", che viene tradotto dal greco come cullare. Tuttavia, oggi il concetto di "sostanza narcotica" o "narcotico" viene applicato anche a veleni e sostanze che possono causare euforia, effetto stimolante, effetto ipnotico o analgesico quando usato.

Inoltre, spesso in varie fonti dedicate ai problemi della tossicodipendenza, esiste una teoria secondo cui il farmaco è una sostanza che soddisfa tre criteri. Il primo criterio (medico) si basa sul fatto che la sostanza narcotica deve necessariamente avere un effetto specifico (ad esempio allucinogeno, sedativo, stimolante, ecc.) Sul sistema nervoso centrale. Il secondo (sociale) - l'uso di una sostanza per scopi non medici è di proporzioni enormi, e le conseguenze di ciò sono di grande significato sociale. Terzo (legale) - per legge, una tale sostanza è riconosciuta come narcotica.

ie il farmaco è una specie di sostanza velenosa per il cervello umano. I veleni che influenzano negativamente il cervello non causano emozioni negative e dolore nel soggetto. Ciò è dovuto al fatto che non ci sono recettori del dolore nel cervello umano. È in tal modo che la principale forza così attraente e distruttiva per la salute umana, bramosa di uno stato di euforia, è nascosta .

L'alcolismo è una malattia che è causata dall'uso sistematico di bevande contenenti alcol, caratterizzato da una brama per loro, che porta a disturbi mentali, alla salute fisica. L'alcolismo distrugge le relazioni sociali di un individuo che soffre di questa malattia.

L'alcolismo deve essere distinto dall'ubriachezza. Il primo concetto è una malattia e il secondo è un consumo eccessivo di alcol e comportamenti antisociali. Bere porta all'alcolismo, ma non è una malattia. L'alcolismo è caratterizzato da alcuni sintomi che lo distinguono dall'ubriachezza "quotidiana". L'alcolismo comporta malattie croniche del tratto gastrointestinale, danni epatici profondi, alterazione dei vasi sanguigni e dei capillari, in particolare del cervello, che porta a danni al sistema nervoso periferico e centrale e molto altro. Il risultato di una lesione cerebrale sarà un'andatura traballante, indebolimento della psiche e disturbi mentali, abbassamento della moralità, scomparsa di valori e linee guida morali.

Dipendenza e abuso di sostanze

Un narcotico è una sostanza che, se usata una volta, può causare un allettante stato mentale (euforia) e, con il suo uso regolare, dipendenza da esso. La dipendenza è una malattia causata dall'uso regolare di droghe nell'elenco delle droghe. Si manifesta con dipendenza mentale, meno spesso fisica da tali fondi.

Le sostanze tossiche possono anche possedere le proprietà sopra elencate, tuttavia il pericolo sociale di un loro uso eccessivo non è così elevato. Ecco perché non sono ufficialmente riconosciuti come droghe. L'abuso di sostanze è una malattia che si manifesta come una dipendenza psichica, meno fisica (e anche quando assume droghe) da una sostanza non inclusa nell'elenco ufficiale dei narcotici.

Con la durata della malattia, le persone che usano droghe hanno una serie di deviazioni. Le persone malate sono inclini al suicidio quando sono sotto l'influenza dell'intossicazione da droghe. Tra queste persone c'è un alto tasso di mortalità, causato da avvelenamento da droghe, incidenti.

Le conseguenze mediche dell'assunzione di droghe sono comuni a tutti i tossicodipendenti: complicazioni somatiche e nevralgiche, grave degrado della personalità, assenza di valore e linee guida morali, assenza di un obiettivo nella vita diverso dalla ricerca di una nuova dose, riduzione dell'aspettativa di vita media, invecchiamento precoce e vecchiaia.

La dipendenza è pericolosa "infettività" sociale elevata. Si diffonde abbastanza rapidamente soprattutto tra i giovani. Questo sintomo è comune per la tossicodipendenza e l'abuso di sostanze. Anche la dipendenza da droghe porta a un comportamento criminogenico pronunciato. Ciò è dovuto principalmente alle trasformazioni personali, al degrado morale e psicologico.

L'abuso di inalanti (sostanze tossiche inalate dal soggetto per immersione in uno stato di euforia) anche una volta alla settimana può portare a una serie di complicazioni. Dopo 8-10 mesi di inalazione di inalanti, si verificano danni tossici al fegato e morte delle sue cellule, che portano a insufficienza epatica cronica, compromissione della coagulazione del sangue, riduzione dell'immunità, edema e, infine, alla cirrosi.

Dopo 12-16 mesi di inalazione di inalanti, le cellule cerebrali muoiono e si verifica l'encefalopatia, che porta a un ritardo nello sviluppo mentale, spesso a demenza, scoppi improvvisi di moderazione, temperamento, aggressività , irritabilità.

Nei primi mesi di dipendenza dall'abuso di sostanze, la respirazione è disturbata, si verifica la polmonite, che può portare a pneumosclerosi.

A causa degli effetti dannosi sul corpo e della tossicità, nessun narcotico è paragonabile agli inalanti. Tuttavia, gli inalanti non creano dipendenza quanto le droghe.

Trattamento delle dipendenze

Per aiutare i soggetti a far fronte alla tossicodipendenza, le persone vicine richiedono dedizione, enorme resistenza, grande pazienza e amore.

Il trattamento e la riabilitazione della tossicodipendenza possono richiedere più di un anno. La maggior parte dei parenti manca di pazienza, comprensione o amore per un periodo così lungo. Pertanto, in sostanza, i tossicodipendenti vengono lasciati faccia a faccia con il loro problema, che li immerge ulteriormente nella dipendenza.

La cosa più importante nel trattamento della tossicodipendenza non è iniziare la malattia. Dopotutto, prima di iniziare il trattamento, più facile è sconfiggere una dipendenza dolorosa, eliminare gli effetti dannosi dei farmaci sul corpo. Dopo che è trascorso un certo periodo di tempo, si verificano cambiamenti irreversibili nel corpo, in questi casi un ritorno a una normale vita piena è estremamente difficile o quasi impossibile. È molto importante non perdere tempo.

Spesso, il trattamento farmacologico viene praticato in modo anonimo. Anche il trattamento farmacologico obbligatorio è spesso praticato. Nel trattamento della tossicodipendenza, la principale difficoltà è che è piuttosto difficile, e talvolta quasi impossibile, che i tossicodipendenti formino un atteggiamento per sbarazzarsi della tossicodipendenza.

Il trattamento farmacologico in forma anonima o il trattamento farmacologico forzato sono compiti abbastanza difficili che presentano difficoltà specifiche. Ogni trattamento ha le sue sfumature, caratteristiche. Il successo della terapia dipenderà dal tipo di sostanza narcotica stessa, dallo stadio della malattia e dalle caratteristiche psicologiche della personalità del paziente.

Il corso del trattamento per la dipendenza e i tempi per questo motivo possono essere diversi. Oggi, noti narcologi hanno sviluppato principi di base per il trattamento della malattia.

Sbarazzarsi della tossicodipendenza viene effettuato quando tutti i principi sono rigorosamente osservati. Il principio di base è la volontarietà. Oggi, il consenso volontario del paziente al trattamento è considerato uno dei principali e più importanti fattori per il successo del trattamento della tossicodipendenza. Il prossimo principio è l'individualità, che consiste nel prendere in considerazione il peso specifico dei metodi terapeutici medici e non farmacologici in ogni singolo caso, a causa del diverso rapporto tra fattori socio-psicologici e biologici nella formazione della malattia. Il terzo principio è la complessità. È anche considerato uno dei principi fondamentali della terapia di successo, che combina diversi metodi e trattamenti in ogni fase.

Dove viene trattata la tossicodipendenza? Si ritiene che per le persone che soffrono di tossicodipendenza, è preferibile un trattamento ambulatoriale, ma in alcuni casi hanno bisogno di un trattamento ospedaliero. È solo a causa del fatto che il paziente è in ospedale che è possibile osservare la regola principale dell'efficacia del trattamento: l'astinenza dal consumo di droghe.

Come curare la dipendenza?

In genere, la terapia prevede due fasi principali. Il primo è l'inizio dei sintomi di astinenza, e il secondo è la prevenzione della ricaduta.

Un efficace trattamento farmacologico e le migliori recensioni delle persone sono stati notati quando le attività antidroga sono state svolte chiaramente in tre fasi. Il primo stadio è la disintossicazione, la terapia riparativa e stimolante in combinazione con l'interruzione del consumo di droghe. Il secondo stadio implica una terapia antidroga attiva e il terzo la terapia di mantenimento.

Nella prima fase, le manifestazioni gravi di intossicazione acuta da farmaco, sintomi di astinenza e sindromi convulsive vengono interrotte con l'aiuto di metodi di terapia intensiva. Tale terapia di interruzione deve necessariamente includere ulteriori manipolazioni al fine di ridurre o alleviare la sindrome del dolore, che è espressa in eccitazione, insonnia persistente e attacchi di disturbo dell'umore.

L'assistenza per la tossicodipendenza comprende terapia riparativa e sintomatica. Molto importante nel trattamento dei tossicodipendenti è la riabilitazione dei tossicodipendenti.

Le recensioni sul trattamento della tossicodipendenza sono tali che dipende dalla riabilitazione se la persona tornerà o meno alla dipendenza fatale.

Conseguenze della dipendenza

Le conseguenze della tossicodipendenza includono:

- distruzione delle cellule del fegato, che sono responsabili dello smaltimento e della rimozione delle tossine dal corpo umano. Un'enorme quantità di sostanze nocive che un tossicodipendente inietta quotidianamente nel suo corpo costringe il fegato a lavorare per usura, il che porta a deformazioni strutturali dei tessuti degli organi e alla loro degenerazione. Epatite, cancro e cirrosi sono fedeli compagni di tossicodipendenti;

- poiché il corpo deve far fronte a una quantità significativa di tossine, si consuma e invecchia prematuramente. Ciò si riflette non solo nello stato degli organi interni e del loro lavoro, ma anche, naturalmente, nell'aspetto dei tossicodipendenti. Molto spesso, un giovane amante di euforia di trent'anni sembra quasi un vecchio a causa dell'avvelenamento regolare del suo corpo con sostanze narcotiche. I tegumenti acquisiscono un aspetto completamente malsano e compaiono una tinta terrosa, flaccidità e rughe profonde. Gli organi vitali si presentano in cattive condizioni; anche lo sfondo ormonale di un soggetto affetto da tossicodipendenza è estremamente influenzato. La funzione riproduttiva è incompatibile con la tossicodipendenza. Pertanto, anche individui molto giovani affrontano problemi nella sfera intima e nel concepimento, con l'impotenza sessuale.

Le conseguenze sociali della tossicodipendenza sono le seguenti: le tossicodipendenti danno alla luce neonati con gravi disabilità dello sviluppo. Inoltre, i bambini di tossicodipendenti sono già nati in uno stato di astinenza; c'è un marcato degrado morale e rapido dell'individuo. Una persona del genere dimentica qualsiasi norma e criterio di comportamento, non gli importa assolutamente del proprio aspetto, della cortesia elementare. Queste persone semplicemente affondano ed espellono un'esistenza miserabile. I tossicodipendenti spesso si comportano in modo inappropriato, a volte anche in modo aggressivo. Smettono di andare al lavoro, non prendono parte alla vita della loro famiglia.

La risposta della società ai tossicodipendenti è l'isolamento: licenziamento dal lavoro, disgregazione della famiglia, conoscenti o si allontanano completamente o cercano di minimizzare la comunicazione (a condizione che non siano gli stessi tossicodipendenti); disturbi della percezione adeguata del mondo e della realtà. Le persone che si trovano in uno stato di droga narcotica possono commettere un reato, perdere un dosaggio del farmaco verso l'alto, che porterà alla morte o addirittura suicidarsi . Non si rendono conto delle proprie azioni e possono essere pericolosi; in definitiva, i farmaci eliminano completamente una persona come persona, portandola a psicosi, disabilità e demenza.

Prevenzione delle tossicodipendenze

Gli obiettivi principali della prevenzione dovrebbero essere: identificare le cause socio-psicologiche della diffusione della tossicodipendenza nell'ambiente adolescenziale; creazione di condizioni per prevenire il verificarsi di abuso di droghe da parte di bambini e adolescenti (creazione di luoghi di svago per bambini, campi sportivi, sezioni, conduzione di propaganda attiva di uno stile di vita sano, ecc.); sviluppo di un sistema di metodi pedagogici ed eventi sociali volti a prevenire e prevenire la tossicodipendenza.

Oggi tutti i giovani moderni sono a rischio. Gli individui caratterizzati da manifestazioni leggermente pronunciate di qualsiasi comportamento anormale, possibilmente assumendo periodicamente farmaci psicoattivi, insieme a nessun sintomo pronunciato della tossicodipendenza, rientrano nel gruppo della profilassi selettiva. Il suo compito principale è correggere il comportamento. Gli individui caratterizzati dall'abuso di droghe, ma che non hanno ancora lo status di tossicodipendenti, rientrano nel gruppo della prevenzione sintomatica, che è finalizzata al lavoro socio-psicologico a lungo termine.

Queste aree di prevenzione riguardano il concetto di prevenzione primaria.

La prevenzione generale è più ampia, poiché copre l'intera popolazione di giovani. Ha lo scopo di affrontare le cause più comuni della tossicodipendenza, ad es. contrazione a fattori macrosociali. Quindi, ad esempio, tali ragioni possono includere, prima di tutto, bruschi cambiamenti nell'ambiente economico, socio-storico o politico, che comportano inevitabilmente un aumento del livello di comportamento deviante (che si discosta dalle norme) nella società, compresa la tossicodipendenza.

La prevenzione selettiva è rivolta ai giovani che mostrano disturbi comportamentali. La sua idea principale è che l'introduzione ai narcotici si verifica principalmente sullo sfondo di problemi vitali o psicologici che un adolescente non può affrontare da solo. I disturbi comportamentali in questo caso sono una specie di indicatore. Pertanto, l'obiettivo principale della prevenzione selettiva risiede nell'identificazione precoce della vita o dei problemi psicologici dei bambini fino a quando tali problemi non li portano alla dipendenza e nell'ulteriore attuazione di misure per la correzione sociale e psicologica del loro comportamento.

Esiste anche la profilassi sintomatica, che si rivolge a persone che hanno già esperienza nell'uso di droghe, ma che non hanno ancora lo status di tossicodipendenti.

Lotta contro la tossicodipendenza

La lotta contro la tossicodipendenza dovrebbe essere condotta in modo da eliminare completamente tutti i prerequisiti per l'evento. La lotta contro la tossicodipendenza deve essere condotta da due parti. Da un lato, le leggi più severe e, dall'altro, lavorano sulla prevenzione, la prevenzione e la prevenzione della tossicodipendenza, che dovrebbero essere attuate a partire dall'educazione dei genitori e della scuola e terminando con l'impatto delle istituzioni sociali specializzate. Solo in questo caso la lotta avrà successo.

Oggi, la lotta contro la tossicodipendenza è estremamente necessaria, poiché la diffusione di sostanze stupefacenti avviene non solo illegalmente, ma anche attraverso droghe esistenti, il che è molto pericoloso per la società e porta alla sua morte. La lotta contro la tossicodipendenza è una guerra mondiale per la sopravvivenza nel presente e non la lotta dei singoli paesi. Questo è un problema nazionale Poiché l'obiettivo principale di tale lotta è quello di sostenere il diritto delle persone alla vita.

La lotta contro la tossicodipendenza è dominante nella politica della Federazione Russa. Vengono sviluppate le principali misure legali per combattere la tossicodipendenza. Tre livelli principali si distinguono anche nella struttura del processo di prevenzione della deformazione della personalità: criminogeno, pre-criminogenico e pre-criminogenico.

Le principali direzioni della lotta contro la tossicodipendenza comprendono misure per coordinare gli sforzi congiunti delle autorità sanitarie, dell'istruzione pubblica, degli affari interni e di varie associazioni pubbliche in merito allo sviluppo del desiderio della popolazione di uno stile di vita sano; concentrarsi sul lavoro educativo con i bambini, in particolare nella famiglia, sullo sviluppo delle capacità di genitori, insegnanti e medici per differenziarsi in base all'età, al genere e alle caratteristiche del lavoro per combattere la tossicodipendenza; fornire istruzione antidroga ai bambini in corsi di formazione studiati in scuole, scuole tecniche, università, istituti; la formazione di condizioni per il tempo libero dei bambini, la familiarizzazione con l'allenamento fisico e lo sport; supporto e assistenza stabili da parte degli enti governativi di vari eventi condotti da associazioni pubbliche per creare zone libere dalla droga nelle città.


Visualizzazioni: 38 454

7 commenti su "Dipendenza"

  1. Ciao, mio ​​marito è malato di tossicodipendenza, ora sta subendo un trattamento con un farmaco, presto verrà dimesso, dimmi dopo questo trattamento che deve essere inviato in un centro di riabilitazione o possiamo riportarlo alla vita normale a casa con l'aiuto della comunicazione psicologica?

    • Ciao Valeria. In ogni caso, il trattamento della tossicodipendenza viene prescritto individualmente, quindi le domande che ti interessano devono essere discusse con specialisti nel centro di dipendenza.

  2. Secondo il giornalista e autore del libro "Chasing the Scream: The First and Last Day of the War on Drugs", Johann Hari, per risolvere il problema della tossicodipendenza, è necessario non solo applicare i metodi di lotta del governo, ma anche cambiare te stesso. Tra le cause della tossicodipendenza, chiama la solitudine e la mancanza di normali legami sociali. Ma è la comunicazione con comprensione reciproca che porta all'individuo il più grande piacere, quando non lo riceve, inizia a cercare un sostituto. Inoltre, l'autore più venduto giunge alla conclusione che l'intera secolare lotta contro la tossicodipendenza porta solo ad un aumento del numero di tossicodipendenti. In realtà, devi combattere non con sostanze chimiche, ma per sviluppare un atteggiamento leale nei confronti delle persone che sono vittime di una forte dipendenza dalle droghe. Costruire la riabilitazione basata su metodi sociali e non su singoli metodi. È anche importante ricordare le relazioni costruite sull'amore e sull'empatia.

  3. Marito tossicodipendente. Ero in terapia presso un centro di riabilitazione, un guasto si è verificato sei mesi fa. Ora consuma una volta al mese, una volta e mezza. Dice che ha la schizofrenia, di notte ho paura di lui, non so cosa fare, dice che non andrà più alle cure. Dimmi cosa devo fare ((((((

  4. In famiglia, il figlio è un adolescente di 16 anni. Ho esaurito tutti i miei nervi. Spesso viene fornito con una lingua da passeggio intrecciata, gli occhi sono indifferenti, non c'è odore di alcol. Le cose sono bruciate con le sigarette. Alle domande, che cos'è questo e dove? ... Non lo so, non ricordo. Mi piacerebbe davvero capire cosa c'è che non va qui.

    • Larisa, devi parlare con tuo figlio in un'atmosfera rilassata. Digli che è già un adulto e ora sarà responsabile di tutte le conseguenze che gli succederanno. Le punizioni e le minacce in questa situazione sono inefficaci e insignificanti, quindi non consigliamo di punirlo, ma vale la pena smettere di dare soldi in tasca. Ricorda anche che moralizzare, parlare di droghe, le accuse possono avere solo l'effetto opposto e il bambino passerà ancora più tempo in sua compagnia, e non a casa.

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.