malattia del sonno

foto di narcolessia La narcolessia è un disturbo caratterizzato da malfunzionamenti in un sonno paradossale, cioè veloce. La narcolessia si manifesta con sonnolenza aumentata e "attacchi" imprevisti di sonno. Inoltre, questo disturbo è caratterizzato da "attacchi" diurni di sonnolenza irresistibile, attacchi di improvvisa perdita del tono muscolare quando il sonno notturno cosciente e disordinato, addormentarsi con l'insorgenza di ipnagogici e al risveglio di allucinazioni ipnapompiche. Talvolta si può notare una paralisi corporea transitoria subito dopo il risveglio. Spesso, la condizione descritta appare nei giovani maschi. Secondo alcuni suggerimenti, la narcolessia ha una natura ereditaria in combinazione con un fattore provocante dall'esterno (infezione virale).

Cause di narcolessia

Fino a poco tempo fa il fattore eziologico della violazione in questione è stato studiato male. Gli scienziati hanno proposto molte ipotesi e avanzato vari concetti. E solo alla fine del 20 ° secolo sono riusciti a stabilire un probabile fattore che influenza la formazione e l'ulteriore progressione della sindrome in questione.

Narcolessia, che cos'è? Secondo gli studi di specialisti, la narcolessia si verifica quando vi è una violazione dei processi metabolici che si verificano nel cervello. Questi disturbi portano a una sintesi carente del neuropeptide di orexina, che regola il cambiamento nella veglia da parte del sonno. Come risultato di questa persona, stanno inseguendo attacchi di un forte desiderio di dormire.

Il cervello umano è un "meccanismo" complesso. Perfino Pavlov ha dimostrato che nel cervello umano ci sono strutture profonde responsabili dei sogni. Ha anche neurotrasmettitori che determinano la facilità di condurre impulsi lungo i neuroni. Nel normale funzionamento del sistema nervoso, queste sostanze sono responsabili della permanenza delle persone in stato di veglia. Quando sono carenti, i neuroni non raggiungono gli impulsi di eccitazione e il soggetto si addormenta.

Pertanto, la malattia in esame narcolessia insorge a causa della carenza del neurotrasmettitore orexin. Lo svantaggio della sua produzione può dare origine alle seguenti condizioni:

- predisposizione genetica;

- interruzioni ormonali durante la gravidanza o l'allattamento;

- danno cerebrale traumatico;

- eccessiva fatica eccessiva e grave tensione nervosa;

- trauma psicologico ;

- diabete mellito;

- Processi infettivi che penetrano nel cervello.

Questi fattori causano una violazione della produzione di orexina, che provoca la sindrome di disturbo del sonno paradossale.

Secondo un altro concetto, la narcolessia può avere una causa autoimmune. Ciò è confermato dalla presenza di linfociti T patologici, che sono assenti in soggetti sani. Spesso la narcolessia insorge dopo la vaccinazione.

Gli studi sui sogni attraverso i sistemi informatici hanno dimostrato che le persone che soffrono del disturbo descritto hanno un inizio prematuro del sonno REM.

Sintomi di narcolessia

Le principali manifestazioni cliniche della narcolessia sono considerate insormontabili brama di sonno, manifestate da un improvviso attacco di sonnolenza (ipnolepsia). I pazienti descrivono questa condizione come grave sonnolenza irreversibile, che porta inevitabilmente ad addormentarsi indipendentemente dalla posizione del paziente. Spesso si verificano convulsioni descritte quando si eseguono movimenti monotoni in una situazione uniforme (ad esempio, durante la lettura, l'ascolto di lezioni). Anche in individui sani, in tali circostanze, possono apparire attacchi di sonnolenza, tuttavia, i pazienti che soffrono di narcolessia sono anche soggetti a "attacchi" del sonno in condizioni di intensa attività della vita, ad esempio mentre si guida un'auto, si mangia.

La frequenza delle convulsioni ipnolettiche è caratterizzata da fluttuazioni significative. La loro durata può variare da un paio di minuti a 3 ore. Allo stesso tempo, è abbastanza semplice svegliare un individuo che si trova in un sogno narcolettico, come se fosse in un sogno ordinario. Di norma, dopo un tale sogno, i pazienti si sentono riposati e abbastanza svegli, ma letteralmente dopo un paio di minuti l'attacco può essere ripetuto. Nel tempo, i soggetti che soffrono della violazione descritta si adattano al loro disturbo, quindi, avendo sperimentato la sonnolenza caratteristica, riescono a trovare un posto più o meno accettabile per dormire.

Oltre agli attacchi di sonnolenza che si verificano durante il giorno, il disturbo descritto si manifesta anche con una violazione dei sogni notturni.

I sintomi della narcolessia possono essere i seguenti: continue interruzioni dei sogni di notte, sogni vividi, insonnia, sensazione di mancanza di sonno dopo il risveglio al mattino. Lo scarso sonno notturno provoca una diminuzione della capacità lavorativa e della capacità di concentrazione, provoca sonnolenza durante il giorno e irritabilità , contribuisce ad aumentare gli scontri interpersonali, l'insorgenza di stati depressivi, la sindrome da affaticamento cronico .

Quando si addormentano o prima di svegliarsi, gli individui che soffrono della violazione descritta possono osservare fenomeni ipnagogici, come: visioni luminose, allucinazioni , spesso di natura negativa. Questi fenomeni sono simili ai sogni che si verificano durante il sonno REM. Nei bambini, tali fenomeni sono considerati la norma; negli adulti sani, sono piuttosto rari.

Circa un quarto dei narcolettici ha una paralisi del sonno, che consiste in una debolezza muscolare temporanea, che impedisce l'esecuzione di azioni arbitrarie. Tale paralisi di solito si verifica quando ci si addormenta o al risveglio. La maggior parte dei pazienti si lamenta del fatto che, nelle condizioni descritte, prova estrema paura . Allo stesso tempo, l'ipotensione muscolare durante la paralisi del sonno ricorda la posizione dei muscoli scheletrici nella fase del sonno REM.

Che cos'è la narcolessia e la cataplessia? Inoltre, circa il 75% dei narcolettici sperimenta il fenomeno della cataplessia - una perdita parossistica a breve termine del tono muscolare, che porta al declino dell'individuo sullo sfondo della conservazione della coscienza. Di solito questo sintomo provoca un'improvvisa e violenta reazione emotiva del paziente.

Pertanto, i segni tipici della narcolessia si addormentano “in movimento” (ovvero, il soggetto si addormenta senza motivo) e una grave debolezza muscolare involontaria.

Ci sono 4 varietà del disturbo descritto. La forma primaria di questo disturbo è una classica variante della narcolessia, che si verifica con attacchi diurni di ipersonnia, cataplessia, allucinazioni e paralisi del sonno.

La forma secondaria è considerata una varietà più rara. Si verifica a causa di danni cerebrali, processi tumorali cerebrali, sclerosi multipla, lesioni infettive delle strutture cerebrali.

La forma parossistica del disturbo descritto è associata all'epilessia . Le convulsioni parossistiche narcolettiche sono un sintomo che si manifesta con epipritmie. Consiste in un improvviso addormentarsi e cadere.

La narcolessia senza cataplessia è anche una rara variazione della malattia. È caratterizzato da due opzioni di flusso. Il primo è la cataplessia, ma ci sono episodi di sonno REM rilevati da test diagnostici, il secondo è cataplessia ed episodi di sonno REM.

Narcolessia nei bambini

Il disturbo considerato della narcolessia nei bambini viene raramente diagnosticato, a seguito del quale il farmaco per la narcolessia viene prescritto in ritardo. Si ritiene che la narcolessia abbia un'origine ereditaria. Tuttavia, a causa dell'insufficiente conoscenza di questa violazione, è impossibile nominare l'esatto fattore eziologico e la natura della sua origine. Pertanto, tutte le ipotesi sulla genesi della narcolessia sono solo di natura teorica.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che il disturbo descritto si verifica a causa di una carenza di orexina, che è un principio attivo fondamentale per la funzione regolatoria dei processi di risveglio e addormentamento.

I fattori che influenzano la presenza e la gravità di alcuni sintomi includono:

- malattie cerebrali di natura infettiva;

- lesioni al cranio;

- disfunzione ipofisaria;

- l'uso di farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale, compresi i farmaci farmacopee;

- violazione del programma del sonno e del periodo di veglia;

- grave sovraccarico di lavoro.

Di seguito sono riportati i principali segni di narcolessia, dopo aver scoperto che i loro genitori devono diffidare.

Prima di tutto, i bambini che soffrono di narcolessia sono pigri e inattivi. Spesso vogliono dormire durante il giorno, possono "addormentarsi" dopo aver mangiato o quando eseguono azioni monotone. È difficile per questi bambini svegliarsi la mattina. Rimangono assonnati e inibiti per un lungo periodo dopo il risveglio, spesso sono aggressivi e irritabili.

Avendo scoperto le seguenti manifestazioni e sintomi di narcolessia, i genitori dovrebbero trattare i loro figli rigorosamente con gli specialisti.

Prima di tutto, questo elenco di sintomi dovrebbe includere una forte debolezza muscolare che si verifica dopo la violenta reazione emotiva di un bambino, la caduta del bambino con una mente sana.

Quindi, i principali sintomi clinici della narcolessia sono:

- irresistibile sonnolenza diurna, che si manifesta improvvisamente e spesso in un momento piuttosto inappropriato;

- improvvisa debolezza, che sorge su uno sfondo di emozioni vivide (cataplessia);

- Un breve stato di rigidità dopo un improvviso risveglio (paralisi);

- allucinazioni che compaiono quando si cerca di addormentarsi o appena prima di svegliarsi;

- biforcazione negli occhi;

- frequente risveglio notturno;

- incapacità di concentrarsi su qualsiasi cosa;

- algie permanenti della testa;

- compromissione della memoria .

Per parlare di narcolessia, non è necessario avere tutte queste manifestazioni contemporaneamente. I sintomi elencati possono manifestarsi in vari gradi di intensità. In questo caso, l'attributo obbligatorio della violazione descritta è la sonnolenza diurna in combinazione con uno dei suddetti sintomi. Mentre la malattia si intensifica, altri sintomi si uniscono.

Il disturbo in questione può influire negativamente sulle attività di apprendimento delle briciole. Può anche causare un ritardo nella formazione fisica.

Sono stati registrati casi in cui i bambini con diagnosi di narcolessia soffrono anche di sintomi di gambe irrequiete o apnea notturna. I genitori che notano queste manifestazioni dovrebbero consultare immediatamente un sonnologo per condurre una polisonnografia.

Come trattare la narcolessia: molte mamme e papà sono interessati. Oggi, il disturbo descritto appartiene alla categoria dei disturbi incurabili. Aiutare i bambini affetti da narcolessia è simile alle misure terapeutiche per i pazienti adulti.

Trattamento di narcolessia

Dopo l'esame iniziale da parte di un neurologo per confermare o escludere la diagnosi, la narcolessia del paziente viene inviata per esame a un sonnologo che studierà in dettaglio le caratteristiche del decorso della malattia e condurrà test specifici.

Prima di tutto, vengono eseguiti un test multiplo per la valutazione quantitativa della sonnolenza diurna (MSLT) e una tecnica di registrazione per sognare segni vitali (polisonnografia). Al fine di indagare sulla malattia attraverso la polisonografia, il paziente deve trascorrere la notte in un ufficio specializzato sotto controllo medico, poiché questa tecnica è finalizzata allo studio del sonno notturno. Il metodo in esame consente di rilevare le violazioni della sequenza delle fasi del sonno, nonché di escludere altre possibili patologie.

Il test dovrebbe essere eseguito nel pomeriggio dopo uno studio notturno. Il paziente si addormenta per circa un periodo di tempo fino a 20 minuti. Entro due ore ci saranno diversi periodi di addormentamento. Mentre il paziente sta riposando, vengono registrati i cambiamenti nel modello del viso. La combinazione dei metodi di ricerca descritti consente al sonnologo di diagnosticare la narcolessia.

I moderni metodi terapeutici oggi non possono curare completamente la malattia descritta, tuttavia, possono alleviare significativamente i sintomi, il che dà al paziente la speranza di una vita normale. Le misure terapeutiche, prima di tutto, si basano sulla complessità dell'approccio, inclusa la terapia farmacologica, il cambiamento della routine della vita, il supporto per i propri cari, i metodi di rilassamento .

Si consiglia alle persone con diagnosi di narcolessia di aderire a un programma di sonno invariato, cioè addormentarsi e svegliarsi ad una certa ora ogni giorno. La maggior parte dei pazienti è più adatta per uno schema basato su un sonno notturno di otto ore e dovrebbe includere anche 2 dormi diurni di quindici minuti. Al fine di migliorare la qualità dei sogni notturni, è necessario escludere l'uso di cibi pesanti, liquidi contenenti alcol e contenenti caffeina, nicotina, nonché mangiare immediatamente prima di addormentarsi. Se viene diagnosticata la narcolessia, i pazienti devono evitare di guidare un'auto. Si consiglia inoltre di cambiare lavoro se le loro condizioni sono associate a rischio o spostamento di attrezzature meccaniche.

Un farmaco correttamente selezionato per la narcolessia ha un effetto stimolante durante il giorno, eliminando così il problema della sonnolenza invariabilmente presente. Per eliminare le difficoltà con periodi di sonno notturno veloce, vengono prescritti farmaci antidepressivi che danno al corpo l'opportunità di rilassarsi e ravvivare la routine dei sogni e della veglia.

Il trattamento della narcolessia, caratterizzata da sonnolenza diurna in forma lieve o moderata, inizia con il Modafinil analeptico, che stimola lo stato di veglia, non provoca euforia e dipendenza.

Se la narcolessia non risponde bene al modafinil, vengono prescritti derivati ​​di anfetamine come metilfenidato o metanfetamina. Tuttavia, si raccomanda di assumere questi farmaci con estrema cautela, poiché hanno una serie di conseguenze negative sotto forma di frequenti contrazioni di miocardio, agitazione, ipertensione e dipendenza, che possono trasformarsi in dipendenza.

L'uso di antidepressivi triciclici, ad esempio l'Imipramina, aiuta a ridurre l'incidenza della cataplessia.

Poiché i sintomi della narcolessia sono causati da esplosioni emotive violente, si raccomanda ai narcolettici di praticare tutti i tipi di tecniche di rilassamento, inclusi esercizi di respirazione, esercizi di yoga e massaggi.


Visualizzazioni: 10 210

Lascia un commento o fai una domanda a uno specialista

Una grande richiesta a tutti coloro che fanno domande: leggi prima l'intero ramo dei commenti, perché, molto probabilmente, in base alla tua o simile situazione, c'erano già domande e risposte corrispondenti di uno specialista. Le domande con un gran numero di errori ortografici e di altro tipo, senza spazi, segni di punteggiatura, ecc. Non saranno prese in considerazione! Se vuoi ricevere una risposta, prenditi la briga di scrivere correttamente.